A.GE.D.O. : UN PUNTO DI ASCOLTO ANCHE A CUNEO

Riceviamo alla nostra casella di posta elettronica menteinpace@libero.it e volentieri pubblichiamo.

Alla cortese attenzione del Direttore e della redazione per diffusione stampa.

A.GE.D.O è un’organizzazione di volontariato sociale, nata nel 1993 come

associazione di genitori, parenti e amici di persone omosessuali, con lo scopo di

aiutare e sostenere quei genitori che vivono uno stato di disagio e di sofferenza per

la scoperta dell’omosessualità dei propri figli.

E’ un’organizzazione senza scopo di lucro, apartitica, aconfessionale, antirazzista,

pacifista. La sede nazionale è a Milano, ma AGEDO è presente in molte città d’Italia,

con sedi organizzate o punti di ascolto, ed è membro di “EUROFLAG”, l’associazione

europea di genitori di persone omosessuali. L’associazione si impegna anche a

lavorare nel sociale, per ridurre e abbattere i pregiudizi, le paure e gli stereotipi

relativi all’omosessualità, con l’obiettivo di educare al rispetto delle persone LGBTI

(lesbiche, gay, bisessuali, transessuali, intersessuati) e ad intervenire contro ogni

forma di discriminazione.

Puoi contattarci:

 se sei un genitore e hai difficoltà ad accettare “l’imprevisto” dell’

omosessualità di tuo figlio o di tua figlia e pensi di aver bisogno di aiuto e

confronto con qualcuno che ti capisca perché ha vissuto la tua stessa

esperienza.

 se vuoi parlare del tuo orientamento sessuale o non sai come comunicarlo ai

tuoi amici o alla tua famiglia.

 se sei un educatore e credi in una cultura dell'accoglienza e del rispetto di

tutte le soggettività e, consapevole dei gravi danni e della sofferenza che il

bullismo omofobico e l'omofobia nelle sue varie forme producono, vuoi

lavorare alla prevenzione del disagio attraverso una informazione corretta.

 se fai parte delle istituzioni e hai a cuore il benessere e la salute di tutti i

cittadini e dell'intera comunità.

 se condividi le nostre battaglie e vuoi partecipare alle nostre iniziative e

sostenerci.

Siamo presenti nei nostri punti di ascolto:

 a Cuneo in via Busca, 6 il martedì dalle 16 alle 19

 a Boves tutti i giorni su appuntamento. Telefono 3463254645

www.agedocuneo.it

e-mail agedo.cuneo@gmail.com

Agedo Sede Nazionale Milano www.agedo.org

Lea Carelli, responsabile Punto Agedo Cuneo

 

Per eventuali informazioni

Lea Carelli tel 3463254645 – 0171/380953

Scrivi commento

Commenti: 0
ATTIVITA' MENTEINPACE 2018
MIP - ATTIVITA' 2018.pdf
Documento Adobe Acrobat 129.6 KB

 

Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

TOTALE VISITATORI

30084

TOTALE VISITE

45592

Dati aggiornati

al 19-03-2019

---------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2018
DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE.pdf
Documento Adobe Acrobat 618.6 KB
PROGETTO "STARE BENE INSIEME"
Relazione descrittiva presentata alla Fondazione CRC
PROGETTO STARE BENE INSIEME- RELAZIONE D
Documento Adobe Acrobat 405.0 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

PolisAnalisi.

Una clinica del sociale

 Filippo Pergola 

Leonardo Seidita 


pubblicato da Franco Angeli

Economia impazzita, distruzione della madre terra, xenofobia, sessismo, fondamentalismi, terrorismo hanno concause comuni. Peste emozionale, fuga del tempo, obesità tecnologica configurano un corpo sociale affetto da depressione mascherata da accelerazione. Le crisi generano identità fragili, ansietà, rancore, immobilismo e quindi paranoia: per semplificare i conflitti cerchiamo capri espiatori, costruendoci dei nemici e innalzando muri. Ogni situazione politica è espressione di un parallelo problema psichico presente in milioni d'individui; a sua volta ogni personalità è anche frutto del portato della storia e di visioni del mondo nel contesto sociale di appartenenza. Tutto quello che avviene nella città (polis) è un insieme di fatti psichici. La Polisanalisi è un cammino per ampliare le visioni (il capitale semiotico) e favorire l'empatia e la bellezza nell'incontro con l'Altro, dato che la quantità di violenza è proporzionale alla ristrettezza del proprio punto di vista. Una clinica per permettere una cittadinanza terrestre vissuta in fiducia, reciprocità e cooperazione; interconnettendoci con il locale, il globale, la natura. Una cura per riattivare desiderio e speranza attraverso la condivisione di doni (comunità). Iniziamo la lettura chiedendoci: che domanda poniamo all'Altro con la nostra storia e che domanda l'Altro ci pone con la sua storia?