CON GLI OCCHI RIVOLTI AL FUTURO Premio Nonino 2014 allo psichiatra Peppe Dell’Acqua

Stiamo guardando con occhi rivolti al futuro al grande lavoro che ha svolto Franco

Basaglia“. Con queste parole Peppe Dell’Acqua ha aperto il discorso di ringraziamento

per il conferimento del Premio Nonino 2014, visibilmente emozionato. “Questo premio

va a tantissime persone, potrei dire cinquecento nomi e ancora cinquecento, e cinquecento

ancora e non basterebbero. Va a tutti coloro che hanno condiviso una battaglia che non è

stata mai facile, né una strada in discesa, né priva di dubbi, di contraddizioni, di fatiche.”

Tra questi un riferimento esplicito è all’amico Franco Rotelli, divenuto direttore del

Dipartimento di Salute Mentale di Trieste in seguito alla morte prematura di Basaglia. Ma il

suo pensiero più caro e sentito va a coloro che vivono in prima persona l’esperienza del

disturbo mentale. “Mi hanno permesso di ‘entrare nella loro casa’ – dice Dell’Acqua – e di

condividere con me la loro storia. Questo è stato il più grande insegnamento che io abbia

mai potuto ricevere in questi anni.” Il Premio Nonino arriva nell’anno del viaggio di Marco

Cavallo al fianco di StopOpg, iniziativa che ha riportato all’attenzione dell’opinione

pubblica e delle alte sfere della politica il dramma degli Opg. “Abbiamo viaggiato per tutta

l’Italia trainati dal possente cavallo azzurro che non ha mai smesso di correre, di ferirsi, di

parlare e che questa volta sentiva l’urgenza di andare a trovare quel quasi migliaio di

persone che vivono nei sei manicomi giudiziari che ci sono ancora in Italia”, racconta

Dell’Acqua. “Liberare l’Italia dalla stupidità delle psichiatrie della pericolosità. Dalla stupidità

e dall’insensatezza dell’istituzione”, questo il motto e la sfida di Marco Cavallo. “Sono

ancora milioni nel mondo le persone che, a causa dell’ideologia della malattia mentale e di

una scienza senza fondamenti, subiscono l’esclusione e l’emarginazione, e perfino perdono

la vita per questo”, prosegue Dell’Acqua. A queste parole si aggiunge poi il timore che

venga perso il grande patrimonio di conoscenze e di esperienze, nell’odierna dimensione di

grande smemoratezza del nostro Paese. E di qui l’impegno, ribadito, da Peppe Dell’Acqua a

fare tutto il possibile, anche materialmente, “affinché questo premio possa servire ad

alimentare, produrre e riprodurre conoscenza per le generazioni più giovani che si

avvicinano a questo mestiere e che rischiano di perdere l’entusiasmo, la curiosità e la

voglia di esserci a causa dell’orrenda realtà che a volte si ritrovano davanti.”

 

di Anita Eusebi e Michela Rondi

 

fonte: http://www.news-forumsalutementale.it

 

link: http://www.news-forumsalutementale.it/con-gli-occhi-rivolti-al-futuro-video/

Scrivi commento

Commenti: 0

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE

VISITE: 97964

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi 30 giorni: 75

Dati aggiornati

al 14-06-2021

---------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2019
DATI SITO 2014-2019.pdf
Documento Adobe Acrobat 797.1 KB

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

---------------------------

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 GIOVANNI MARIA FLICK, MAURIZIO FLICK

ELOGIO DELLA FORESTA

Dalla selva oscura alla tutela costituzionale

Il Mulino

 

Il nuovo Testo Unico in materia di Foreste e Filiere forestali (d.lgs. n. 34/2018) offre l’occasione per approfondire il tema dell’evoluzione della vita della foresta nel suo incontro-scontro con gli obiettivi dell’uomo. Il diritto interviene in questa relazione col suo ruolo regolatore, ricercando un punto di equilibrio tra la funzione ambientale e quella economico-produttiva e superando le polemiche che le scelte del legislatore hanno provocato tra gli studiosi della materia. Con un linguaggio piano e accessibile il libro approfondisce alcune tra le questioni giuridiche maggiormente dibattute a livello forestale e ambientale e le loro premesse di ordine costituzionale. Si analizzano le problematiche legate alla governance nella tutela della foresta, così come viene affrontato il tema della frammentazione delle proprietà boschive. Fra la categoria dei beni privati e quella dei beni pubblici si affaccia quella dei beni comuni; ne vengono prospettati pregi e difetti, prospettive di sviluppo e collegamenti con le tradizioni e con il principio di solidarietà. Si ipotizza poi un nuovo approccio alla «fiscalità ambientale», affinché venga abbandonata la funzione soltanto disincentivante e risarcitoria del tributo e vengano invece maggiormente apprezzate e incentivate le condotte virtuose. Si evidenziano i principi richiamati con decisione dall'enciclica «Laudato si'» di papa Francesco e il sempre più importante ruolo dell’Unione Europea rispetto all’ambiente e in particolare nell’azione di contrasto al commercio illegale del legno. Si guarda, infine, al futuro approccio del mondo economico-finanziario rispetto alle tematiche ambientali.

Giovanni Maria Flick, presidente emerito della Corte costituzionale, ministro della Giustizia nel governo Prodi I, è professore emerito di diritto penale. È autore di monografie sui temi della Costituzione, della giustizia, dei rapporti fra diritto penale ed economia, della criminalità organizzata, dei diritti umani e del diritto ambientale. Maurizio Flick, avvocato, è presidente della Camera civile di Genova. Collabora dal 2005 con la cattedra di Diritto civile dell’Università della medesima città, dove insegna nella Scuola di specializzazione per le professioni legali.

 

 

CLICCA QUI

-----------------------------------------------------------

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

Per visitare il blog

CLICCA QUI