SI PUÒ FARE ! Per il recupero culturale e sociale dell’ex manicomio di Roma

Riceviamo alla nostra casella di posta elettronica menteinpace@libero.it e volentieri pubblichiamo.

Gli attori Marco Baliani, Pippo Delbono, Stefano Accorsi, Elio Germano

sottoscrivono l'appello per restituire S.Maria della Pietà ai cittadini

APPELLO

Tutta la cittadinanza attiva, dai movimenti alle comunità al mondo

dell’associazionismo, come i tanti singoli cittadini che da sempre si battono per

la tutela del patrimonio storico e culturale nel nostro paese e per l’uso pubblico

e sociale del patrimonio dimesso, si fanno portavoce delle proposte di chi sta

difendendo il valore storico, simbolico, ambientale dell’Ex Manicomio di Roma.

Il Santa Maria della Pietà è essenziale per la cultura e la memoria della città.

E’ il luogo dove migliaia di persone sono state isolate, recluse, violate in nome

della psichiatria della segregazione. Ma è anche il luogo dove operatori

coraggiosi hanno condotto la dura battaglia per la sua deistituzionalizzazione

che ha portato all’approvazione della Legge 180, la più avanzata del mondo in

tema di approccio al disagio mentale. E’ il luogo dove da quasi 20 anni si sono

spese energie e passioni in un progetto di riutilizzo pubblico degli edifici che lo

compongono, che mette al centro arte, cultura, socialità, condivisione. Oggi

c’è il rischio concreto che l’Ex Manicomio di Roma possa essere messo in

vendita o che torni ad essere un concentrato di malattia e disagio psichico,

facendo rientrare dalla finestra ciò che il movimento basagliano ha fatto uscire

dai cancelli. Oggi è necessario che le Istituzioni, finalmente, ascoltino ed

accolgano le proposte dei cittadini: un Polo Culturale, il ripristino degli Ostelli

della Gioventù, la tutela del Parco, una gestione pubblica e sana delle risorse

da investire per dare completa applicazione alla Legge Basaglia. A cento anni

esatti dall’inaugurazione del Santa Maria della Pietà, sosteniamo la campagna

“Si può fare”, e firmiamo con piena convinzione la delibera consiliare e la legge

regionale d’iniziativa popolare per l’uso pubblico, sociale e culturale dell’Ex

Manicomio di Roma, promossa dall’Associazione Ex Lavanderia. Perché un

giorno, che ci auguriamo il più vicino possibile, le mura che hanno rinchiuso

un’umanità fragile, aggiungendo dolore ed esclusione alla sofferenza interiore,

esprimano musica, teatro, arte, relazioni umane: virus benefici, follia creativa,

antidoti contro ogni logica manicomiale.

 

Per info : http://www.campagnasipuofare.it

Per visualizzare il video su libera.tv:

http://www.libera.tv/videos/5696/si-puo-fare---un-polo-artisticoallex-

manicomio-di-roma

 

Scrivi commento

Commenti: 0

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE

VISITE: 120.736

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi 30 giorni: 100

Dati aggiornati

al 27-1-2022

---------------------------------

DATI SITO www.menteinpace.it
2014-2021
DATI SITO 2014-2021.pdf
Documento Adobe Acrobat 848.8 KB

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

---------------------------

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 Claudio Giunta

«Ma se io volessi diventare una fascista intelligente?»

L'educazione civica, la scuola, l'Italia

Rizzoli, 2021

 

Agile, ironico, allo stesso tempo equilibrato e tagliente, ma soprattutto profondamente antimanicheo, questo libro riflette con intelligenza sugli spazi, i tempi, i metodi e i contenuti di un approccio alla scuola che non sembra più in grado di intercettare i veri bisogni educativi dei ragazzi italiani, e osserva secondo una prospettiva nuova un insegnamento cruciale che fin qui è stato affrontato in maniera sconclusionata, retorica e persino controproducente.

«Ma se io volessi diventare una fascista intelligente, perché mai la scuola e lo Stato dovrebbero impedirmelo?» Claudio Giunta se l'è sentito chiedere da una studentessa alla fine di una lezione in un liceo. Una domanda niente affatto banale – anzi, acuta e attualissima – che avrebbe meritato una risposta chiara e articolata, se un insegnante non l'avesse subito bollata come «provocazione», troncando ogni possibilità di dialogo. Questo libro nasce anche dal desiderio di dare una risposta sensata al quesito che la studentessa ha posto con ovvio intento polemico: «Lo Stato e la scuola» osserva Giunta «non dovrebbero impedirle di diventare una fascista intelligente, ma dovrebbero agire in modo tale da non fargliene venire la voglia, e prima della voglia l'idea».

CLICCA QUI

 

-----------------------------------------------------------

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

Per visitare il blog

CLICCA QUI