DOPO L'ALCOL ESTREMO, PER I RAGAZZI ARRIVA L'ALLARME SCOMMESSE

 

NAPOLI - Minorenni che bevono, minorenni che si sballano e adesso anche minorenni che giocano. E' questo l'ultimo dato shock portato alla luce dalla relazione annuale dell'Autorità garante dell'infanzia e dell'adolescenza nella Regione Campania. I dati del Codacons che fanno riferimento al 2013 parlano chiaro: ben il 57,8% degli studenti minorenni che vivono nelle province di Napoli, Caserta, Salerno, Avellino e Benevento giocano e tanto. La percentuale, ancora una volta, pone la Campania alla testa di una classifica decisamente negativa visto che nel resto del Belpaese la media, seppur alta, si attesta attorno al 47,1%. Un dato preoccupante ancor di più se si pensa che l'indagine riguarda esclusivamente gli studenti delle scuole medie superiori.

 

«Troppo spesso erroneamente si crede che il Gap (Gioco d'Azzardo Patologico) riguardi - spiega Cesare Romano, Garante della Regione Campania per l'Infanzia e l'Adolescenza - esclusivamente il mondo degli adulti, anche per una questione legale che vieta tali giochi ai minorenni, ma cosi non è. Spesso, anzi, un fragile equilibrio emotivo, una marcata tendenza a sfidare la sorte. Se si associano queste caratteristiche alla crescente povertà, che riguarda una vasta platea di famiglie, è facilmente comprensibile come in un contesto del genere i più piccoli inseguano il sogno dei facili guadagni». E per tentare la sorte, i più piccoli, scelgono soprattutto le lotterie istantanee e le slot machine. A Napoli basta recarsi in una delle tante sale scommesse od ancora ricevitorie del lotto, bar e simili per scoprire che il fenomeno è tutt'altro che sommerso, complice il fatto che spesso gestori e portali web non richiedono il documento d'identità per permettere di giocare. Accade così che tra gli adolescenti vi sia una percentuale del 56% di non giocatori e del 40% di giocatori da almeno 6 mesi, di cui 32% giocatori d'azzardo occasionali con frequenza delle giocate mensile e il 12% giocatori d'azzardo con alta frequenza di gioco.

 

Percentuali in progressivo aumento se si guarda l'escalation dagli anni 2000, dove dichiarava di giocare solo il 39% degli adolescenti, a quelli attuali, con una percentuale di giocatori fissa al 51,7%. Tra le cause sicuramente la pubblicità ed anche in misura non inferiore l'emulazione di amici e parenti, di qui l'idea lanciata dal Garante della Campania, Cesare Romano, di istituire un Osservatorio Regionale per monitorare il fenomeno ed intervenire con strumenti adeguati: «E' necessaria maggiore attenzione da parte della politica regionale che deve prendere atto dello stato di malessere in cui versano bambini e ragazzi nei nostri territori». Una maggiore attenzione richiesta a giusta ragione visto che Palazzo Santa Lucia, nonostante abbia mostrato in più occasioni sensibilità sulle tematiche legate ai minori, non sia riuscito a incrementare il fondo annuale destinato al Garante, che si ferma al modesto importo di 30mila euro.

 

Luca Mattiucci

 

 

 

Fonte: www.corrieredelmezzogiorno.corriere.it

 

Link: http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it//napoli/notizie/cronaca/2014/31-marzo-2014/dopo-alcol-estremo-ragazzi-arriva-allarme-scommesse-2224290755356.shtml

 

Scrivi commento

Commenti: 0

 

IL PROGRAMMA 2017-2018

http://www.casadelquartieredonatello.it

MENTEINPACE
RELAZIONE ATTIVITA’ 2016
MIP-ATTIVITA' 2016.pdf
Documento Adobe Acrobat 136.6 KB
INSIEME E' MEGLIO
Relazione descrittiva del progetto
IEM-Relazione descrittiva.pdf
Documento Adobe Acrobat 154.8 KB

Zuleika Fusco
Viaggio nelle energie del femminile

OM Edizioni

 

Viaggio nelle energie del Femminile è un libro scritto per le Donne che vogliono crescere e diventare consapevoli di sé, del proprio ruolo e delle proprie potenzialità. È un libro dedicato agli Uomini che vogliono comprendere come dialogare soddisfacentemente con l’altra parte del proprio universo interiore e avere relazioni appaganti. 
L’Autrice traccia con accortezza e profondità le fasi di un vero e proprio percorso che il lettore può attuare autonomamente, perché ricco di spunti meditativi e operativi, e che si avvale di antichissimi strumenti sapienziali, tra i quali l’Enneagramma, per la prima volta connotato in chiave femminile.


Zuleika Fusco è Counselor Relazionale, formatrice esperta in Comunicazione e risoluzione pacifica del conflitto, scrittrice. Cultrice di discipline olistiche ed esoteriche, conduce seminari volti all’integrazione del potenziale umano 
e dirige la scuola Counseling e Media-Comunic-Azione.
Ha fondato Avalon-Laboratorio per la consapevolezza e l’espansione del Sé, di cui coordina le attività e in cui insegna e gestisce incontri.