VIII GIORNATA MONDIALE DELLA LENTEZZA

 

Riceviamo alla nostra casella di posta elettronica menteinpace@libero.it e volentieri pubblichiamo.

 

 

 

Carissimi amici,

 

 

 

l' VIII Giornata Mondiale della Lentezza - Lunedì 12 maggio 2014 - si avvicina!

 

 

 

Abbiamo inserito le vostre bellissime adesioni qui:

 

http://www.vivereconlentezza.it/generale/adesioni-ottava-giornata-mondiale - per favore controllate che il vostro evento sia segnalato correttamente, altrimenti scriveteci a info@vivereconlentezza.it indicando luogo, data, ora, contatti e organizzatore della vostra piccola grande idea.

 

 

 

Gli eventi proseguiranno per tutta la settimana 12-18 maggio, siete tutti invitati a partecipare con le vostre idee e iniziative.

 

 

 

Il 2 maggio i due pedalatori Bruno Contigiani e Mario Cucchi partiranno da Milano alla volta di Parigi, possiamo incontrarci all'Arco della Pace per salutarli con lentezza.

 

 

 

Siamo anche su facebook con il gruppo Gli Amici di Vivere con Lentezza e su twitter @vivere_lentezza: condividete la vostra voglia di rallentare per vivere meglio!

 

 

 

Buonissima giornata,

 

la redazione

 

www.vivereconlentezza.it

 

 

 

A Cuneo ha aderito il Centro “Noosoma” (ndr).

 

Per contattare il Centro Noosoma, invia una mail a centro.noosoma@gmail.com , o lascia un messaggio in segreteria al numero 0171/69.37.09

 

Scrivi commento

Commenti: 0
ATTIVITA' ASSOCIATIVA 2017
MIP - ATTIVITA' 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 138.4 KB
BILANCIO CONSUNTIVO 2017
MIP - B. CONSUNTIVO 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 353.7 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

 

Primo Levi

I SOMMERSI

E I SALVATI

Einaudi Edizioni

 

«Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario, perché ciò che è accaduto può ritornare, le coscienze possono nuovamente essere sedotte ed oscurate: anche le nostre».

Primo Levi

 

 

Quali sono le strutture gerarchiche di un sistema autoritario e quali le tecniche per annientare la personalità di un individuo? Quali rapporti si creano tra oppressori e oppressi? Chi sono gli esseri che abitano la "zona grigia" della collaborazione? Come si costruisce un mostro? Era possibile capire dall'interno la logica della macchina dello sterminio? Era possibile ribellarsi? E ancora: come funziona la memoria di un'esperienza estrema? Le risposte dell'autore di Se questo è un uomo nel suo ultimo e per certi versi piú importante libro sui Lager nazisti. Un saggio imprescindibile per capire il Novecento e ricostruire un'antropologia dell'uomo contemporaneo.