DONNE E SCLEROSI MULTIPLA

 

Riceviamo alla nostra casella di posta elettronica menteinpace@libero.it  e volentieri

pubblichiamo.

 

Venerdì 30 maggio 2014

Salone di Rappresentanza Ospedale S. Croce   Via M. Coppino 26 – Cuneo

h 16.00 - 18.00

 

Iniziativa in occasione della Giornata Mondiale della Sclerosi Multipla

 

Incontro aperto alla popolazione

 

Interverranno

 

-         Dr.ssaG. Baraldi  Direttore Generale ASO S. Croce e Carle: Saluti e introduzione

-         Dr L. Ambrogio  Direttore SC Neurologia  ASO S. Croce e Carle: Conoscere e gestire la Sclerosi Multipla. Ci sono differenze significative tra uomini e donne nella Sclerosi Multipla?

-         Dr  B. Favilla  Dirigente medico SC Ostetricia e Ginecologia: Cercare, portare avanti una gravidanza e crescere un bambino in una coppia in cui un genitore è affetto da Sclerosi Multipla.

-         Dr.ssaC.Rolando Psicologa-psicoterapeuta SC Psicologia ASL CN1: Le risonanze al femminile alla Sclerosi Multipla.

-         Dr.ssaS.Dalmasso Presidente Sezione di Cuneo AISM: L’impegno dell’associazione per l’altra metà del cielo.

-         G. Anghilante volontaria AISM: La vita e la maternità oltre la SM.

 

 

Spazio per dibattito 

 

 

Nadia Somale

Azienda Ospedaliera “S. Croce e Carle

 

 

AISM – Associazione Italiana Sclerosi Multipla

ONDA – Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna

Azienda Ospedaliera “S. Croce e Carle

 

Scrivi commento

Commenti: 0
ATTIVITA' ASSOCIATIVA 2017
MIP - ATTIVITA' 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 138.4 KB
BILANCIO CONSUNTIVO 2017
MIP - B. CONSUNTIVO 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 353.7 KB

 

IL PROGRAMMA 2017-2018

http://www.casadelquartieredonatello.it

Danilo Di Gangi

NEPAL fra terra e cielo

Edizioni Il Ciliegio

2015, pag.326

 

Mustang-Everest-Annapurna. Storia-Natura-Spirito. Tre nomi, tre temi, tre racconti, tre parti di un’unica composizione. A legarli, un filo teso tra le valli delle montagne himalayane, simbolo di un pellegrinaggio letterario che parte dallo stupore del cammino terreno per elevarsi alla riconquista del sé più profondo.

 

Un filo che conduce il lettore all’incontro con una natura smisurata che amplia i confini della coscienza e mette in contatto con potentissime energie. Un filo che tesse un ritratto accurato degli usi e delle tradizioni di genti lontane, delle loro religioni e dei loro miti, delle loro montagne e dei loro dèi. Un filo che collega e ripercorre tragici avvenimenti – come la disperata guerriglia tibetana–scopre meravigliose gioie e narra di incontri straordinari.