PROPOSTA PER GIOVANI VOLONTARI del Centro Servizi per il Volontariato

Le Associazioni lamentano spesso la difficoltà a reperire giovani volontari e a mantenere alta la motivazione dopo l'inserimento in associazione.

Per avvicinare i giovani bisogna conoscere tecniche adeguate, sapere come rivolgersi a loro, come interessarli, come coinvolgerli positivamente e attivamente nelle attività dell'associazione.

Per rispondere a queste esigenze il Centro Servizi per il Volontariato  organizza un corso di formazione con due date:

Sabato 21 giugno a Cuneo c/o Sede CSVVia Mazzini, 3 Orario: 9 - 13 - 14 - 17

Sabato 28 giugno ad Alba c/o Sportello CSV, C.so Europa, 92, Orario: 9 - 13 - 14 - 17

Il corso sarà tenuto dalla referente progetto Scuola e Volontariato del CSV, l'educatrice Valentina Fida.

Al termine del percorso la referente CSV sarà a disposizione per realizzare con i partecipanti dei gruppi di lavoro al fine di presentare un progetto per il prossimo anno scolastico da sottoporre alle scuole del territorio.

Per informazioni e iscrizioni telefonare alla referente della formazione Susanna Ruffino tel 0171-60.56.60 oppure 339-76.23.653 mail formazione@csvsocsolidale.it

Maggiori informazioni sulla scheda che può essere richiesta inviando una mail a: menteinpace@libero.it .

 

 

Fonte: www.csvsocsolidale.it

 

 

Link: http://www.csvsocsolidale.it/index.php?id=5743&tx_ttnews[tt_news]=85696&tx_ttnews[backPid]=5749&cHash=58b01999c5

Scrivi commento

Commenti: 0
ATTIVITA' ASSOCIATIVA 2017
MIP - ATTIVITA' 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 138.4 KB
BILANCIO CONSUNTIVO 2017
MIP - B. CONSUNTIVO 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 353.7 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

 

Primo Levi

I SOMMERSI

E I SALVATI

Einaudi Edizioni

 

«Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario, perché ciò che è accaduto può ritornare, le coscienze possono nuovamente essere sedotte ed oscurate: anche le nostre».

Primo Levi

 

 

Quali sono le strutture gerarchiche di un sistema autoritario e quali le tecniche per annientare la personalità di un individuo? Quali rapporti si creano tra oppressori e oppressi? Chi sono gli esseri che abitano la "zona grigia" della collaborazione? Come si costruisce un mostro? Era possibile capire dall'interno la logica della macchina dello sterminio? Era possibile ribellarsi? E ancora: come funziona la memoria di un'esperienza estrema? Le risposte dell'autore di Se questo è un uomo nel suo ultimo e per certi versi piú importante libro sui Lager nazisti. Un saggio imprescindibile per capire il Novecento e ricostruire un'antropologia dell'uomo contemporaneo.