IL PROGETTO COFFEE BAG

Riceviamo alla nostra casella di posta menteinpace@libero.it e volentieri pubblichiamo.

 

 

 

 

Il progetto Coffee Bag nasce come laboratorio artigianale all’interno delle attività svolte da DIAPSIVercelli

 

 L’idea di creare un laboratorio è stata la naturale evoluzione di un percorso che intende inserire o reintegrare nel mondo del lavoro le persone che vivono o hanno vissuto un disagio psichico (molte attività sono fatte anche per i familiari ma questa è proprio rivolta a chi vive direttamente la sofferenza).

Sì perché, il nostro obiettivo è soprattutto quello di recuperare, e lo vogliamo fare in diversi

ambiti:

1 – recuperare chiunque abbia perso, anche momentaneamente, il suo benessere psichico, perriuscire ad offrirgli un nuovo inizio.

 

2 – recuperare a livello ecologico, perché dovendo realizzare un laboratorio artigianale ci siamo concentrati sulla creazione di borse e accessori, realizzati con le buste del caffè che normalmente diventerebbero rifiuto indifferenziato.

 

3 – recuperare ed instaurare nuove relazioni tra la cittadinanza e l’associazione: questo è il punto in cui TI vorremmo vedere partecipe delle nostre attività e sostenitore del nostro progetto: ogni TUO piccolo gesto servirà a infondere fiducia ad una persona, sarà un grandissimo risultato, e anche TU potrai dire di esserne stato PROTAGONISTA!

 

Per maggiori info visita: www.coffeebag.it

 

DiAPsi Vercelli

Scrivi commento

Commenti: 0
ATTIVITA' ASSOCIATIVA 2017
MIP - ATTIVITA' 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 138.4 KB
BILANCIO CONSUNTIVO 2017
MIP - B. CONSUNTIVO 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 353.7 KB

 

IL PROGRAMMA 2017-2018

http://www.casadelquartieredonatello.it

Marco Rizzo

Lelio Bonaccorso

 

SALVEZZA

Feltrinelli Comics

 

Tante righe sono state scritte, tante pagine sono state riempite, per raccontare il viaggio dei migranti. Conosciamo molte storie su chi parte, lasciando alle spalle guerre, persecuzioni e miserie. I giornali ci hanno raccontato l’accoglienza, come modello di integrazione o di business malato. Pochi, però, sono i racconti su quel momento di contatto tra chi viaggia nella disperazione e chi accoglie con coraggio. Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso salgono a bordo di una nave di soccorso di una ONG, per il primo reportage a fumetti da un’operazione di salvataggio. I due autori sono testimoni delle operazioni. E intervistano gli organizzatori, l’equipaggio, i mediatori culturali, ma anche i migranti. Raccogliendo storie, esperienze ed emozioni.

 

Per vedere il video di presentazione del libro clicca

https://www.youtube.com/watch?time_continue=17&v=4r_hK2OlujI