LA REGINA DEL SUD

 

Ileana è una delle tante conoscenze che abbiamo fatto durante il 15° Convegno Nazionale de “Le Parole Ritrovate” a Trento, svoltosi dal 9 all’11 ottobre scorsi. Pubblichiamo la mail che ci ha inviato con i contatti per richiedere informazioni ed eventualmente il libro in formato digitale.

 

 

 

La Regina del Sud è un’autobiografia e parla della mia esperienza schizofrenica.

La Seneca Edizioni prima che fallisse, parlava così del mio libro…

E’ un racconto dissociato, scritto dalle due anime di una stessa persona condotto con lucidità e linguaggi che si adattano ai due estremi opposti di una personalità complessa e profonda. Ileana ci conduce a scoprire le sue sofferenze più intime, i patimenti di dover crescere in balia della violenza domestica, con pochi appigli se non i consigli di nonna Gisella e la ferma credenza in Dio e nel suo amore verso le creature. Ma poi subentra l’altra, guidata da impulsi aggressivi, una fermezza presuntuosa e un odio verso la fede e le istituzioni in grado di scuotere ogni sicurezza. E’ una storia difficile, che impressiona, colpisce e costringe a fermarsi per riflettere su come davvero sia vivere facendo coesistere due entità così estremamente opposte, quando la realtà ondeggia e lascia trasparire l’abisso che davvero ci circonda. Le voci, le urla che sente Ileana le sentiamo anche noi, anche il linguaggio è vivo e sembra ricreare un mondo che scardina tutte le nostre convinzioni sulle definizioni sulle definizioni di “malattia mentale”. Il coraggio della protagonista di resistere e di creare una narrazione anch’essa schizofrenica per esorcizzare una sofferenza inflitta quando era ancora una bambina indifesa è ammirevole, ma occorre una struttura che riesca a tenere insieme tutte le tessere del mosaico esistenziale di Ileana. Tanti temi e argomenti di “Lei” e di l’ “altra”, nella loro simbiosi reale che sfida la scienza. Sul finale il brivido di una possibilità, la vicenda di Regina e le metafore che legano Gesù e Luis Cifer, moderno tentatore: una fiaba? Una visione? Un sogno? Sarà il lettore a deciderlo attraverso l’interpretazione e il suo fondamentale atto rituale e sempre nuovo: la lettura.

 

Il libro parla di un’esperienza schizofrenica, con i suoi deliri, le voci e le visioni. Per leggerla gratuitamente scrivere a questo indirizzo e-mail:

ileanadallacasa@yahoo.it

Parlare delle proprie esperienze è il modo più diretto per combattere il “male oscuro”.

Grazie

 

Ileana Dalla Casa

 

Per info: 339.1302820

 

link:http://www.amazon.it/regina-del-sud-Ileana-Dallacasa/dp/8861224334

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE VISITATORI:43630

 

TOTALE VISITE: 63436

 

MEDIA GIORNALIERA VISITATORI

negli ultimi 30 giorni31

 

MEDIA GIORNALIERAVISITE 

negli ultimi 30 giorni:41

 

Dati aggiornati

al 18-01-2020

----------------------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2019
DATI SITO 2014-2019.pdf
Documento Adobe Acrobat 797.1 KB
ATTIVITA' MENTEINPACE 2018
MIP - ATTIVITA' 2018.pdf
Documento Adobe Acrobat 129.6 KB
PROGETTO "STARE BENE INSIEME"
Relazione descrittiva presentata alla Fondazione CRC
PROGETTO STARE BENE INSIEME- RELAZIONE D
Documento Adobe Acrobat 405.0 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

Marie-France Hirigoyen

Molestie morali

La violenza perversa nella famiglia e nel lavoro

 

Einaudi editore

 

Questo libro affronta un tema di drammatica attualità, che comincia a essere studiato dagli psicologi e considerato anche dalle organizzazioni del lavoro. Il "mobbing" è al centro dell'attenzione di molte riviste e giornali.

È possibile distruggere qualcuno con le parole, gli sguardi, i sottintesi: espressioni come violenza perversa o molestia morale si rifescono a questo tipo di situazioni.

Con l'apporto di numerose testimonianze, l'autrice analizza le peculiarità dei rapporti perversi e mette in guardia contro ogni tentativo di banalizzazione. Che si tratti di una coppia, di una famiglia o degli impiegati di un'azienda, il processo che porta le vittime nella spirale della depressione, se non al suicidio, è lo stesso.

 

Turismo
in Langa

   Caccia al          Tesoro        1 maggio

2020

Organizzata da Turismo in Langa, la Caccia al Tesoro è un gioco non competitivo con il classico formato di percorso ad indizi. L’itinerario si snoda tra le magnifiche colline delle Langhe, Patrimonio dell’Umanità UNESCO e andrà percorso in automobile o in motocicletta, per permettere ai partecipanti di visitare un’ampia fetta del territorio delle Langhe.

I giocatori, divisi in squadre da massimo 5 persone, seguiranno itinerari differenziati, ma omogenei per caratteristiche, lunghezza, tour e location. Si visiteranno paesi, cantine e castelli e in ogni location sarà possibile cimentarsi in una prova di gioco, degustando vini e prodotti del territorio.

Costo di partecipazione: 25 euro a persona
Per acquistare l’esperienza, scrivi a info@turismoinlanga.it o chiamaci al numero 0173 364030

Clicca qui per vedere il trailer dell’evento!

 

Gazpacho

La ricetta che seguo da anni è quella che più mi piace portare a tavola quando i pomodori sono al giusto grado di maturazione e la calura estiva ha bisogno di una zuppa fredda rinfrescante come questa! Di solito porto in tavola il Gazpacho con crostini e cubetti di cetriolo o di peperone verde. La cremosità e il gusto di questo piatto sapranno conquistarti, è semplice da preparare e non occorre cottura, ma un riposo in frigo di circa un’ora prima della sua consumazione. Se non disponi di mixer con lama grande, puoi sempre usare un frullatore classico!

 

Per la ricetta e la preparazione clicca su

https://unabloggerincucina.it/gazpacho-2/