IL PROGETTO “MangiArti”

 

"A Cuni as mangia propri bin!"*

Amiamo il nostro lavoro, darvi da mangiare. 

Per noi è più di un lavoro. E' passione, è vita, è gioia. Per questo abbiamo deciso di unirci. Noi, ristoratori artigiani dell'altipiano di Cuneo. Ci siamo cercati, ci siamo conosciuti e ci siamo piaciuti!

Da questo nasce il progetto MangiArti.

Ci siamo dati delle regole che valorizzano il lavoro delle nostre mani: la pasta, il pane, i dolci fatti in casa, l'utilizzo di materie prime di altissima qualità, il desiderio di rappresentare al meglio il territorio, la serietà del nostro impegno.
Ci siamo dati un nome che unisce tutto questo: MangiArti.

Ognuno di noi, con le sue differenze, con le sue scelte originali e con i valori condivisi, ognuno con la sua impresa e le sue ambizioni.

Vogliamo portare gli amanti della buona tavola a Cuneo da tutto il mondo, vogliamo che siano accolti come si deve, come siamo capaci di farlo noi Cuneesi, orgogliosi della nostra Città.

Vogliamo che tutti a Cuneo sappiano che da noi si va sul sicuro, senza malizie

e senza inganni. Con la solidità che ci è tipica.

Vogliamo che tutti dicano che *"A Cuneo si mangia proprio bene!".

 

Fanno parte del progetto MangiArti:

Convivium – Via Medaglie d’Oro 12, 12100 Cuneo. Tel. 0171480132

e-mail: convivium.cn@gmail.com

Ristorante Torrismondi – Via Michele Coppino 33, 12100 Cuneo. Tel.0171.65515 – www.torrismondi.it

Osteria Due Grappoli – Via S. Croce 38, 12100 Cuneo. Tel.0171.698178 www.osteriaduegrappoli.it

Ristorante Lovera – Via Roma 37, 12100 Cuneo. Tel.0171.690429 www.palazzolovera.com

Osteria Senza Fretta – Via Dronero 3/bis, 12100 Cuneo. Tel.0171.489174 e-mail: osteriasenzafretta@yahoo.it

Ristorante 4 Ciance – Via Dronero 8/c, 12100 Cuneo. Tel.0171.489027 www.4cianceristorante.it

Ristorante S. Michele – Via Mondovì 2, 12100 Cuneo. Tel.0171.681962 www.ristorantesanmichele.it

Osteria della Chiocciola – Via Fossano 1, 12100 Cuneo. Tel.0171.66277 www.osteriadellachiocciola.it

Trattoria Roma – Via Roma 14, 12100 Cuneo. Tel.0171.791007

www.trattoriaroma.it

ATTIVITA' MENTEINPACE 2018
MIP - ATTIVITA' 2018.pdf
Documento Adobe Acrobat 129.6 KB

 

Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

TOTALE VISITATORI

30084

TOTALE VISITE

45592

Dati aggiornati

al 19-03-2019

---------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2018
DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE.pdf
Documento Adobe Acrobat 618.6 KB
PROGETTO "STARE BENE INSIEME"
Relazione descrittiva presentata alla Fondazione CRC
PROGETTO STARE BENE INSIEME- RELAZIONE D
Documento Adobe Acrobat 405.0 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

PolisAnalisi.

Una clinica del sociale

 Filippo Pergola 

Leonardo Seidita 


pubblicato da Franco Angeli

Economia impazzita, distruzione della madre terra, xenofobia, sessismo, fondamentalismi, terrorismo hanno concause comuni. Peste emozionale, fuga del tempo, obesità tecnologica configurano un corpo sociale affetto da depressione mascherata da accelerazione. Le crisi generano identità fragili, ansietà, rancore, immobilismo e quindi paranoia: per semplificare i conflitti cerchiamo capri espiatori, costruendoci dei nemici e innalzando muri. Ogni situazione politica è espressione di un parallelo problema psichico presente in milioni d'individui; a sua volta ogni personalità è anche frutto del portato della storia e di visioni del mondo nel contesto sociale di appartenenza. Tutto quello che avviene nella città (polis) è un insieme di fatti psichici. La Polisanalisi è un cammino per ampliare le visioni (il capitale semiotico) e favorire l'empatia e la bellezza nell'incontro con l'Altro, dato che la quantità di violenza è proporzionale alla ristrettezza del proprio punto di vista. Una clinica per permettere una cittadinanza terrestre vissuta in fiducia, reciprocità e cooperazione; interconnettendoci con il locale, il globale, la natura. Una cura per riattivare desiderio e speranza attraverso la condivisione di doni (comunità). Iniziamo la lettura chiedendoci: che domanda poniamo all'Altro con la nostra storia e che domanda l'Altro ci pone con la sua storia?