PERCHÉ VERGOGNARSI (di Meo Cometti)

Supporre di non aver nulla di cui vergognarsi è pura illusione, pura fantasia.

Cose, fatti, azioni di cui doversi vergognare ne possiamo individuare a centinaia e solo chi possiede un’autostima spropositata e forse un po’ di superbia può pensare di essere esente da una qualsivoglia forma di vergogna o di mortificazione.

Fin dai primi anni della mia infanzia, dall’adolescenza e fino ad oggi sono incorso in fatti di cui dovermi vergognare. E voglio partire proprio dall’infanzia. Lo scarso impegno negli studi, le liti con i compagni, quelle forme di ribellione che caratterizzano i comportamenti tipici della giovane età sono ricordi di cui timidamente mi vergognavo, cosciente che i genitori  si aspettavano da me modi di agire meno turbolenti e maggior obbedienza.

E poi più avanti negli anni altri casi degni di riprovazione come le scorrettezze e atti di “furberia”che non potevano certo essere considerati esaltanti, fino all’età adulta in cui il maggior senso di responsabilità, per casi analoghi, avrebbe dovuto provocare in me indignazione e pentimento se non vergogna.

Ma parlare di vergogna per atti di così scarsa importanza può risultare eccessivo, forse basterebbe provare disagio, riprovazione, imbarazzo e mortificazione.

Vi è poi la vergogna che va vista come emozione negativa che nasce ed affligge chi semplicemente si ritiene inadeguato , non sufficientemente dotato intellettualmente o fisicamente o ancor peggio di aspetto, facendosi colpe per  non essere complessivamente come  vorrebbe essere o come ti vorrebbe chi ti sta intorno e ti giudica.

La vergogna può essere generata anche da eccessiva timidezza, da un fallimento della propria dignità. Può essere causata dalla perdita di identità o semplicemente per aver avuto comportamenti sconvenienti o forse riprovevoli. Non per questo ci si deve trovare nelle condizione di nascondersi, di perdere la propria autostima o di  provare disprezzo per se stessi.

E vi è, infine, la vergogna per chi crede di mai doversi vergognare.

 

Meo Cometti

Vice Presidente MenteInPace Cuneo

Laboratorio di scrittura creativa Uriel

Scrivi commento

Commenti: 0
ATTIVITA' MENTEINPACE 2018
MIP - ATTIVITA' 2018.pdf
Documento Adobe Acrobat 129.6 KB

 

Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

TOTALE VISITATORI

31766

TOTALE VISITE

47813

Dati aggiornati

al 23-04-2019

---------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2018
DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE.pdf
Documento Adobe Acrobat 618.6 KB
PROGETTO "STARE BENE INSIEME"
Relazione descrittiva presentata alla Fondazione CRC
PROGETTO STARE BENE INSIEME- RELAZIONE D
Documento Adobe Acrobat 405.0 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

 LA SCIENZA DELLE ORGANIZZAZIONI POSITIVE

Far fiorire le persone

e ottenere risultati

che superano le aspettative

 

Veruscka Gennari 

Daniela Di Ciaccio

 

FRANCO ANGELI editore

 

Questo libro sfida il modello organizzativo convenzionale, il sistema di valori, i principi e le credenze su cui oggi la maggior parte dei leader (manager, insegnanti, amministratori pubblici, imprenditori) fonda il proprio approccio al lavoro. Il testo integra le informazioni scientifiche e la letteratura manageriale, offrendo un risvolto pratico, grazie alle voci di esperti e a diverse storie italiane di successo, che dimostrano che un nuovo modo di fare impresa, scuola, informazione e amministrazione esiste già nel nostro Paese.

 

Siamo sicuri che i modelli organizzativi sui quali abbiamo costruito il mondo del lavoro siano gli unici possibili, i più adeguati a gestire la complessità e a garantirci l'evoluzione?

Questo libro sfida il modello organizzativo convenzionale, il sistema di valori, i principi e le credenze su cui oggi la maggior parte dei leader (manager, insegnanti, amministratori pubblici, imprenditori) fonda il proprio approccio al lavoro. Le scienze - dalla chimica all'epigenetica, dalla fisica alla biologia alle neuroscienze - ci offrono informazioni, dati ed esperienze solide e preziose per costruire un nuovo paradigma: la positività e il benessere "pagano" perché attivano i centri dell'apprendimento, della creatività e della concentrazione, innescando un circolo virtuoso che si traduce in maggiore produttività e innovazione. 
Condividere uno scopo forte e collettivo, affiancare il paradigma emozionale a quello razionale, sperimentare la coerenza tra cultura e processi: così si creano organizzazioni in cui le persone fioriscono e ottengono risultati che superano le aspettative. 
Il libro integra le informazioni scientifiche e la letteratura manageriale, offrendo anche un risvolto pratico, grazie alle voci di esperti e a diverse storie italiane di successo, che dimostrano che un nuovo modo di fare impresa, scuola, informazione e amministrazione esiste già nel nostro Paese. 
Un percorso per quanti vogliano motivare e costruire organizzazioni positive e contribuire a ridisegnare la nostra società intorno ai principi della positività e del benessere.

Il libro è anche un portale digitale a cui potrai accedere liberamente utilizzando i QR Code che si trovano all'interno: risorse e approfondimenti, le case histories complete e mappe multimediali per entrare in relazione con il network. www.2bhappy.it

Veruscka Gennari, filosofa, divulgatrice, trainer e studiosa, è stata co-fondatrice e ha guidato la sede italiana di Six Seconds, network mondiale di Intelligenza emotiva applicata, lavorando per 12 anni come consulente al fianco di aziende, manager e team. Nel 2013 inaugura la fase 3.0 della sua vita: diventa mamma, si specializza in neuroscienze e scienza della Felicità. Nel 2014 fonda con Daniela 2BHappyAgency ed insieme nel 2016 sono invitate all'ONU per presentare il lavoro che svolgono in Italia. www.2bhappy.it


Daniela Di Ciaccio, sociologa, imprenditrice, insegnante yoga e ricercatrice, è stata HR manager, consulente e formatrice, progettando strumenti e metodologie per lo sviluppo di persone e organizzazioni. Dal 2012 si dedica alla ricerca e alla sperimentazione di pratiche spirituali e modelli integrati per il cambiamento positivo di persone e sistemi. Nel 2014 fonda insieme a Veruscka 2BHappyAgency.www.2bhappy.it