RIFLESSIONI SULLA GITA A BALMA BOVES (di Roberto Pacifico)



























Più hai poco e più sei umano...

Questo pensiero è quasi per intero il riassunto della gita a Sanfront, più precisamente a Balma Boves, dove con due giovani guide che facevano parte della associazione Marcovaldo, abbiamo percorso un sentiero attraverso la montagna . In alcuni passaggi intermedi ci hanno spiegato la storia, le date e il modo di vivere di alcune generazioni del passato. Abbiamo visto case rustiche, essiccatoi,stalle e locali adibiti per i lavori da svolgere nella vita quotidiana. Il tutto mi è sembrato molto interessante.

Ora è un ambiente protetto, chissà che non diventi un bel patrimonio naturale, perchè lo meriterebbe!!

Il gruppo era nutrito e come succede in gita sono state prese foto, fatte domande, scambiate mail per far conoscere meglio questi angoli di cultura a volte quasi dimenticati.

Un grazie a queste persone che aiutano a riscoprire queste belle realtà!

Dopo una breve pausa con i primi commenti a caldo, che direi positivi,purtroppo abbiamo 

dovuto tornare. E' stata proprio una bella giornata. Speriamo in altri appuntamenti futuri così interessanti.

 

 

 

ROBERTO  PACIFICO

MenteInPace, Cuneo

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Zenobia Mullins (domenica, 22 gennaio 2017 09:28)


    I am regular reader, how are you everybody? This article posted at this website is in fact pleasant.

ATTIVITA' MENTEINPACE 2018
MIP - ATTIVITA' 2018.pdf
Documento Adobe Acrobat 129.6 KB

 

Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

TOTALE VISITATORI

30084

TOTALE VISITE

45592

Dati aggiornati

al 19-03-2019

---------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2018
DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE.pdf
Documento Adobe Acrobat 618.6 KB
PROGETTO "STARE BENE INSIEME"
Relazione descrittiva presentata alla Fondazione CRC
PROGETTO STARE BENE INSIEME- RELAZIONE D
Documento Adobe Acrobat 405.0 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

PolisAnalisi.

Una clinica del sociale

 Filippo Pergola 

Leonardo Seidita 


pubblicato da Franco Angeli

Economia impazzita, distruzione della madre terra, xenofobia, sessismo, fondamentalismi, terrorismo hanno concause comuni. Peste emozionale, fuga del tempo, obesità tecnologica configurano un corpo sociale affetto da depressione mascherata da accelerazione. Le crisi generano identità fragili, ansietà, rancore, immobilismo e quindi paranoia: per semplificare i conflitti cerchiamo capri espiatori, costruendoci dei nemici e innalzando muri. Ogni situazione politica è espressione di un parallelo problema psichico presente in milioni d'individui; a sua volta ogni personalità è anche frutto del portato della storia e di visioni del mondo nel contesto sociale di appartenenza. Tutto quello che avviene nella città (polis) è un insieme di fatti psichici. La Polisanalisi è un cammino per ampliare le visioni (il capitale semiotico) e favorire l'empatia e la bellezza nell'incontro con l'Altro, dato che la quantità di violenza è proporzionale alla ristrettezza del proprio punto di vista. Una clinica per permettere una cittadinanza terrestre vissuta in fiducia, reciprocità e cooperazione; interconnettendoci con il locale, il globale, la natura. Una cura per riattivare desiderio e speranza attraverso la condivisione di doni (comunità). Iniziamo la lettura chiedendoci: che domanda poniamo all'Altro con la nostra storia e che domanda l'Altro ci pone con la sua storia?