FESTIVAL "INSIEME PER LA MUSICA" (Gruppo UFE e Associazione Immensa...mente di Roma)

Prima Edizione del Festival Insieme per la Musica: cantanti, cantautori e musicisti. L’idea nasce all’interno del Gruppo di Utenti e Familiari Esperti in salute mentale, frutto della proposta del musicista Ernesto Quartullo, membro attivo del gruppo UFE. Il progetto è realizzato in collaborazione con l’associazione di volontariato Immensa...Mente e con il patrocinio del IV Municipio del Comune di Roma, presidente Emiliano Sciascia. Il gruppo UFE opera, da diversi anni, in collaborazione con il Dipartimento di Salute Mentale della ASL Roma B per sviluppare un’attiva politica di integrazione e coesione sociale con la cittadinanza romana. Albert Einstein: "É più facile spezzare un atomo che un pregiudizio". ...Ma forse noi ci riusciremo! A tal fine l’Arte è uno strumento importante: l’Arte apre ed amplia i confini della nostra mente, suscita in noi emozioni da condividere con l’altro, unisce, libera e guarisce l’anima. Tra tutte le arti la Musica è una delle più amate e potenti. Emile Cioran: a che cosa faccia appello la musica in noi è difficile sapere; è certo però che tocca una zona così profonda che la follia stessa non riesce a penetrarvi. Perché non c'è nulla più della musica a svelarti fino in fondo: è sensibilità, è intuizione, è un mondo sottotraccia che non vuole e non chiede ragionamenti, che entra nella pelle, attraversa i corpi, si sparge per l'aria che respiriamo. Quindi sul palco della festa incontrerete artisti professionisti e non, utenti del DSM e non, esponenti di ogni genere musicale, formazione e nazionalità, tutti insieme: e la musica ci insegnerà che siamo tutti uguali, egualmente importanti, con gli stessi sogni, speranze ed emozioni. Come le note rosse disegnate rovesciate sulla locandina, forse i nostri artisti vi appariranno fuori dalle righe ma scoprirete che possiedono talenti preziosi e speciali. Del resto non si può capire la musica senza capire la società, non si può capire la società senza capirne la musica. 2 Parteciperanno a questa prima edizione: Maria Flavia Del Curatolo e Marco La Ferla (in veste di presentatori), gli artisti Ernesto Quartullo, Giovanni Savini, Musica in Cammino, Claudio Zilli, Serena Celeste, Angelo Gentile, Anna Maria D'Ubaldo, Michel Camilleaux. Ospiti d’eccezione: Sebastiano Ferrara ed i Baraonna (Vito Caporale, Delio Caporale, Daphne Nisi, Eleonora Tosto). Il festival si terrà sabato 14 novembre 2015 dalle ore 17:00 alle ore 19:30 presso il teatro Il Piccolo di Pietralata (http://www.ilpiccolodipietralata.com), Via della Stellaria, 7, 00158 Roma. Informazioni e prenotazioni: gruppoufe@gmail.com oppure 3665392918. Facebook fanpage: http://www.facebook.com/ufeinsiemeperlamusica Insieme per la Musica … Il teatro si trova a 400 metri dalla fermata della metro B PIETRALATA. Ascolta la musica: la musica non tradisce. La musica è il viaggio e la meta del viaggio stesso. Ogni artista è il benvenuto purché si abbia voglia di esprimersi…

Insieme per la Musica e con la Musica!

Scrivi commento

Commenti: 0

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE

VISITE: 115.030

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi 30 giorni: 106

Dati aggiornati

al 28-11-2021

---------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2020
DATI SITO 2014-2020.pdf
Documento Adobe Acrobat 798.9 KB

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

---------------------------

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 

 

PIGOZZI LAURA

TROPPA FAMIGLIA FA MALE

COME LA DIPENDENZA MATERNA CREA ADULTI BAMBINI (E PESSIMI CITTADINI)

Rizzoli

La famiglia, all'origine della civiltà, oggi ne sta decretando la fine. È una crisi che investe l'intera società perché ciò che accade all'interno della famiglia ha rilevanza sul sociale e sul futuro dell'uomo. I genitori hanno rinunciato al ruolo di guida proteggendo all'infinito i figli: è il plusmaterno che nasce dal fallimento della cura e sospende il momento della responsabilità. La generazione che ha contestato sta crescendo figli e nipoti docili, pronti all'assoggettamento. Cosa è successo? I giovani che non dissentono permettono al fantasma mai sconfitto dell'antica tendenza dell'essere umano alla sottomissione di giocare la partita della vita al posto loro, rovesciandola in morte. Laura Pigozzi, psicoanalista, esplora in questo saggio come lo scacco della famiglia sia la radice di una tragedia sociale più vasta e ferocemente distruttiva. Attraverso il concetto di disobbedienza civile elaborato da Hannah Arendt, prende forma in queste pagine una inedita rilettura delle origini del totalitarismo che per la prima volta riesce a spiegare le conseguenze politiche della pulsione di morte freudiana e ci permette di riscoprire alcuni casi emblematici di rapporti genitoriali fallimentari, come quello di Hitler con sua madre. «L'adattamento di un giovane» ci ricorda l'autrice «ha sempre qualcosa di immorale» perché sia un soggetto che una comunità si fondano sulla divergenza. È nelle famiglie che i ragazzi dovrebbero allenarsi a trovare lo slancio verso l'esterno, diventando adulti. Fallire questa trasformazione significa condannarli a un'eterna infanzia, che apre le porte non solo ai dittatori bambini ma anche a quelli veri.

 

CLICCA QUI

-----------------------------------------------------------

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

Per visitare il blog

CLICCA QUI