FESTIVAL "INSIEME PER LA MUSICA" (Gruppo UFE e Associazione Immensa...mente di Roma)

Prima Edizione del Festival Insieme per la Musica: cantanti, cantautori e musicisti. L’idea nasce all’interno del Gruppo di Utenti e Familiari Esperti in salute mentale, frutto della proposta del musicista Ernesto Quartullo, membro attivo del gruppo UFE. Il progetto è realizzato in collaborazione con l’associazione di volontariato Immensa...Mente e con il patrocinio del IV Municipio del Comune di Roma, presidente Emiliano Sciascia. Il gruppo UFE opera, da diversi anni, in collaborazione con il Dipartimento di Salute Mentale della ASL Roma B per sviluppare un’attiva politica di integrazione e coesione sociale con la cittadinanza romana. Albert Einstein: "É più facile spezzare un atomo che un pregiudizio". ...Ma forse noi ci riusciremo! A tal fine l’Arte è uno strumento importante: l’Arte apre ed amplia i confini della nostra mente, suscita in noi emozioni da condividere con l’altro, unisce, libera e guarisce l’anima. Tra tutte le arti la Musica è una delle più amate e potenti. Emile Cioran: a che cosa faccia appello la musica in noi è difficile sapere; è certo però che tocca una zona così profonda che la follia stessa non riesce a penetrarvi. Perché non c'è nulla più della musica a svelarti fino in fondo: è sensibilità, è intuizione, è un mondo sottotraccia che non vuole e non chiede ragionamenti, che entra nella pelle, attraversa i corpi, si sparge per l'aria che respiriamo. Quindi sul palco della festa incontrerete artisti professionisti e non, utenti del DSM e non, esponenti di ogni genere musicale, formazione e nazionalità, tutti insieme: e la musica ci insegnerà che siamo tutti uguali, egualmente importanti, con gli stessi sogni, speranze ed emozioni. Come le note rosse disegnate rovesciate sulla locandina, forse i nostri artisti vi appariranno fuori dalle righe ma scoprirete che possiedono talenti preziosi e speciali. Del resto non si può capire la musica senza capire la società, non si può capire la società senza capirne la musica. 2 Parteciperanno a questa prima edizione: Maria Flavia Del Curatolo e Marco La Ferla (in veste di presentatori), gli artisti Ernesto Quartullo, Giovanni Savini, Musica in Cammino, Claudio Zilli, Serena Celeste, Angelo Gentile, Anna Maria D'Ubaldo, Michel Camilleaux. Ospiti d’eccezione: Sebastiano Ferrara ed i Baraonna (Vito Caporale, Delio Caporale, Daphne Nisi, Eleonora Tosto). Il festival si terrà sabato 14 novembre 2015 dalle ore 17:00 alle ore 19:30 presso il teatro Il Piccolo di Pietralata (http://www.ilpiccolodipietralata.com), Via della Stellaria, 7, 00158 Roma. Informazioni e prenotazioni: gruppoufe@gmail.com oppure 3665392918. Facebook fanpage: http://www.facebook.com/ufeinsiemeperlamusica Insieme per la Musica … Il teatro si trova a 400 metri dalla fermata della metro B PIETRALATA. Ascolta la musica: la musica non tradisce. La musica è il viaggio e la meta del viaggio stesso. Ogni artista è il benvenuto purché si abbia voglia di esprimersi…

Insieme per la Musica e con la Musica!

Scrivi commento

Commenti: 0
ATTIVITA' MENTEINPACE 2018
MIP - ATTIVITA' 2018.pdf
Documento Adobe Acrobat 129.6 KB

 

Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

TOTALE VISITATORI

30034

TOTALE VISITE

45518

Dati aggiornati

al 18-03-2019

---------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2018
DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE.pdf
Documento Adobe Acrobat 618.6 KB
PROGETTO "STARE BENE INSIEME"
Relazione descrittiva presentata alla Fondazione CRC
PROGETTO STARE BENE INSIEME- RELAZIONE D
Documento Adobe Acrobat 405.0 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

PolisAnalisi.

Una clinica del sociale

 Filippo Pergola 

Leonardo Seidita 


pubblicato da Franco Angeli

Economia impazzita, distruzione della madre terra, xenofobia, sessismo, fondamentalismi, terrorismo hanno concause comuni. Peste emozionale, fuga del tempo, obesità tecnologica configurano un corpo sociale affetto da depressione mascherata da accelerazione. Le crisi generano identità fragili, ansietà, rancore, immobilismo e quindi paranoia: per semplificare i conflitti cerchiamo capri espiatori, costruendoci dei nemici e innalzando muri. Ogni situazione politica è espressione di un parallelo problema psichico presente in milioni d'individui; a sua volta ogni personalità è anche frutto del portato della storia e di visioni del mondo nel contesto sociale di appartenenza. Tutto quello che avviene nella città (polis) è un insieme di fatti psichici. La Polisanalisi è un cammino per ampliare le visioni (il capitale semiotico) e favorire l'empatia e la bellezza nell'incontro con l'Altro, dato che la quantità di violenza è proporzionale alla ristrettezza del proprio punto di vista. Una clinica per permettere una cittadinanza terrestre vissuta in fiducia, reciprocità e cooperazione; interconnettendoci con il locale, il globale, la natura. Una cura per riattivare desiderio e speranza attraverso la condivisione di doni (comunità). Iniziamo la lettura chiedendoci: che domanda poniamo all'Altro con la nostra storia e che domanda l'Altro ci pone con la sua storia?