"Liberiamo il PUF": parte la campagna per "occupare" i 18 alloggi disabitati nei palazzi finanziari di Cuneo (Simone Giraudi, Targatocn.it)

Il Palazzo degli uffici finanziari conta infatti 18 appartamenti disabitati da 15 anni: lo Sportello lancia una raccolta firme e si dimostra disposto a iniziare una lunga "lotta civile" perché siano dati alle famiglie sfrattate e in difficoltà

Sperano di ripetere il grandissimo successo della raccolta firme contro l'attuazione della (famigerata) legge Lupi sulle case popolari, i membri dello Sportello Casa di Cuneo, lanciando ufficialmente proprio oggi (4 novembre) la campagna di sensibilizzazione "Liberiamo il PUF".

Protagonista della nuova raccolta firme, il Palazzo degli uffici comunali di Cuneo: inaugurato il 15 novembre 2001, conta da quasi 15 anni ben 30mila metri quadri inutilizzati divisi in 18 appartamenti del tutto disabitati, per un costo di solo riscaldamento pari a circa 400mila euro all'anno (pagati dal demanio). Una situazione semplicemente inaccettabile per lo Sportello, specialmente quando in città ci sono più di 80 famiglie sfrattate e centinaia che hanno fatto domanda di case popolari. Il PUF attualmente presenta anche diversi danni strutturali, allagamenti e infiltrazioni, nell'apparente silenzio dell'Amministrazione comunale.

Lo stato in cui versa il PUF, però, non è certo un problema "di oggi"; già nel 2013 la Senatrice Patrizia Manassero ha inviato al Ministero dell'Economia un'interrogazione in merito, attualmente ancora senza risposta, e lo stesso Sindaco di Cuneo Federico Borgna si è dimostrato interessato a risolvere in qualche modo la situazione.

"Siamo legati al tema della casa" ha detto Carlo Masoero, coordinatore dello Sportello, nel corso della conferenza stampa tenutasi questa mattin (4 novembre), "e abbiamo tutta l'intenzione non solo di portare la questione davanti al Prefetto, ma anche di "animare" il prossimo Consiglio comunale e spingere i consiglieri a inserire il PUF in un ordine del giorno. Ci auguriamo che il Consiglio voti all'unanimità, com'è successo nel caso della vendita all'asta delle case popolari: nel caso non si riesca però a trovare una vera e propria soluzione, siamo pronti a rispondere alla popolazione cuneese anche attraverso l'adozione di pratiche di "lotta civile" non conosciute e non convenzionali nel capoluogo".

Le premesse, però, ci sono tutte: attorno alla campagna "Liberiamo il PUF" è già sorta una vera e propria "coalizione sociale", che ha già visto la FIOM, la Caritas, Libera e e la Pastorale Lavoro dare il proprio incondizionato appoggio.

"Vogliamo fare del PUF un esempio della lotta per il diritto della casa", aggiunge Fabio Panero, "e grazie alla rete di associazioni cuneesi forse può essere possibile". "Al contrario di ciò che si sente dire in giro, l'emergenza casa nella città di Cuneo esiste: siamo al top nella lista del numero di sfratti esecutivi. In senso istituzionale a Cuneo si potrebbe fare qualcosa di più, volendolo; il punto non può essere costruire, ma recuperare l'esistente, però occorono scelte politiche differenti."

La campagna di raccolta firme, appena partita, sembra quindi interesserà la città per diversi dei mesi in arrivo: il direttivo dello Sportello Casa non si è ancora posto un "limite" di tempo, e nemmeno di un tetto massimo di firme da raggiungere. "Sicuramente", chiosa Panero, "questa non sarà una campagna d'opinione. Sarà una campagna ben diversa dal solito."


 simone giraudi

www.targatocn.it

Scrivi commento

Commenti: 0

 

Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

TOTALE VISITATORI

39464

TOTALE VISITE

57621

Dati aggiornati

al 16-09-2019

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2018
DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE.pdf
Documento Adobe Acrobat 618.6 KB

Referenti del Movimento “Le Parole Ritrovate”

a cui ci si può rivolgere per informazioni e collaborazioni

nelle regioni d’Italia dove il movimento è presente

 

vai anche alla pagina CONTATTI

Movimento LE PAROLE RITROVATE
Elenco Referenti regione per regione
elenco referenti regionali.pdf
Documento Adobe Acrobat 196.6 KB

----------------------------------------------

ATTIVITA' MENTEINPACE 2018
MIP - ATTIVITA' 2018.pdf
Documento Adobe Acrobat 129.6 KB
PROGETTO "STARE BENE INSIEME"
Relazione descrittiva presentata alla Fondazione CRC
PROGETTO STARE BENE INSIEME- RELAZIONE D
Documento Adobe Acrobat 405.0 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

 Gyalwa Dokhampa

LA MENTE TRANQUILLA

Un nuovo modo di pensare, un modo nuovo di vivere

 

Astrolabio-Ubaldini Editore

 

collana: Civiltà dell'Oriente
pagine: 168
prezzo: € 16.00 

 

Nella tradizione buddhista la mente tranquilla è aperta, attiva, pronta a ricevere e dare. Conoscere la mente è il primo e fondamentale passo per indirizzare pensieri, parole e azioni e concentrarsi su ciò che davvero si può cambiare nella propria vita. Questo libro offre al lettore una serie di strumenti, teorici e pratici, per comprendere la vera natura di noi stessi e degli altri. Attraverso la respirazione, la meditazione, la contemplazione e la presenza mentale sarà possibile portare tranquillità alla mente agitata dalle contingenze del quotidiano, e semplicemente essere, aprendosi al mondo e alla vita.

 

 

http://www.astrolabio-ubaldini.com/scheda_libro.php?libro=1386

 

Turismo
in Langa

Inaugurazione del Museo della Battaglia di Ceresole d’Alba

A seguito del lavoro svolto dal Comune di Ceresole d’Alba, dal Comune e dall’Ufficio del Turismo di Saint – Paul – de – Vence all’interno del progetto europeo SuCCeS, venerdì 27, sabato 28 e domenica 29 settembre 2019 verrà inaugurato il Museo della Battaglia di Ceresole d’Alba (muBATT).
Per l’occasione saranno organizzate numerose attività, pubbliche e riservate, per visitare il nuovo spazio espositivo e per scoprire le vicende e le curiosità di una delle più importanti battaglie combattute da eserciti stranieri in territorio italiano.

 

Per saperne di più

http://www.turismoinlanga.it/it/inaugurazione-del-museo-della-battaglia-ceresole-dalba/

LA CUCINA LIGHT DI GELSO

TIRAMISÙ CREMOSO ALLA PANNA

Cari lettori,

in molti mi chiedete di svelarvi il segreto per preparare un tiramisù cremoso e compatto, ma allo stesso tempo leggero e spumoso. Per questo ho pensato di pubblicare la ricetta del mio tiramisù cremoso alla panna! In questa ricetta la panna montata prende il posto degli albumi montati a neve e il risultato è davvero sorprendente! Di norma non amo preparare il tiramisù in pirofila, preferendo invece le monoporzioni al bicchiere o in barattolo, proprio perché difficilmente il tiramisù classico riesce a reggere la prova taglio con conseguenti crolli e sbavature che preferisco evitare essendo una fobica della precisione, in senso buono, ovviamente 😉 La ricetta del tiramisù cremoso alla panna, al contrario, vi permetterà di ottenere una bella fetta regolare e stabile. Ecco come procedere!

CLICCA SU:

http://blog.giallozafferano.it/gelsolight/tiramisu-cremoso-alla-panna/