COMUNICATO DEGLI UFFICI CUNEESI DELLA PASTORALE SOCIALE E DEL LAVORO - In relazione al problema MICHELIN

Riceviamo alla nostra casella di posta elettronica menteinpace@libero.it e volentieri pubblichiamo


COMUNICATO DEGLI UFFICI CUNEESI DELLA PASTORALE SOCIALE E DEL LAVORO


In relazione al problema MICHELIN

Il lavoro non è necessario solo per l’economia, ma per la persona umana, per la sua dignità, per la sua cittadinanza, e anche per l’ inclusione sociale”. Papa Francesco, Torino, 21/06/2015

I responsabili della Pastorale Sociale e del Lavoro delle Diocesi di Alba, Cuneo, Fossano, Mondovì, Saluzzo si sono incontrati a Fossano il giorno 5 novembre c.m. per esaminare la difficile situazione sociale emersa a Fossano e in Provincia in seguito alla decisione della Michelin Italiana di ridurre drasticamente la propria attività in Piemonte, in particolare con la chiusura dello stabilimento di Fossano che attualmente dà lavoro a più di 400 persone. In attesa di più precise informazioni, mentre incoraggiano Azienda e Organizzazioni Sindacali al dialogo e ad un proficuo confronto, esprimono le seguenti riflessioni:

- la crisi ci richiama a riaffermare l’importanza del lavoro, di un lavoro per tutti, della difficoltà a controllare gli effetti della globalizzazione che possono avere ricadute gravissime a livello locale, il dovere che ciascuno assuma le proprie responsabilità, l’imperativo di muoversi secondo le esigenze del bene comune;

- occorre un impegno dei cristiani nel loro ambiente di vita ed in particolare in quello del lavoro affinché gli eventi seguano logiche di giustizia, di solidarietà, di fraternità;

- si impone una vigilanza operosa a fronte delle conseguenze della crisi, anzitutto creando e sostenendo reti  di dialogo tra tutti i soggetti coinvolti nel problema: i lavoratori, i sindacati, gli amministratori pubblici, l’impresa e tutti i cittadini responsabili.

Alle comunità cristiane presenti nelle nostre diocesi  propongono momenti di informazione, riflessione e confronto su questa realtà problematica, che non è la sola sul nostro territorio e non sarà l’ultima, sulle temute conseguenze, sulle alternative possibili, sulle solidarietà necessarie.

Invitano alla preghiera rivolta al Signore, possibilmente nel corso delle messe,  affinché illumini tutti i responsabili di decisioni così drammatiche. 



Per contatti e incontri
:

Flavio don Luciano – direttore ufficio della pastorale sociale e del lavoro (PSL) Diocesi di Cuneo e di Fossano e incaricato regionale per la pastorale sociale e del lavoro -  342.3967580 –pslavoro@diocesicuneo.it

Marco don Testa – direttore ufficio PSL Diocesi di Saluzzo – 348.4210353 – pemarcot@alice.it

Corrado don Avagnina – direttore ufficio PSL Diocesi di Mondovì – 3356243079 –redazioni@unionemonregalese.it

Piero Reggio –  ufficio PSL Diocesi di Alba – 335.7801326 – piero.reggio@alice.it

Fossano, 6 novembre 2015 

Scrivi commento

Commenti: 0
ATTIVITA' ASSOCIATIVA 2017
MIP - ATTIVITA' 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 138.4 KB
BILANCIO CONSUNTIVO 2017
MIP - B. CONSUNTIVO 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 353.7 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

 

Primo Levi

I SOMMERSI

E I SALVATI

Einaudi Edizioni

 

«Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario, perché ciò che è accaduto può ritornare, le coscienze possono nuovamente essere sedotte ed oscurate: anche le nostre».

Primo Levi

 

 

Quali sono le strutture gerarchiche di un sistema autoritario e quali le tecniche per annientare la personalità di un individuo? Quali rapporti si creano tra oppressori e oppressi? Chi sono gli esseri che abitano la "zona grigia" della collaborazione? Come si costruisce un mostro? Era possibile capire dall'interno la logica della macchina dello sterminio? Era possibile ribellarsi? E ancora: come funziona la memoria di un'esperienza estrema? Le risposte dell'autore di Se questo è un uomo nel suo ultimo e per certi versi piú importante libro sui Lager nazisti. Un saggio imprescindibile per capire il Novecento e ricostruire un'antropologia dell'uomo contemporaneo.