LE NOVITA' DI GENNAIO AL QI Centro di Aggregazione Giovanile di Cuneo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cari soci, amici e sostenitori del Qi

vi ricordiamo

fino al 10 GENNAIO

 MERCANDO' il temporary shop            

Vi aspettiamo insieme a

ElimondHandMade, eco-design

https://www.facebook.com/ElimondHandMade/?fref=ts,

Perl'Aura creatrice di Bijoux,

https://www.facebook.com/www.bottegadeifolletti.it/?fref=ts

Gianmario Vigna ceramiche,

i primi tre creativi cuneesi che vi propongono i loro manufatti.

 

VENERDI' 8 GENNAIO 2016

inMostraQi vi offre

 ISABELLA PRIMERANO - SENSAZIONI         

Una rassegna basata su sensazioni ed emozioni da me provate, che mi hanno fatto riflettere o che mi hanno gettato nello sconforto e nella confusione.

Brevi periodi e vuoti estesi, piccole felicità e grandi insoddisfazioni scandiscono il senso di tutto questo. Questa mostra non vuole essere né un’esposizione arrogante, con il fine di mostrare capacità artistiche e tecniche ben precise, né tantomeno una finestra su un'anima esibizionistica in cerca di autocompiacimento.

Semplicità, realtà e genuinità è ciò che si tenta di portare ai vostri occhi.

Una serie d’opere iniziate nell’aprile 2014 formano questa mostra; che da allora hanno avuto bisogno di tempo per concretizzarsi e crescere.

Non sono state scelte tanto perché le più belle o le meglio riuscite, ma perché figlie d’un certo periodo, una conseguenza dell’altra, una collegata all’altra.

Esse rappresentano consapevolezza e rimpianti, crescita e superamento.

Non fate domande: osservate, sentite, pensate, provate... così capirete.

 

DOMENICA 10 GENNAIO ore 16:00

 TORNEO di FIFA16 su PS3                     

Fase a gironi [dettagli nell'allegato]

e come sempre dalle ore 18:00

 LAZY SUNDAY                                          

nella solita formula: calciobalilla, tennistavolo e abbondante apericena.

 

TUTTI NOI DELLO STAFF DEL Qi VI

AUGURIAMO   UN MERAVIGLIOSO 2016.


Qi - Centro di Aggregazione Giovanile
Corso V. Emanuele II, 33
Cuneo
Tel. 0171/070422
sy.qi33@gmail.com <sy.qi@gmail.com>
www.qi33.it

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0
ATTIVITA' MENTEINPACE 2018
MIP - ATTIVITA' 2018.pdf
Documento Adobe Acrobat 129.6 KB

 

Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

TOTALE VISITATORI

30034

TOTALE VISITE

45518

Dati aggiornati

al 18-03-2019

---------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2018
DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE.pdf
Documento Adobe Acrobat 618.6 KB
PROGETTO "STARE BENE INSIEME"
Relazione descrittiva presentata alla Fondazione CRC
PROGETTO STARE BENE INSIEME- RELAZIONE D
Documento Adobe Acrobat 405.0 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

PolisAnalisi.

Una clinica del sociale

 Filippo Pergola 

Leonardo Seidita 


pubblicato da Franco Angeli

Economia impazzita, distruzione della madre terra, xenofobia, sessismo, fondamentalismi, terrorismo hanno concause comuni. Peste emozionale, fuga del tempo, obesità tecnologica configurano un corpo sociale affetto da depressione mascherata da accelerazione. Le crisi generano identità fragili, ansietà, rancore, immobilismo e quindi paranoia: per semplificare i conflitti cerchiamo capri espiatori, costruendoci dei nemici e innalzando muri. Ogni situazione politica è espressione di un parallelo problema psichico presente in milioni d'individui; a sua volta ogni personalità è anche frutto del portato della storia e di visioni del mondo nel contesto sociale di appartenenza. Tutto quello che avviene nella città (polis) è un insieme di fatti psichici. La Polisanalisi è un cammino per ampliare le visioni (il capitale semiotico) e favorire l'empatia e la bellezza nell'incontro con l'Altro, dato che la quantità di violenza è proporzionale alla ristrettezza del proprio punto di vista. Una clinica per permettere una cittadinanza terrestre vissuta in fiducia, reciprocità e cooperazione; interconnettendoci con il locale, il globale, la natura. Una cura per riattivare desiderio e speranza attraverso la condivisione di doni (comunità). Iniziamo la lettura chiedendoci: che domanda poniamo all'Altro con la nostra storia e che domanda l'Altro ci pone con la sua storia?