NOVITA' DAL COORDINAMENTO NAZIONALE DE "LE PAROLE RITROVATE" A BOLOGNA (di Mila Brollo)

19 dicembre 2015 Coordinamento nazionale di Parole Ritrovate a Bologna.

Era un po’ che mancavo. Ed era un bel po’ che mi mancava.

Stessa stanza, amici nuovi e vecchi, piacere di esserci.

Due i punti all’ordine del giorno:

1) Giro d’Italia da me proposto

2) Legge 2233 e prossimi importanti incontri.

 

2) Per semplificare riassumo il 2° punto che forse è il più chiaro. La legge sta per essere discussa e ci sarà un importante incontro organizzato dal PD per avviare la riflessione probabilmente il giorno 16 marzo a Roma. Tutti invitati a esserci.

Ci sarà il movimento PR, (tanti tanti) ed anche le voci contrarie, cosicché si potrà  migliorare il migliorabile con l’apporto di tutti, perché il bene è sempre nemico del meglio.

Confermate le date degli incontri italiani ed anche quello del Friuli, che sarà il 5 o il 12 febbraio a Udine (questo in base agli impegni di Ezio Casati) . Sarà importante coinvolgere tutti gli aderenti al PD. Della psichiatria, saranno certamente presenti gli utenti e famigliari dell’associazione fareassieme FVG di Gemona del Fruli, che hanno richiesto questo incontro per capirne di più.

1)   giro d’Italia in bici. Io, Mila, a giugno proposi di utilizzare un mio viaggio  in bici da nord a sud come evento mediatico per coagulare come già fatto in anni passati, il movimento di Parole Ritrovate d’Italia. E’ da un po’ che tra le chiacchiere sentite in giro si “rimpiangevano” le belle occasioni di movimento e fantasia fornite dagli eventi nazionali di fareassieme di un tempo, come appunto il “giro d’Italia”, la costruzione della scuola a Mujeje ed anche il viaggio in treno per Pechino .

Tutti i presenti accettano la proposta e dunque si prosegue la discussione su alcuni punti da definire meglio (ed altri ne verranno ancora)

Il viaggio inizierà da Gemona del Friuli (estremo nord est) e percorrerà l’intera penisola. Userò come mezzo una bici assistita. Ci sarà bisogno di una raccolta fondi  “creativa” per finanziare in parte il viaggio e in parte eventuali altre possibili iniziative da svolgere in un tempo successivo (affitto di casa di vacanze di promozione benessere per tutte le realtà che ne vorranno usufruire…?)

Per l’autofinanziamento chi più ha idee più ne metta: cene sociali, libricini su cartone, mattoncini ad hoc da offrire nelle diverse realtà sparse per l’Italia, ma anche concerti e mille altre idee che possono stimolare i nostri gruppi in un movimento centrato sulla positività. Passate qualsiasi forma di idea. Grazie!

Poi (ahi ahi che dolore) ho estratto la mia mappona d’Italia e abbiamo iniziato ad segnare i luoghi significativi di  parole ritrovate, dove, se attraversati, si potrebbero svolgere incontri di vario genere inerenti il fareassieme.

Dovrei secondo quanto emerso, fare i miracoli ragazzi!!! Non solo tutta Italia in lunghezza, ma anche a zig zag: Paura!

Onestamente non credo di potercela fare ed inoltre se girovago per il nord italia, mediaticamente non funziona per niente. Si è pensato di optare anche per alcune tratte in treno, vista la vastità di questo stivalone, ma a me la cosa non garba tanto, perché "sporca" il giro .

Comunque sarebbe mia idea di farne “senza bici” il meno possibile e di coprire possibilmente tutti i luoghi di PR  sulla mia strada o quasi. Studierò insieme a chi mi sta aiutando il percorso. Comunque, i luoghi significatvi per PR identificati sono sotto elencati.

Se ce ne fossero degli altri, senza garanzia da parte mia di passaggio, indicatemeli subito perché già da domani sarà allo studio il percorso tenendo conto che la pazzesca idea è di andare da nord a sud.

Da est a ovest, sarà un prossimo viaggio, magari questo si, non più solitario ma fattoassieme.

      Gemona del Friuli

Trento

  Thiene

Milano

Torino

Cuneo

Genova

Parma/Modena

                             Bologna

                             Prato

                             Siena

                             Gubbio

                             Roma

                             Napoli

                             Palermo

Il nord, come si vede,  è delirio, ma si sa, siam matti. Lungo la strada conto sull’ospitalità delle persone, in particolare delfareassieme, con possibilità di deposito bici e ricarica batterie, cena senza glutine e vegetariana. Non sarebbe male anche un massaggiocon olio d’arancio … ;-)  (scherzo, naturalmente)

Un minimo di supporto economico, sarà forse necessaria (ho in vista alcune sponsorizzazioni che dovrebbero esser quasi sufficienti).

Ma potrebbe diventare, questa raccolta fondi, anche  il modo per "rimetterci in circolo" e per pensare ad un'altra iniziativa che ci coinvolga di nuovo in modo creativo e produttivo

Noi “friulani” forniremo qualcosa tipo mattoncini da vendere.Dobbiamo ancora pensarci, in realtà.

Questo è un mio sogno e l’ho allargato a PR con la speranza che sia di qualche utilità. Spero di poter parlare insieme alle persone che incontrerò, alla trasmissione caterpiller, ai gruppi di Pr, DEL NOSTRO MOVIMENTO, di psichiatria, di utenti, operatori e famigliari che collaborano, del nostro moDO "gioioso",  del fareassieme che tante cose ha prodotto e delle tante che produrrà. 

Farò questo viaggio in nome di ogni persona che non può per qualche motivo intraprenderne uno simile e per tutti quelli che, loro malgrado, nella disperazione, sono costretti ad attraversare terre e confini in viaggi ben più impegnativi del mio. La mia fatica per la loro fatica. 

Un proverbio africano dice:

se si sogna da soli, è solo un sogno.

Se si sogna insieme, è la realtà che comincia

Noi del fareassieme lo sappiamo bene!

Un bacio, un abbraccio e... io speriamo che me la cavo

Mila Brollo

 

PS IMPORTANTE
Prossimo incontro del coordinamento a Bologna sabato 30 gennaio dalle 10.00 alle 15.00 nella consueta sede dei gruppi AMA.

Scrivi commento

Commenti: 0

----------------------------------------------

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE VISITATORI:44751

 

TOTALE VISITE: 64940

 

MEDIA GIORNALIERA VISITATORI

negli ultimi 30 giorni36

 

MEDIA GIORNALIERAVISITE 

negli ultimi 30 giorni:49

 

Dati aggiornati

al 18-02-2020

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2019
DATI SITO 2014-2019.pdf
Documento Adobe Acrobat 797.1 KB
PROGETTO "STARE BENE INSIEME"
Relazione descrittiva presentata alla Fondazione CRC
PROGETTO STARE BENE INSIEME- RELAZIONE D
Documento Adobe Acrobat 405.0 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

Luigi CIOTTI

 

DROGA

Storie che ci riguardano

 

Edizioni Gruppo Abele

 

Questo è un libro che parla di droghe. E lo fa per scongiurare un grande rischio che questo tema porta con sé: che a occuparsene siano demagoghi incompetenti e spregiudicati, condizionati dalla più potente e diffusa delle droghe: quella del potere.
Partendo da un’esperienza di quasi cinquant’anni – don Luigi Ciotti aprì il primo centro di accoglienza per tossicodipendenti in Italia nel 1973 – Droga. Storie che ci riguardano affronta la complessità dell’argomento dell’uso e abuso di sostanze e degli effetti di queste sulle vite di tutti giorni. Racconta le storie umane dietro la dipendenza, denuncia il narcotraffico – il più redditizio business delle mafie – e stimola un impegno costante verso il raggiungimento di normative e metodologie di recupero che siano umane, che non puniscano ma valorizzino la dignità e la ricerca di autonomia. «Sì, le sostanze stupefacenti possono uccidere. Non solo con l'overdose ma con leggi repressive, che nel consumatore vedono il criminale e non la persona fragile e bisognosa di aiuto»

 

 

Dall'indice: 

Droghe: storie e numeri - L’età dell’iniziazione - La solitudine nell’epoca di Internet - Le droghe più diffuse - Quando le droghe uccidono - Aiuto, cura o punizione? - “Educare, non punire” - L’Aids, ieri e oggi - Anche la legge può uccidere - Chi gestisce il narcotraffico (e quanto guadagna) - Proibita o legale? - A che punto siamo - La cultura del limite non è rinuncia ma scoperta di felicità

 

 

Turismo
in Langa

   Caccia al          Tesoro        1 maggio

2020

Organizzata da Turismo in Langa, la Caccia al Tesoro è un gioco non competitivo con il classico formato di percorso ad indizi. L’itinerario si snoda tra le magnifiche colline delle Langhe, Patrimonio dell’Umanità UNESCO e andrà percorso in automobile o in motocicletta, per permettere ai partecipanti di visitare un’ampia fetta del territorio delle Langhe.

I giocatori, divisi in squadre da massimo 5 persone, seguiranno itinerari differenziati, ma omogenei per caratteristiche, lunghezza, tour e location. Si visiteranno paesi, cantine e castelli e in ogni location sarà possibile cimentarsi in una prova di gioco, degustando vini e prodotti del territorio.

Costo di partecipazione: 25 euro a persona
Per acquistare l’esperienza, scrivi a info@turismoinlanga.it o chiamaci al numero 0173 364030

Clicca qui per vedere il trailer dell’evento!

 

Gazpacho

La ricetta che seguo da anni è quella che più mi piace portare a tavola quando i pomodori sono al giusto grado di maturazione e la calura estiva ha bisogno di una zuppa fredda rinfrescante come questa! Di solito porto in tavola il Gazpacho con crostini e cubetti di cetriolo o di peperone verde. La cremosità e il gusto di questo piatto sapranno conquistarti, è semplice da preparare e non occorre cottura, ma un riposo in frigo di circa un’ora prima della sua consumazione. Se non disponi di mixer con lama grande, puoi sempre usare un frullatore classico!

 

Per la ricetta e la preparazione clicca su

https://unabloggerincucina.it/gazpacho-2/