LE COMUNITA' AUTOFINANZIATE (Acaf Italia)

COSA SONO LE COMUNITA' AUTOFINANZIATE? 

 

IL CASO DELL'ASSOCIAZIONE ACAF Italia

 

 

 

ACAF Italia, Associazione delle Comunità AutoFinanziate Italia, è un’organizzazione torinese no profit che ha come finalità la lotta contro la povertà, la vulnerabilità sociale e l’esclusione sociale e finanziaria. ACAF Italia persegue i suoi obiettivi attraverso la promozione della cultura del risparmio, l’innovazione finanziaria e lo sviluppo di organizzazioni di base comunitaria riconducibili ai gruppi di auto-mutuo aiuto.

L’organizzazione nasce nel 2012 come iniziativa di un gruppo di giovani desiderosi di partecipare alla creazione di una nuova economia gestita dalle proprie comunità che avesse, inoltre, le potenzialità di raggiungere le fasce più deboli della società italiana attraverso un innovativo modello di microfinanza: le Comunità AutoFinanziate (CaF).

ACAF Italia, operando nel campo dell’alfabetizzazione ed educazione finanziaria, fornisce la metodologia e la formazione necessaria per sostenere un maggior empowerment delle comunità locali.

ACAF Italia lavora con tutti tipi di persone, comunità e gruppi sociali che abbiano fatto la scelta volontaria di intraprendere il cammino verso una economia legata maggiormente ai rapporti e le relazioni umane. Può inoltre collaborare con associazioni, fondazioni, enti pubblici, scuole, università o privati che condividano il suo approccio di empowerment personale e comunitario nonché i suoi principi e valori.

 

Per info vai su: http://www.acafitalia.it/

Scrivi commento

Commenti: 0
ATTIVITA' ASSOCIATIVA 2017
MIP - ATTIVITA' 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 138.4 KB
BILANCIO CONSUNTIVO 2017
MIP - B. CONSUNTIVO 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 353.7 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

Alda Merini

 

IL SUONO DELL'OMBRA

Mondadori

 

Poetessa amatissima, personaggio trasgressivo e commovente che ha saputo parlare direttamente al cuore del popolo, Alda Merini ha rappresentato un caso del tutto particolare nella storia letteraria del Novecento italiano. In questa ricca antologia, che ne raccoglie tutti gli scritti importanti in poesia e in prosa, sono riproposte per intero le raccolte poetiche degli inizi: "La presenza di Orfeo" (1953), "Nozze romane" (1955), "Paura di Dio" (1955), "Tu sei Pietro" (1962), nelle quali si intrecciano temi mistici e slanci erotici, interrogativi estremi senza risposta. Il volume comprende poi notissimi e più recenti titoli come "Vuoto d'amore" (1991), "Ballate non pagate" (1995), "Superba è la notte" (2000) e "Il carnevale della croce" (2009). In questi versi l'autrice conferma la potenza della sua lirica, estranea a qualunque "linea" o "corrente", nella quale si mescolano passione e tenerezza, ironia e sarcasmo, gioco e disperazione, nel segno di un'urgenza assoluta di fare poesia. Le prose autobiografiche "L'altra verità" (1986) e "Lettere al dottor G." (2008), infine, testimoniano la straziante discesa negli inferi del manicomio.