V° GIORNATA NAZIONALE DEL FIOCCHETTO LILLA (Centro per i Disturbi del Comportamento Alimentare di Cuneo)

 

 

V° Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla

 

Il Centro dei Disturbi del Comportamento Alimentare di Cuneo si fa promotore sul territorio cuneese della Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla dedicata all’informazione ed alla sensibilizzazione sulle problematiche legate ai Disturbi del Comportamento Alimentare ed ai relativi possibili percorsi di cura.

Martedì 15 marzo 2016 l’ambulatorio dedicato sarà aperto alla cittadinanza dalle ore 9.00 alle ore 15.30. L’iniziativa ha lo scopo di promuovere l’impegno e la presa di consapevolezza verso i Disturbi del Comportamento Alimentare, far conoscere il Centro e le attività a carattere terapeutico-riabilitativo da esso proposte. Il Centro fa parte della Struttura Complessa di Psichiatria Territoriale di Cuneo all’interno del Dipartimento di Salute Mentale ASL CN1, sito in corso Francia n.10 presso la sede distaccata dell’ASL “Villa Santa Croce”.

Durante la Giornata Aperta sarà presente un’infermiera dedicata, la quale si è data disponibile per rispondere a domande o fornire informazioni specifiche a coloro che desiderano avere maggiori notizie riguardo ai Disturbi del Comportamento Alimentare ed al percorso di cura che offre il servizio. Sarà, inoltre possibile visitare il Centro e prendere parte ai laboratori di cartellonistica e di preparazione del semenzaio legati al progetto “Il Giardino delle ragazze di Cristallo”. Questo progetto vuole essere uno spazio ‘fisico’, un Giardino dei Sensi, la cui progettazione, realizzazione, manutenzione e apertura alla cittadinanza di Cuneo è motivo di risocializzazione, relazione e sperimentazione in luogo protetto al di fuori di un contesto istituzionale per gli utenti del servizio. Il “Giardino delle ragazze di cristallo” è un progetto in collaborazione con i volontari del gruppo Z di Zappa, con la Casa del Quartiere Donatello e l’Istituto Italiano di Permacultura. Il progetto è volto a realizzare il primo giardino-foresta a Cuneo: un giardino bello da vedere e buono da mangiare che pone fondamento nella biodiversità aiutando il terreno a rigenerarsi e che ha come nucleo il tema del cibo e della salute in un’ottica di condivisione.

 

 

 

 

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0

 

Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

TOTALE VISITATORI

38008

TOTALE VISITE

55821

Dati aggiornati

al 24-08-2019

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2018
DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE.pdf
Documento Adobe Acrobat 618.6 KB

Referenti del Movimento “Le Parole Ritrovate”

a cui ci si può rivolgere per informazioni e collaborazioni

nelle regioni d’Italia dove il movimento è presente

 

vai anche alla pagina CONTATTI

Movimento LE PAROLE RITROVATE
Elenco Referenti regione per regione
elenco referenti regionali.pdf
Documento Adobe Acrobat 196.6 KB

----------------------------------------------

ATTIVITA' MENTEINPACE 2018
MIP - ATTIVITA' 2018.pdf
Documento Adobe Acrobat 129.6 KB
PROGETTO "STARE BENE INSIEME"
Relazione descrittiva presentata alla Fondazione CRC
PROGETTO STARE BENE INSIEME- RELAZIONE D
Documento Adobe Acrobat 405.0 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

Vittorino Andreoli

LA GIOIA DI VIVERE

A piccoli passi verso la saggezza

 

Rizzoli Editore

283 pagg. € 12,00

 

https://www.rizzolilibri.it/libri/la-gioia-di-vivere-3/

 

Di fronte allo scorrere del tempo e alle difficoltà la maggior parte di noi si lascia schiacciare dalla “fatica di vivere”: siamo sempre in azione e mai soddisfatti, continuamente spinti – e insieme sopraffatti – dalle ambizioni, dalle circostanze, dalle paure. C’è però chi, al contrario, sa reagire anche nei momenti più complicati, confrontandosi con ciò che l’esistenza dona e trovando l’equilibrio che porta alla “gioia di vivere”. Proprio questa “gioia di vivere” è al centro del libro di Andreoli, che qui delinea un percorso per aiutarci a sviluppare la capacità, che tutti abbiamo dentro, di passare dalla dimensione dell’“io” a quella del “noi”, di coltivare i nostri legami e guardare in faccia il presente, liberandoci dai desideri irrealizzabili che rimandano sempre la gioia al futuro e dai rimpianti che ci respingono nel passato. Perché la scelta tra vivere male e vivere bene è nelle nostre mani e, se lo vogliamo, è possibile imparare a godere in tutta la sua pienezza di ciò che accade dentro e fuori di noi.

 

Note sull'Autore

Vittorino Andreoli, psichiatra di fama mondiale, è stato direttore del Dipartimento di Psichiatria di Verona - Soave ed è membro della New York Academy of Sciences. Tra le sue ultime opere pubblicate in BUR: Le nostre paure (2011), Elogio dell’errore (2012, con Giancarlo Provasi), Il denaro in testa (2012). Con Rizzoli ha pubblicato decine di saggi. Tra gli ultimi compare L'educazione (im)possibile (2014).