INIZIA IL GIRO D’ITALIA DELLE PAROLE RITROVATE (Mila Brollo)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cari amici di PR di tutta Italia: mancano pochi giorni, poi, parto!!!

Paura vera, ma ce la faremo insieme, ne son certa.

 

Ho il calendario definitivo per le prime tappe (quelle in grassetto sono quelle dove si stanno

organizzando eventi bellissimi per il mio passaggio):

 

venerdì             1 aprile                 Pordenone dintorni

sabato               2 aprile                Mestre (se Thiene mi vuole si potrebbe organizzare per quella sera

o pomeriggio tardi. Io arriverò verso le 15 a mestre

domenica                        3 aprile                 Rovigo vicinanze (c’è qualcuno che ha unamico a Polesella per

trascorrere la notte?)

lunedì                4 aprile Ferrara (c’è qualcuno che mi ospita?

martedì            5 aprile                Modena /Parma

merc                  6 aprile                Modena /Parma

giovedì              7 aprile                 ROMA (auto trasportata dal mitico Massimo)

Venerdì            8 aprile                Bologna

Sabato                                              Bologna

Dom             10  aprile   tappa intermedia tra Bo e Prato (prossimità di Castiglion dei Pepoli)

Lunedì          11 aprile  Prato

Martedì        12 aprile Prato

Merc             13                               tappa intermedia Monteriggioni

Giovedì         14 aprile  Paganico

Venerdì        15 aprile   Orbetello o Ansedonia

Sabato          16 aprile   Civitavecchia

Dome           17 aprile    Ladispoli (fermata amica)

Lunedì          18 aprile   Ladispoli e dintorni

 

Da   Martedì 19 al 24 aprile       scendo con calma fino a Na  poi rientro a Roma in treno e ritorno a Na il 29 aprile   (passo da Anzio, Terracina, Mondragone, Napoli)

 

 

Martedì  26                                    ROMA

 

Mercoled1 27                                   ROMA

Giovedì 28                                      ROMA

Venerdì 29 aprile                         Napoli (con treno, visto che ci ero già arrivata)

Sabato 30 aprile                            Amalfi

Domenica 1 maggio     proseguo….

 

(Quando indico la data di arrivo si intende nel pomeriggio o primo pomeriggio).

Beh, che dire: la cosa si fa grossa!

Se per ogni evento vi occupaste  della stampa locale sarebbe ottimo. Per quella nazionale dovremmo essere abbastanza coperti dalla trasmissione Caterpillar  RadioDue e dall’Ansa.

L’università di Trieste, vuole esserci alla grande, quindi mi patrocineranno e mi seguiranno sia per quanto riguarda la salute, insieme con Univ Pisa, sia per cartografia.

La Fiab (Federazione Italiana Amici Bicicletta, che patrocinia l’evento), si sta attivando moltissimo e cerco di coinvolgere anche Clown di Corsia e vari leader e teacher di Yoga delle Risata per organizzare belle “sessioni di risate” in piazza.

A Thiene, Modena, Parma, Bologna, Prato, Roma, si stanno scaldando i motori per incontri belli e bellissimi. Di Napoli non ho notizie, poi c’è un lungo tratto scoperto, lungo la Calabria, e varrebbe la pena recuperare qualcuno laggiù. Palermo saprò dire la data di arrivo fra pochissimi giorni e poi …. LAMPEDUSA!!!!

Ho sentito Ezio (onorevole Casati) e forse riesce a essere con noi a Lampedusa venerdì 3 Giugno, se c’è anche la Sindaca.

La mia associazione ha intenzione di venire a riprendermi laggiù anche perché ci sono pacchetti viaggio davvero economici per l’Isola e si contribuirebbe, se siamo tanti, all’economia degli eroici abitanti di Lampedusa  (pacchetto da sabato a sabato 360 euro viaggio e appartamento).

Manca qualcosa…? Sicuramente. Ogni giorno si aggiunge qualche pezzettino bello, perché questo è un evento semplice e piace a molti. Volevo che fosse una cassa di risonanza per il mio mondo e lo sarà. Ne sono felice e la mia fatica avrà un senso. Amo il mio lavoro e ultimamente mi sentivo davvero sottotono. Durante il viaggio  si parlerà di salute mentale, di positività, di quello che mi succederà anche, perché dovrò affrontare varie paure e limiti. Ma so che ci siete e non ho paura (non ho paura….!?!).

Al momento non ho sponsor se non l’associazione Fareassieme FVG, la mia associazione, che ha deciso in assemblea di sostenermi. Il viaggio avrà dei costi anche abbastanza elevati di vitto e alloggio e io lo svolgerò in regime di aspettativa non pagata, quindi se potete, contribuire con raccolta fondi “fantasiosa” come abbiamo già fatto per le altre iniziative di PR o attraverso il Crowdfunding che trovate indicato sotto. E diffondete.  E’ davvero importante per me.

Aggiorniamoci presto. Statemi vicino con il pensiero. E seguitemi sui social, cliccando mi piace etc etc. Più persone mi seguono e più i giornali ci daranno spazio.

Un abbraccio

 

Mila Brollo

 

Vi lascio i riferimenti social:

 

Crowdfunding (per versare contributo):  https://www.produzionidalbasso.com/project/biciterapia-di-una-mila-vagante/

 

Blog: biciterapia.it

 

Pagina FB:  https://www.facebook.com/BiciTerapia-di-una-Mila-Vagante-1564350617220407/photos_stream

 

Twitter:  https://twitter.com/milabrollo

 

Instagram: https://www.instagram.com/mila_vagante/

 

Podcast: http://www.radio2.rai.it/dl/portaleRadio/media/ContentItem-7de24ebe-4c8e-4677-9dac-1cf5cc2f3ce0.html23.2.2016 II parte

 

 

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0

 

Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

TOTALE VISITATORI

28292

TOTALE VISITE

43180

Dati aggiornati

al 15-2-2019

---------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2018
DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE.pdf
Documento Adobe Acrobat 618.6 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

 

Mario Maffi

1957. UN ALPINO ALLA SCOPERTA DELLE FOIBE

Gaspari Editore

 

Cinquant’anni dopo, i ricordi della ”missione segreta” emergono dalla memoria di Mario Maffi e si trasformano in racconto scritto, inseriti in una rapida rivisitazione autobiografica a tutto campo. “Scendere” in una foiba è come scendere nella storia, cogliendola in uno dei suoi momenti più spietati: i crani mescolati alla ruggine di una bicicletta, le ossa sparse tra cocci di vetro e pagliericci, sono una visione infernale. Per metà tomba e per metà discarica, la foiba rappresenta il rovesciamento dei valori, l’umiliazione dei corpi morti che si aggiunge alla ferocia sui vivi. È una pagina in più che ci restituisce i contorni di una tragedia lontana, attorno alla quale c’è ancora tanto da studiare e da scoprire: una pagina che porta anche noi lettori al fondo della “foiba”, con la suggestione inquietante di un buio carico di significati e di simboli. (dalla Prefazione di Gianni Oliva).

 

Mario Maffi racconta interessanti aneddoti di storia cuneese nel periodo della seconda guerra mondiale sino al dopoguerra, a cui aggiunge la missione segreta nelle foibe, assegnatagli come alpino esperto in speleologia. 

 

Note biografiche sull'autore

 

Mario Maffi,
(Cuneo 1933-2017) ufficiale esperto di mine ed esplosivi, speleologo e fotografo, viene convocato nel 1957 dal ministero della Difesa per una missione segreta che lo porta a diventare inconsapevole testimone di una delle più atroci pagine del secondo dopoguerra: le foibe. Tale esperienza rimase per 50 anni solo nella sua memoria perché coperta dal segreto militare.
È autore di studi storico militari fra cui L’onore di Bassignano - il maggiore piemontese che non volle fucilare gli alpini del Val d’Adige (Gaspari 2010).