L'ORO E IL FALCO Stage di Voce con Naira Gonzalez (Chivasso, Teatro a Canone)

Tecniche precise che ci permettono di mutare la rabbia in poesia, dare forza alla nostra voce senza strillare, renderla corposa capace di riempire tutto lo spazio, di pronunciare un testo di variegati colori, come un paesaggio fatto di fiumi, cascate, sole, neve...In un solo testo un universo.

E sia che si parli di dolcezza e o forza, di vita o di morte, di dolore e di gioia, aiutiamo la voce a mantenere la sua maestosità, il volo del falco posso paragonarlo al viaggio interiore che intraprendo con la voce, pur essendo un ave rapace è sempre maestoso quando plana e guarda la terra dal alto, il suo corpo è dolce e senza fatica si eleva in volo, è l'energia che lo muove cosi deve essere l'attore. Questo è esattamente il volo che dovremo fargli fare alla nostra voce. 
All'improvviso il falco vede una pepita d'oro dall'alto, la osserva e con un beccata la prende e se la porta al nido, cosi è la nostra anima se si eleva riesce a vedere l'oro che è dentro di noi.
Naira G.

Viaggio di voce è un gioco con l'immaginario; paesaggi, animali, colori...
Corpo e voce diventano una sola cosa.

Attraverso il gioco e la tecnica, spezziamo i blocchi che impediscono alla voce di uscire.

Lo stage è aperto a d'attori e anche a persone che non hanno mai fatto teatro. Non c’è un limite di età.

 
Teatro a Canone 
c/o IL CAMPUS - via Baraggino (snc), Chivasso (To)

Per info e iscrizioni: 338 7733736- naira.cocchieredelsogno@hotmail.it 
O Teatro a Canone: 3332014888

Il costo dello stage è di 80 euro.

Per raggiungerci:


autostrada A4 Milano-Torino uscita "Chivasso centro", via Baraggino CAMPUS di Chivasso casetta B11.

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    silvia mandich (sabato, 26 marzo 2016 11:48)

    Sono interessata allo stage l'oro e Il falco grazie

 

Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

TOTALE VISITATORI

28292

TOTALE VISITE

43180

Dati aggiornati

al 15-2-2019

---------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2018
DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE.pdf
Documento Adobe Acrobat 618.6 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

 

Mario Maffi

1957. UN ALPINO ALLA SCOPERTA DELLE FOIBE

Gaspari Editore

 

Cinquant’anni dopo, i ricordi della ”missione segreta” emergono dalla memoria di Mario Maffi e si trasformano in racconto scritto, inseriti in una rapida rivisitazione autobiografica a tutto campo. “Scendere” in una foiba è come scendere nella storia, cogliendola in uno dei suoi momenti più spietati: i crani mescolati alla ruggine di una bicicletta, le ossa sparse tra cocci di vetro e pagliericci, sono una visione infernale. Per metà tomba e per metà discarica, la foiba rappresenta il rovesciamento dei valori, l’umiliazione dei corpi morti che si aggiunge alla ferocia sui vivi. È una pagina in più che ci restituisce i contorni di una tragedia lontana, attorno alla quale c’è ancora tanto da studiare e da scoprire: una pagina che porta anche noi lettori al fondo della “foiba”, con la suggestione inquietante di un buio carico di significati e di simboli. (dalla Prefazione di Gianni Oliva).

 

Mario Maffi racconta interessanti aneddoti di storia cuneese nel periodo della seconda guerra mondiale sino al dopoguerra, a cui aggiunge la missione segreta nelle foibe, assegnatagli come alpino esperto in speleologia. 

 

Note biografiche sull'autore

 

Mario Maffi,
(Cuneo 1933-2017) ufficiale esperto di mine ed esplosivi, speleologo e fotografo, viene convocato nel 1957 dal ministero della Difesa per una missione segreta che lo porta a diventare inconsapevole testimone di una delle più atroci pagine del secondo dopoguerra: le foibe. Tale esperienza rimase per 50 anni solo nella sua memoria perché coperta dal segreto militare.
È autore di studi storico militari fra cui L’onore di Bassignano - il maggiore piemontese che non volle fucilare gli alpini del Val d’Adige (Gaspari 2010).