PRESENTAZIONE DELLA 2233 A FIRENZE E ULTIME DAL GIRO D'ITALIA DI MILA BROLLO ( Renzo De Stefani e Mila Brollo)

  1) Abbiamo ripreso i giri di presentazione della 2233 naturalmente col mitico on. Casati.

Il prossimo è a Firenze il 10 giugno (cfr volantino allegato). È organizzato dall’associazione progetto Itaca di Firenze che ha sedi in più parti di Italia e una importanze visibilità nazionale nonché buone pratiche diffuse. Dirige le danze Paolo Bazzoffi! Grazie Paolo! Seguirà Parma il 24 giugno. Di Parma vi aggiornerò meglio più avanti quando avrò la locandina.

 

  2)    Naturalmente sapete tutti che il 27 maggio siamo tutti ad Albano Laziale a festeggiare la 7^ Giornata Ufologica. Vi allego per mero scrupolo e per i super-ritardatari depliant e sistemazioni alberghiere e ci vediamo lì!

 

  3)    E poi GRAN FINALE con Mila la vagante che è stata a Palermo e che è data in viaggio per Lampedusa. Ma trovate tutto qui sotto.

 

Baci tanti

                                                                                Renzo De Stefani

 

Da Mila

Vi invio intanto questo. Per il resto, scriverò sugli incontri magici di questi giorni a Palermo. Un abbraccio a tutti!

altre cose sulla "contaminazione del Fareassieme" le trovate sul sito www.biciterapia.it

Sono in dirittura di arrivo. Presto sarò arrivata a Lampedusa e insieme a me, sull’isola, arriveranno anche altri amici della Salute Mentale incontrati lungo il mio giro. Forse anche gli amici palermitani appena conosciuti. Mi piacerebbe venissero tuttituttitutti: Chi volesse aggiungersi, lo facciaaaaaaaaaaaa!

Per info chiedere a  commerciale1@tourgest.com

Arriverò uno o due  giorni prima di tutti per aver modo di organizzare gli incontri.

Questa una ipotesi di programma per prenderci cura, dare cura e fare cura a noi tutti (è o non è BICITERAPIA????). Ogni partecipazione a cosa proposta, tranne forse l’incontro della sera, è assolutamente libera.

Io posso offrire lo Yoga della Risata perchè è cosa che fa bene al mattino, che può coinvolgere chiunque lo volesse praticare compresi i lampedusiani (lo faremo in un luogo pubblico del paese) e perchè ridere assieme è bellissimo.

(Prego Linda di aiutarmi a fare qualche locandina da portare per dare info ai locali su chi siamo e sul programma).

Sicuramente avremo l’onore di incontrare il Sindaco Giusi Nicolini, in data ancora da definirsi. Io l’adoro.

Propongo che ci si veda ogni giorno al calar della sera, per un breve scambio di riflessioni, idee, pensieri, per risolvere eventuali problemi e per farci mille carezze metaforiche e … anche qualcuna reale, perchè no?

L’isola è un luogo speciale e noi, sull’isola, siamo speciali. Ne avremo grande rispetto. In questi giorni c’è massima emergenza e dovremo sempre con grande attenzione, considerarlo.

Se sarà possibile, mi piacerebbe tanto organizzare una cena del “fareassieme” aperta a chi vive sull’isola:

IMPORTANTE: ognuno porti da casa qualche specialità da condividere!

Cercherò di coinvolgere quanti più possibile del luogo e …ormai mi conoscete, se so fare qualcosa, questo è il  genere  di cose che mi riesce ��

Tra noi ci sarà una cara amica artista-fotografa, Linda: potrebbe darci due o tre regole iniziali, già il primo giorno,  per fare scatti interessanti ?!

 

arrivo sabato 28.05

ore 18  I incontro tra tutti i partecipanti della biciterapiamila e informazioni varie

domenica 29.05

ore 8,30 Yoga della risata

ore 18 incontro di Parole Ritrovate a Lampedusa

lunedì 30.05

ore 8,30 Yoga della risata

escursione sull’isola

ore 18 incontro Parole Ritrovate a Lampedusa

martedì 31.05

ore 8,30 Yoga della risata

incontro con CSM dell’isola

incontro Parole Ritrovate a Lampedusa e cena del “Fareassieme”

Mercoledì 01.06

ore 8,30 Yoga della risata

ore 18 storia e storie di (quel) mare. Incotro con abitanti dell’isola

giovedì 02.06

ore 8,30 Yoga della risata

ore 18 incontro di Parole Ritrovate

venerdì 03.06

ore 8,30

Yoga della risata

Festa e cena del Fareassieme e saluti all’isola

sabato 04.06 Partenza ��


RAGAZZI, MA CI PENSATE? CE L’HO FATTA!

Grazie a tutti coloro che insieme a me ci hanno creduto.

 

Mila Brollo

Scrivi commento

Commenti: 0

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE

VISITE: 108.382

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi 30 giorni: 118

Dati aggiornati

al 17-09-2021

---------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2020
DATI SITO 2014-2020.pdf
Documento Adobe Acrobat 798.9 KB

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

---------------------------

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 

Michele Zappella

BAMBINI CON L’ETICHETTA

Dislessici, autistici e iperattivi: cattive diagnosi ed esclusione

Feltrinelli

Una nuova emarginazione, basata su diagnosi erronee di disabilità trasformate in etichette di “diversità” irrecuperabile, è in pieno sviluppo nel nostro paese e coinvolge un numero crescente di bambini e ragazzi. Si riferiscono ad abilità considerate oggi importanti anche in una prospettiva lavorativa, come leggere bene e relazionarsi agli altri adeguatamente. Spesso, infatti, ritardi di lettura vengono confusi con sintomi di dislessia, oppure si certifica l’autismo mentre si è di fronte a difficoltà del linguaggio, depressioni, mutismo selettivo, o persino transitorie timidezze. Come può avvenire tutto ciò? E con quali conseguenze? Cosa ha portato all’esplosione di diagnosi, spesso senza fondamento, negli ultimi anni? Come liberare i bambini da etichette che compromettono l’intera loro esistenza e quella delle loro famiglie? A queste e a molte altre domande risponde Michele Zappella. La ricca casistica e la profonda esperienza clinica e di ricerca dell’autore chiamano in causa la scuola, gli operatori professionali e le politiche di “sostegno” alla diversità. Zappella invita i genitori e gli educatori ad aprire gli occhi e a non cedere al fascino (in)discreto dell’etichetta, e i professionisti a mantenere aggiornata la cultura specialistica, sperimentando nuove modalità di approccio ai bambini che ne stimolino fantasia e creatività. Gli effetti possono essere sorprendenti!

CLICCA QUI

 

-----------------------------------------------------------

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

Per visitare il blog

CLICCA QUI