ARRIVEDERCI ADRIANA!

 

 

Oggi, Martedì 22 Agosto 2016, al Parco della Resistenza è stato dato l'ultimo saluto ad Adriana Mocellini, una dei soci fondatori di MenteInPace. 


Pubblichiamo due commenti di Maria Grazia Tomaciello e Meo Cometti.

 

.. Ho conosciuto Adriana nel 2003 quando ha preso avvio il percorso della Associazione MenteInPace..a cui lei ha dato molte delle sue energie...sul piano morale e umano..oltre che di indispensabile supporto organizzativo..
Ho apprezzato la sua coerenza...la sua intransigenza.. il suo cercare sempre il senso più vero dentro ai passi che faceva 'insieme' a tanti di noi.. uniti dalla volontà di giustizia e di sostanziale solidarietà per contrastare le fragilità e affermare la dignità delle persone...
Questi pensieri..queste emozioni mi restano di lei...e sono per me un dono...che mi lascia con la sua testimonianza di donna...compagna di un pezzo del mio viaggio in questa comunità.
Abbraccio tutti i suoi cari...


Maria Grazia

 

Bella e frequentatissima cerimonia funebre in onore di Adriana. Interessanti e commoventi i ricordi espressi da Calandri e da Ida Isoardi! Ciao Adriana. Continuerai a volare in alto, fiera della tua condizione di donna impegnata sempre nelle giuste cause, incorruttibile e intransigente.Ci mancherai. Un abbraccio a Franco Bagnis, al figlio e alla nipote.


Meo Cometti

 

nella foto la folla numerosa al momento del saluto

Scrivi commento

Commenti: 0
ATTIVITA' ASSOCIATIVA 2017
MIP - ATTIVITA' 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 138.4 KB
BILANCIO CONSUNTIVO 2017
MIP - B. CONSUNTIVO 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 353.7 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

Alda Merini

 

IL SUONO DELL'OMBRA

Mondadori

 

Poetessa amatissima, personaggio trasgressivo e commovente che ha saputo parlare direttamente al cuore del popolo, Alda Merini ha rappresentato un caso del tutto particolare nella storia letteraria del Novecento italiano. In questa ricca antologia, che ne raccoglie tutti gli scritti importanti in poesia e in prosa, sono riproposte per intero le raccolte poetiche degli inizi: "La presenza di Orfeo" (1953), "Nozze romane" (1955), "Paura di Dio" (1955), "Tu sei Pietro" (1962), nelle quali si intrecciano temi mistici e slanci erotici, interrogativi estremi senza risposta. Il volume comprende poi notissimi e più recenti titoli come "Vuoto d'amore" (1991), "Ballate non pagate" (1995), "Superba è la notte" (2000) e "Il carnevale della croce" (2009). In questi versi l'autrice conferma la potenza della sua lirica, estranea a qualunque "linea" o "corrente", nella quale si mescolano passione e tenerezza, ironia e sarcasmo, gioco e disperazione, nel segno di un'urgenza assoluta di fare poesia. Le prose autobiografiche "L'altra verità" (1986) e "Lettere al dottor G." (2008), infine, testimoniano la straziante discesa negli inferi del manicomio.