MUSICA, PAROLA E PSICOANALISI (Centro Torinese di Psicoanalisi)

SEMINARIO

 

MUSICA, PAROLA E PSICOANALISI

 

SABATO 26 NOVEMBRE 2016

 

Il suono appare e si dissolve, viene da fuori ma, allo stesso tempo, è dentro chi ascolta. Nell'incontro col paziente l'analista è raggiunto dal senso e, al contempo, dal suono di ciò che ascolta; ciò che “colpisce” il suo orecchio risuona al suo interno e gli dice qualcosa concernente la presenza di un quid che si va rivelando fuori dal registro simbolico-linguistico. Anche da questa complessa esperienza forma le sue impressioni e adatta il suo linguaggio al clima della seduta. Analista e paziente creano così, insieme, la musica dell'incontro. Il rischio che si ascolti solo con l'orecchio della mente, sordo al suono, è sempre possibile. Per riflettere e dialogare su questi aspetti, il Centro Torinese di Psicoanalisi ha concertato un seminario con psicoanalisti e musicisti, un compositore e un direttore di coro, con lo scopo di unire voci e prospettive differenti accomunate dalla ricerca sulla centralità dell’ascolto e sul significato emotivo dell'esperienza musicale.

 

8.45 / 9.15 Iscrizione

9.15 / 9.30 Federico Flegenheimer: Introduzione

9.30 / 10.00 Claudio Arnetoli: Musica, emozioni e regolazione del Sé

10.00 / 10.30 Carlo Pavese: Cantar ascoltando

10.30 / 11.00 Coffee break

11.30 / 12.00 Giorgio Astengo: La musica delle parole

12.00 / 12.30 Nicola Campogrande: Ascoltare la musica: diverse tecniche per una sola pratica

12.30 / 13.00 Discussione

Chair: Giuseppe D’Agostino

Relatori:

C. Arnetoli: psicoanalista ordinario SPI – IPA, 

G. Astengo: psicoanalista associato SPI – IPA,

N. Campogrande: compositore, direttore artistico del festival MITO Settembre Musica

G. D’Agostino: psicoanalista associato SPI – IPA

F. Flegenheimer: psicoanalista ordinario con funzioni di training SPI – IPA

C. Pavese: direttore di coro

 

Il seminario avrà luogo presso la sede del Centro Torinese di Psicoanalisi,

c.so G. Ferraris 18, Torino.

Il costo di partecipazione è di 30 Euro

 

CENTRO TORINESE DI PSICOANALISI,

corso G. Ferraris 18 – Torino, tel: 0115622636,

per informazioni ed iscrizioni mail: psictp@gmail.com

Scrivi commento

Commenti: 0
ATTIVITA' ASSOCIATIVA 2017
MIP - ATTIVITA' 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 138.4 KB
BILANCIO CONSUNTIVO 2017
MIP - B. CONSUNTIVO 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 353.7 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

Alda Merini

 

IL SUONO DELL'OMBRA

Mondadori

 

Poetessa amatissima, personaggio trasgressivo e commovente che ha saputo parlare direttamente al cuore del popolo, Alda Merini ha rappresentato un caso del tutto particolare nella storia letteraria del Novecento italiano. In questa ricca antologia, che ne raccoglie tutti gli scritti importanti in poesia e in prosa, sono riproposte per intero le raccolte poetiche degli inizi: "La presenza di Orfeo" (1953), "Nozze romane" (1955), "Paura di Dio" (1955), "Tu sei Pietro" (1962), nelle quali si intrecciano temi mistici e slanci erotici, interrogativi estremi senza risposta. Il volume comprende poi notissimi e più recenti titoli come "Vuoto d'amore" (1991), "Ballate non pagate" (1995), "Superba è la notte" (2000) e "Il carnevale della croce" (2009). In questi versi l'autrice conferma la potenza della sua lirica, estranea a qualunque "linea" o "corrente", nella quale si mescolano passione e tenerezza, ironia e sarcasmo, gioco e disperazione, nel segno di un'urgenza assoluta di fare poesia. Le prose autobiografiche "L'altra verità" (1986) e "Lettere al dottor G." (2008), infine, testimoniano la straziante discesa negli inferi del manicomio.