D.G.R. 30: COSA CAMBIA? (Cooperativa Sociale "S. Donato Incontra")

L'iniziativa "San Donato Incontra", nasce dall’esigenza di coniugare la necessita di informazione e formazione su alcune tematiche care al terzo settore coinvolgendo quanti più attori e punti di vista differenti (associazioni, cooperative, amministrazioni pubbliche, utenti, familiari, cittadini, ecc.) con quella di pensare e ri-pensare a progetti che vadano sempre più incontro ad un reale bisogno collettivo.

Il tema per questa prima edizione è quello della "Salute Mentale", con l'obiettivo di gettare uno sguardo all'esistente, in quanto a modalità di intervento e di soggetti coinvolti e attivi, senza tralasciare le nuove prospettive che si stanno attualmente facendo strada.
Il primo incontro si terrà il
30 Novembre 2016 - dalle ore 17:30 alle 19:30
presso le "Raffinerie Sociali" in via Fagnano n° 30 - 10144 Torino

sull'argomento
D.G.R. 30 - Riordino residenzialità psichiatrica: cosa cambia?

Tra gli invitati:
Dott. Enrico DI CROCE - Comitato Salute Mentale Piemonte
Dott. Diego MENCHI - Associazione "Psicopoint"
Dott.ssa Silvia Francesca PAVIA - Cooperativa "Valdocco"
Dott. Antonio CELENTANO - Cooperativa "Il Margine"
Dott.ssa Daniela MEZZANO - Cooperativa "Progetto Muret"
Il secondo incontro sarà il
25 gennaio 2017 - "Attività di prevenzione nell'ambito della Salute Mentale"

E' richiesta cortesemente conferma della propria presenza al seguente indirizzo e-mail: stefano.tarantino@coopsandonato.it

 

SAN DONATO società cooperativa sociale
Via Gaglianico, 22 - 10146 Torino
Tel.  0117764397
Fax. 0117768723
info@coopsandonato.it
www.coopsandonato.it

Scrivi commento

Commenti: 0
ATTIVITA' ASSOCIATIVA 2017
MIP - ATTIVITA' 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 138.4 KB
BILANCIO CONSUNTIVO 2017
MIP - B. CONSUNTIVO 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 353.7 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

 

Primo Levi

I SOMMERSI

E I SALVATI

Einaudi Edizioni

 

«Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario, perché ciò che è accaduto può ritornare, le coscienze possono nuovamente essere sedotte ed oscurate: anche le nostre».

Primo Levi

 

 

Quali sono le strutture gerarchiche di un sistema autoritario e quali le tecniche per annientare la personalità di un individuo? Quali rapporti si creano tra oppressori e oppressi? Chi sono gli esseri che abitano la "zona grigia" della collaborazione? Come si costruisce un mostro? Era possibile capire dall'interno la logica della macchina dello sterminio? Era possibile ribellarsi? E ancora: come funziona la memoria di un'esperienza estrema? Le risposte dell'autore di Se questo è un uomo nel suo ultimo e per certi versi piú importante libro sui Lager nazisti. Un saggio imprescindibile per capire il Novecento e ricostruire un'antropologia dell'uomo contemporaneo.