ITACA SEMPRE Iniziative sull'emergenza migranti (AIFO Cuneo)

Leggiamo dalle cronache : “Nel 2015  un milione di persone ha attraversato il Mediterraneo per raggiungere l’Europa, viaggio che ha causato 3770 morti annegati…... Nel 2016, dopo l’accordo Europa –Turchia (in cui i diritti umani non sono sempre rispettati)  per la chiusura della rotta orientale, e la costruzione di vergognosi muri nei paesi dell’est che pure fan parte dell’Unione Europea,  la rotta sud – nord che tocca le sponde dell’Italia è  la più praticata…. ad ottobre superiamo i 3800 morti annegati nel Mediterraneo…..”

Siamo così abituati a queste “notizie quotidiane” che ne siamo diventati insensibili quasi ci sentiamo estranei al dramma di migliaia di persone costrette a fuggire dal proprio paese devastato da guerre, violenza e carestie.

Improvvisamente in questi ultimi tempi le nostre reazioni si sono risvegliate di fronte all’arrivo, nelle nostre valli e comuni di Profughi inviati dalla Prefettura.

 E’ terribile, quanto reale, affermare che la “gestione” di questi uomini, donne e bambini è a carico di Cooperative e di privati e che la loro presenza abbia suscitato malumori e incomprensioni tra la popolazione locale che, come suggerito dalla Costituzione e dalla saggezza antica e assolutamente attuale delle nostre radici religioso-culturali, dovrebbe accoglierli e integrarli.

 

Dall’osservazione di questi eventi, così lontani dallo spirito di Raoul Follereau che ci suggerisce di rivolgere le nostre attenzioni ed azioni verso “gli ultimi della terra” , il Gruppo AIFO di Cuneo ha organizzato, in collaborazione con i Distretti Scolastici di Caraglio e di Borgo S. Dalmazzo e con altre Associazioni Culturali ,alcuni incontri nei giorni 14; 15; 16 Dicembre 2016 .

Protagonista principale di questi incontri sarà MARCELLO CARROZZO: pugliese, fotogiornalista indipendente attivo prevalentemente nell’ambito delle marginalità sociali e collaboratore di AIFO. I suoi servizi in questi ultimi due anni hanno documentato principalmente i flussi migratori al largo delle coste libiche, Canale di Otranto, Canale di Sicilia e Mar Egeo, ma i suoi reportage hanno riguardato diversi paesi e popoli dei sud del Mondo.

A Carrozzo si affiancherà nel dialogo GIANNI  VALSANIA, volontario del Comitato Locale di Cuneo della Croce Rossa Italiana coordinatore pro tempore del servizio presso il Centro Migranti di Cuneo.

 Gli interventi nelle scuole porteranno ad incontri con gli alunni del Istituto comprensivo di Caraglio e Borgo San Dalmazzo i giorni 15 e 16 Dicembre.

Le popolazioni di Caraglio e Cuneo avranno il piacere di dialogare coi relatori nelle serate del 14 e 15 mentre il pomeriggio del 15 sarà dedicato ai cittadini  di Monterosso Grana.

Nel periodo precedente e successivo all’evento sarà esposta nei locali delle sedi scolastiche citate e nei locali della Biblioteca Civica di Borgo S. Dalmazzo(Via Boves 4)  la mostra fotografica di Marcello Carrozzo dal titolo “SE QUESTO E’ UN UOMO”.

 

Questo il programma delle giornate in dettaglio:

 

·       Mercoledì 14 Dicembre alle ore 20.45  Caraglio al Cinema Contardo Ferrini.

·       Nella mattinata di Giovedì 15 Dicembre alle Scuole Medie di Caraglio.

·       Giovedì 15 alle ore 14.00 a Monterosso Grana alle Scuole Elementari, incontro aperto alla cittadinanza.

·       A Cuneo nel Salone Cuore Immacolato di Maria in Via Dante Livio Bianco  alle ore 20.45 modererà l’incontro GIGI GARELLI Consigliere Comunale di Cuneo.

·       Nella giornata di Venerdì  16 Dicembre alla Scuola Media di Borgo San Dalmazzo.

 

Durante tutti gli incontri verrà proiettato il video girato  da M. Carrozzo sulle navi italiane di Frontex, il programma UE per affrontare l’emergenza, dal titolo: “ITACA SEMPRE”. 

                  

 

L'Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau nasce, nel 1961, dall'azione di gruppi spontanei di volontari mobilitatisi nella lotta contro la lebbra e contro tutte le lebbre, cioè contro le forme più estreme di ingiustizia ed emarginazione. Conserva la sua dimensione popolare attraverso la presenza di decine di gruppi in tutta Italia e centinaia di volontari.

I suoi ambiti d'intervento sono:

  • prevenzione, cura e riabilitazione delle persone affette dal morbo di Hansen:
  • interventi di sanità di base volti a garantire i servizi di base alle popolazioni delle aree più povere del pianeta;
  • progetti di riabilitazione e reinserimento sociale per persone con disabilità realizzati attraverso l'approccio della Riabilitazione su Base Comunitaria-RBC;
  • interventi per bambini in grave difficoltà che vivono condizioni di infanzia negata;
  • percorsi educativi ed informativi per la costruzione di relazioni solidali e giuste tra i popoli, rispettose della diversità.

 L'AIFO e' un organismo non governativo (ONG) di cooperazione internazionale in ambito socio-sanitario. E' una ONLUS, riconosciuta idonea a svolgere attivita' di cooperazione allo sviluppo dal Ministero Affari Esteri Italiano.
E' partner ufficiale dell OMS (working relationships) e partecipa all'assemblea annuale dell'OMS. Collabora con varie agenzie delle Nazioni Unite come l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), l'Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) e l'Agenzia delle Nazioni Unite per lo Sviluppo (UNDP).

L'Associazione attualmente opera in 25 paesi del mondo.

 

 

DATA DELL’EVENTO:  14; 15; 16 DICEMBRE 2016

INFO: AIFO – Gruppo di Cuneo (Danilo 0171904212)

lacanonico62@gmail.com

 

danilo.vallauri@libero.it

Scrivi commento

Commenti: 0

 

Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

TOTALE VISITATORI

34756

TOTALE VISITE

51585

Dati aggiornati

al 24-06-2019

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2018
DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE.pdf
Documento Adobe Acrobat 618.6 KB

Referenti del Movimento “Le Parole Ritrovate”

a cui ci si può rivolgere per informazioni e collaborazioni

nelle regioni d’Italia dove il movimento è presente

 

vai anche alla pagina CONTATTI

Movimento LE PAROLE RITROVATE
Elenco Referenti regione per regione
elenco referenti regionali.pdf
Documento Adobe Acrobat 196.6 KB

----------------------------------------------

ATTIVITA' MENTEINPACE 2018
MIP - ATTIVITA' 2018.pdf
Documento Adobe Acrobat 129.6 KB
PROGETTO "STARE BENE INSIEME"
Relazione descrittiva presentata alla Fondazione CRC
PROGETTO STARE BENE INSIEME- RELAZIONE D
Documento Adobe Acrobat 405.0 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

RENZO DE STEFANI E JACOPO TOMASI

 

LE PAROLE RITROVATE

LA RIVOLUZIONE DOLCE DEL FAREASSIEME

NELLA SALUTE MENTALE

 

Prefazione di Fabio Folgheraiter

 

 


Le Parole ritrovate sono un movimento che negli ultimi vent’anni ha cercato di rivoluzionare la salute mentale in Italia. Lo ha fatto    in maniera “dolce”: attraverso la passione e l’impegno quotidiano   di migliaia di persone. Questa rivoluzione si ispira a un principio: dare voce alle persone. Fare in modo che anche utenti e familiari abbiano un ruolo attivo e siano coinvolti nelle decisioni che con- tano attraverso quell’approccio che è diventato noto in tutta Italia come fareassieme. Sembra un principio semplice, ma purtroppo non è scontato. Nell’Italia della salute mentale, che viaggia a molte velocità diverse, ci sono ancora realtà dove le persone che soffrono di disturbi psichici – e le loro famiglie – sono spesso abbandonate    e inascoltate. Lasciate ai margini.

Le Parole ritrovate, in questi vent’anni, hanno messo in atto mol- tissime iniziative per far ritrovare le parole a queste persone. E ascoltare davvero i loro bisogni. Per una salute mentale più umana   e più giusta.

 

Questo libro racconta proprio la storia di Le Parole ritrovategrazie ai contributi – preziosi e variegati – di chi questa rivoluzione l’ha messa in atto con azioni e iniziative concrete: dalle attività nei Dipartimenti, ai convegni, passando per originali traversate dell’o- ceano in barca a vela o viaggi in treno fino a Pechino. Il comune denominatore è che ogni iniziativa ha visto protagonisti medici e utenti, operatori e familiari. Tutti, in questo libro, raccontano un cambiamento possibile. Tante esperienze – in Italia, ma non solo – che prese singolarmente possono sembrare piccole, ma unite l’una all’altra dipingono un quadro di fiducia e speranza.

Pronto intervento emozioni

Strategie di mindfulness per affrontare con serenità le difficoltà della vita

Il volume affronta le principali e più diffuse emozioni dolorose, descrivendone sintomi, rimedi e terapie.

La paura, l’abbandono, l’insuccesso o il dolore sono un’esperienza comune nella vita di chiunque. Eppure, spesso facciamo poco o niente per riparare i danni che queste emozioni procurano. Perché? Semplicemente, perché non abbiamo gli strumenti adatti per gestirle: ci sembra eccessivo ricorrere a uno psicanalista, e insufficiente parlarne a un amico.

Così accade che trascuriamo le nostre ferite psicologiche perché pensiamo che non esistano rimedi semplici, rapidi ed efficaci per guarirle.

Primo soccorso emotivo
Ognuno di noi può imparare facilmente tecniche e interventi di primo soccorso emotivo, accelerando la «guarigione» dalle proprie ferite e prevenendo l’arrivo di quelle future. Il volume propone tecniche ispirate alla mindfulness, l’approccio che consente di sviluppare la flessibilità mentale e aumentare l’autoconsapevolezza, per permettere a ognuno di noi di costruirsi il personale  kit essenziale di primo soccorso emotivo, da tenere sempre a portata di mano.