STAR BENE CON POCO (Presentazione del libro di Mario Frusi)

'Star bene con poco'

 

 

 

 

Prima presentazione del nuovo innovativo progetto editoriale del Dr. Mario Frusi

Giovedì 9 febbraio alle ore 18 presso libreria L’Ippogrifo (corso Nizza 1, Cuneo) prima presentazione dell’innovativo progetto del Dr. Frusi.

La libreria L’Ippogrifo farà da cornice alla presentazione dell’ultima fatica letteraria di Mario Frusi: “Star bene con poco. Teoria e pratica per il benessere quotidiano” (Edizioni Tecniche e GraphEdit Edizioni).

Si parlerà dei contenuti e dei retroscena e dei protagonisti della sua realizzazione: con Mario Frusi (e con gli altri protagonisti) dialogherà Elisa Buccaresi, filosofa morale e responsabile della divisione hackability (nuove tecnologie e disabilità) del FabLabCuneo, di cui è Presidente.

Sulla scia del successo del suo primo “La malattia ha le sue buone ragioni” – Edizioni Tecniche, 2010, il Dr. Frusi arricchisce la sua indagine in un manualetto pratico atto a guidare il lettore a far fronte ai piccoli o medi malanni che possono affliggerlo nella quotidianità.

Ma con una grande novità: grazie all’ innovativa combinazione di formato cartaceo e ebook (supporto digitale acquistabile direttamente sul sito dell’autore www.noosoma.it a partire dal 9 febbraio, con uno sconto per chi già possieda la copia cartacea) sarà possibile per il lettore avere accesso a una serie di contenuti multimediali inediti (circa ottanta tra video, podcast audio e illustrazioni), di grande supporto per comprendere e approfondire al meglio le tecniche e manipolazioni illustrate nell’opera.

Riconfermandosi capace, con la sua scrittura fresca e culturalmente vivace, di trasmettere nozioni puntuali e precise con toni leggeri e talvolta scanzonati, Frusi ci offre un prezioso strumento di consapevolezza e attenzione verso una serie di piccole abitudini che gli individui mettono in atto in modo automatico, finendo col compromettere in modo importante il proprio stato di salute (fondatore con Eliana Brizio del movimento Noosoma, un sogno per la salute, il medico cuneese ha un approccio professionale di tipo sistemico: prende in considerazione non i sintomi in senso isolato, ma l’intero contesto nel quale la persona si muove, agendo direttamente e a 360° sui meccanismi che interferiscono con il suo naturale benessere).

Ma ci offre soprattutto, e questa è la vera innovazione, un prezioso veicolo per la risoluzione pratica di questi sintomi disturbanti, che grazie alla guida del materiale audiovisivo potranno essere gestiti, modificati, attenuati o addirittura eliminati autonomamente dal sofferente lettore.

L’ebook multimediale è stato realizzato dalla consulente di comunicazione Anna Dellaferrera, in collaborazione con l’associazione FabLab Cuneo, vero e proprio laboratorio di “artigiani digitali” diretto da Elisa Buccaresi ed Alessandro Marcon.

“Star bene con poco” è in formato cartaceo e digitale.

Per informazioni: info@noosoma.it o tel. 0171 693709

Scrivi commento

Commenti: 0
ATTIVITA' ASSOCIATIVA 2017
MIP - ATTIVITA' 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 138.4 KB
BILANCIO CONSUNTIVO 2017
MIP - B. CONSUNTIVO 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 353.7 KB

 

IL PROGRAMMA 2017-2018

http://www.casadelquartieredonatello.it

Josè Saramago

SAGGIO SULLA LUCIDITA'

Feltrinelli

IV edizione, 2015

 

Leggere Saramago non è agevole; la sua scrittura è originale, come una lunghissima riflessione fatta a voce alta o meglio a voce stampata.

Pur essendo la punteggiatura volutamente anomala si capisce il senso dei dialoghi. Questo romanzo, pur ambientato a Lisbona, è molto attuale se si guarda l'esito delle ultime elezioni politiche in Italia.

Cosa potrebbe succedere di fronte ad una vera e propria rivolta dei votanti, pur nel rispetto del formalismo elettorale? Come potrebbe reagire il potere istituzionale?

Vorrei citare due frasi che ritengo paradigmatiche.

 

"Se avevano votato come avevano votato era perché erano delusi e non trovavano altro modo per far capire una volta per tutte fino a che punto arrivava la delusione".

(pag. 96)

 

"Si domandino davanti allo specchio se magari non siano di nuovo cieche, se questa cecità, assai più vergognosa dell'altra, non le stia deviando dalla giusta direzione, spingendole verso il disastro estremo che sarebbe il crollo forse definitivo di un sistema politico che, senza che ci fossimo accorti della minaccia, conteneva sin dall'origine, nel suo nucleo vitale, cioè, nell'esercizio del voto, il seme della propria distruzione o, ipotesi non meno inquietante, di un passaggio a qualcosa di completamente nuovo, sconosciuto, tanto diverso che, lì, allevati come siamo stati all'ombra di routine elettorali che per generazioni e generazioni sono riuscite a schivare quello che ora vediamo essere uno dei suoi assi più importanti...".

(pag. 165)

 

Le elezioni di cui parla l'Autore hanno dato un esito possibile ma significativo: una maggioranza schiacciante, attorno all'ottanta per cento, di schede bianche. Ciò determina reazioni esagerate da parte dei partiti, specie di quello al governo. 

Questo romanzo è da leggere dopo aver letto l'altra opera di Saramago, Cecità, poiche è praticamente la sua continuazione.

 

Gianfranco Conforti

 

Cosa succede a un paese se alle elezioni i cittadini decidono in massa di votare scheda bianca? Quali ingranaggi vengono sollecitati fino alla rottura, quali contromisure andranno messe in atto? Se lo chiede José Saramago con questo straordinario romanzo, avvincente come un giallo e penetrante come un’analisi (fanta)politica. L’ipotesi più accreditata è che ci sia un legame fra questa “rivolta bianca” e l’epidemia di cecità che, solo quattro anni prima, si era diffusa come la peste. Gli indimenticabili protagonisti di Cecità fanno quindi ritorno, per condurci in un viaggio alla scoperta delle radici oscure del potere. Un viaggio che ci fa gettare uno sguardo nuovo e spietato sui meccanismi del mondo nel quale esercitiamo (o crediamo di esercitare) ogni giorno la nostra libertà.