"OPEN DIALOGUE" L'approccio finlandese alle situazioni di crisi (Cooperativa Sociale San Donato)

L'iniziativa "San Donato Incontra.." ritorna con il terzo appuntamento dal titolo:

"OPEN DIALOGUE"
L'approccio finlandese

alle situazioni di crisi psichiatrica

 

 

 

 

 

 

Avremo l'occasione di esplorare insieme le caratteristiche chiave di questo approccio, conoscere la realtà italiana del progetto di implementazione del dialogo aperto e il dettaglio delle attività sul territorio torinese. 

Come di consueto verrà dato ampio spazio al dialogo e al confronto tra tutti i presenti.

 

L'incontro si terrà il
22 febbraio 2017 - dalle ore 17:30 alle 19:30
presso le "Raffinerie Sociali" in via Fagnano n° 30 - 10144 Torino

 

Tra gli ospiti:

Dott. Giuseppe SALAMINA e Dott.ssa Chiara ROSSI - Medici, promotori e referenti del Progetto Nazionale Ccm: "Il dialogo aperto, definizione e valutazione per la trasferibilità dell'approccio nei Dipartimenti di Salute Mentale Italiani"

Dott.ssa Annapaola MARCHETTI - Psichiatra e Referente di Progetto Asl To1
Dott. Giuseppe TIBALDI - Psichiatra e Referente di Progetto Asl To2
Dott.ssa Chiara TARANTINO - Psicologa e curatrice del libro "Il dialogo aperto, l'approccio finlandese alle gravi crisi psichiatriche" di Jaakko Seikkula

Scrivi commento

Commenti: 0
ATTIVITA' MENTEINPACE 2018
MIP - ATTIVITA' 2018.pdf
Documento Adobe Acrobat 129.6 KB

 

Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

TOTALE VISITATORI

30084

TOTALE VISITE

45592

Dati aggiornati

al 19-03-2019

---------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2018
DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE.pdf
Documento Adobe Acrobat 618.6 KB
PROGETTO "STARE BENE INSIEME"
Relazione descrittiva presentata alla Fondazione CRC
PROGETTO STARE BENE INSIEME- RELAZIONE D
Documento Adobe Acrobat 405.0 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

PolisAnalisi.

Una clinica del sociale

 Filippo Pergola 

Leonardo Seidita 


pubblicato da Franco Angeli

Economia impazzita, distruzione della madre terra, xenofobia, sessismo, fondamentalismi, terrorismo hanno concause comuni. Peste emozionale, fuga del tempo, obesità tecnologica configurano un corpo sociale affetto da depressione mascherata da accelerazione. Le crisi generano identità fragili, ansietà, rancore, immobilismo e quindi paranoia: per semplificare i conflitti cerchiamo capri espiatori, costruendoci dei nemici e innalzando muri. Ogni situazione politica è espressione di un parallelo problema psichico presente in milioni d'individui; a sua volta ogni personalità è anche frutto del portato della storia e di visioni del mondo nel contesto sociale di appartenenza. Tutto quello che avviene nella città (polis) è un insieme di fatti psichici. La Polisanalisi è un cammino per ampliare le visioni (il capitale semiotico) e favorire l'empatia e la bellezza nell'incontro con l'Altro, dato che la quantità di violenza è proporzionale alla ristrettezza del proprio punto di vista. Una clinica per permettere una cittadinanza terrestre vissuta in fiducia, reciprocità e cooperazione; interconnettendoci con il locale, il globale, la natura. Una cura per riattivare desiderio e speranza attraverso la condivisione di doni (comunità). Iniziamo la lettura chiedendoci: che domanda poniamo all'Altro con la nostra storia e che domanda l'Altro ci pone con la sua storia?