IL TEATRO FA CONOSCERE IL VOLONTARIATO (A.L.I.Ce. Onlus Cuneo)

IL TEATRO FA CONOSCERE IL VOLONTARIATO

Giovedi' 16 marzo, al Toselli,  “TANGO” uno spettacolo tra teatro e musica.

 

 

“La solidarietà si concretizza in tanti modi- dichiara il presidente di ALICe Cuneo Onlus, il dr. Giuseppe Bonatto- e noi abbiamo scelto di realizzarlo essendo, nello stesso tempo, associazione per la lotta e la prevenzione dell'ictus e  laboratorio di idee esperito da volontari con il supporto del Csv  provinciale, di  Fondazioni e di privati, in collaborazione con enti locali. ALICe Cuneo sperimenta da quasi 15 anni   nuove formule per far conoscere il mondo del volontariato: iniziative sulla sana e corretta alimentazione, per adeguati stili di vita, con organizzazione di attività fisiche e mentali, incontri culturali come le rappresentazioni teatrali “.

L'amministrazione civica di Cuneo ha cortesemente messo a disposizione di ALICe Cuneo i rossi velluti del “Toselli” per una proposta teatrale di grande interesse drammaturgico, di impegno sociale e culturale, il capolavoro di Francesca Zanni “TANGO” portata in scena dalla compagnia “La Corte dei Folli” di Fossano, diretta da Pinuccio Bellone.

La rappresentazione ha mietuto successi ovunque, con  premi e riconoscimenti ed è per questo che ALICe Onlus ha ritenuto di far conoscere anche ai cittadini di Cuneo questo splendido testo, ispirato ad una realtà storica recente, di grande impatto emozionale. Davvero da non perdere!

 

GIOVEDI' 16 MARZO il programma prevede un doppio spettacolo al TEATRO TOSELLI, al mattino per le scuole medie superiori di Cuneo e, alla sera, alle 21, per la cittadinanza.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti. Per comprensibili motivi organizzativi è richiesta la prenotazione da effettuarsi presso l'Informagiovani di Cuneo in via Bongioanni 20.

E-mail: informagiovani@comune.cuneo.it


“L’arte – è stato scritto - ha il potere di spingere le parole fin dentro le parti più buie dell’anima dell’uomo”. “TANGO” è un testo forte che racconta una storia dell’Argentina sotto la dittatura dei Colonnelli ed è accompagnato dalle note di un tango. Protagonisti in scena sono Carla e Miguel  costretti a dover ballare il Tango della Vita, a trovare il tempo giusto per non essere travolti da una musica non scelta da loro. Quello che li unisce è il raccontare al pubblico le proprie vite coinvolgendo lo spettatore che non potrà non immedesimarsi nei protagonisti e nei loro racconti. Le loro parole s’intrecciano ma non si sovrappongono, creano un movimento passionale…come un “Tango”. 

 

La Compagnia teatrale è quella, assai nota, de “La Corte dei Folli”, con Giulia Carvelli, Stefano Sandroni e la partecipazione di Susi Lillo e Piermario Mameli. Tecnici e back-stage: Carla Lingua, Gianfranco Sarotto, Licia Cumerlato. Aiuto Regista Cristina Viglietta. Regia di Pinuccio Bellone.

Scrivi commento

Commenti: 0

 

Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

TOTALE VISITATORI

36032

TOTALE VISITE

53220

Dati aggiornati

al 21-07-2019

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2018
DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE.pdf
Documento Adobe Acrobat 618.6 KB

Referenti del Movimento “Le Parole Ritrovate”

a cui ci si può rivolgere per informazioni e collaborazioni

nelle regioni d’Italia dove il movimento è presente

 

vai anche alla pagina CONTATTI

Movimento LE PAROLE RITROVATE
Elenco Referenti regione per regione
elenco referenti regionali.pdf
Documento Adobe Acrobat 196.6 KB

----------------------------------------------

ATTIVITA' MENTEINPACE 2018
MIP - ATTIVITA' 2018.pdf
Documento Adobe Acrobat 129.6 KB
PROGETTO "STARE BENE INSIEME"
Relazione descrittiva presentata alla Fondazione CRC
PROGETTO STARE BENE INSIEME- RELAZIONE D
Documento Adobe Acrobat 405.0 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

RENZO DE STEFANI E JACOPO TOMASI

 

LE PAROLE RITROVATE

LA RIVOLUZIONE DOLCE DEL FAREASSIEME

NELLA SALUTE MENTALE

 

Prefazione di Fabio Folgheraiter

 

 


Le Parole ritrovate sono un movimento che negli ultimi vent’anni ha cercato di rivoluzionare la salute mentale in Italia. Lo ha fatto    in maniera “dolce”: attraverso la passione e l’impegno quotidiano   di migliaia di persone. Questa rivoluzione si ispira a un principio: dare voce alle persone. Fare in modo che anche utenti e familiari abbiano un ruolo attivo e siano coinvolti nelle decisioni che con- tano attraverso quell’approccio che è diventato noto in tutta Italia come fareassieme. Sembra un principio semplice, ma purtroppo non è scontato. Nell’Italia della salute mentale, che viaggia a molte velocità diverse, ci sono ancora realtà dove le persone che soffrono di disturbi psichici – e le loro famiglie – sono spesso abbandonate    e inascoltate. Lasciate ai margini.

Le Parole ritrovate, in questi vent’anni, hanno messo in atto mol- tissime iniziative per far ritrovare le parole a queste persone. E ascoltare davvero i loro bisogni. Per una salute mentale più umana   e più giusta.

 

Questo libro racconta proprio la storia di Le Parole ritrovategrazie ai contributi – preziosi e variegati – di chi questa rivoluzione l’ha messa in atto con azioni e iniziative concrete: dalle attività nei Dipartimenti, ai convegni, passando per originali traversate dell’o- ceano in barca a vela o viaggi in treno fino a Pechino. Il comune denominatore è che ogni iniziativa ha visto protagonisti medici e utenti, operatori e familiari. Tutti, in questo libro, raccontano un cambiamento possibile. Tante esperienze – in Italia, ma non solo – che prese singolarmente possono sembrare piccole, ma unite l’una all’altra dipingono un quadro di fiducia e speranza.

  Piero Ferrucci

CRESCERE

Teoria e pratica della psicosintesi

 

Astrolabio-Ubaldini Editore

collana: Psiche e coscienza
pagine: 228
prezzo: € 16.00 

 

 

Assieme a un'esauriente esposizione della concezione psicosintetica, integrata da molti insegnamenti inediti di Assagioli, questo libro offre numerosi esercizi psicologici di immediata e semplice attuazione. Chiunque li può usare per esplorare i panorami sconosciuti della psiche, trasformare le emozioni negative, dare impulso alla propria evoluzione personale e attingere alle proprie risorse creative latenti.

 

 

 

http://www.astrolabio-ubaldini.com/scheda_libro.php?libro=428