IL GENIO DI CARAVAGGIO (Conferenza a Fossano)

IL GENIO DI CARAVAGGIO

Una lettura delle sue opere

 

Alla vigilia dell’apertura al pubblico dell’esposizione “Caravaggio. La mostra impossibile” in programma a Fossano presso il Castello degli Acaja e nel Museo Diocesano dal 10 marzo al 2 luglio, è previsto un incontro con un ospite d’eccezione che metterà a disposizione dei partecipanti la propria competenza artistica.

È stato infatti invitato il prof. Timothy Verdon, statunitense di nascita (New Jersey, 1946), uno storico dell’arte formatosi alla Yale University (Ph.D. 1975), che vive in Italia da più di 50 anni, e che dal 1994 è sacerdote a Firenze, dove dirige sia l’Ufficio Diocesano dell’Arte Sacra e dei Beni Culturali Ecclesiastici, sia il Museo dell’Opera del Duomo. Tra le sue numerose pubblicazioni, va segnalatata “Caravaggio e l’avventura della fede” Edizioni Musei Vaticani, 2011.

Giovedì 9 marzo dalle ore 20.45 presso il cinema teatro “I Portici”, introdurrà l’opera e lo stile del Caravaggio, così da permettere a tutti coloro che vorranno intervenire di ricevere le coordinate storiche e artistiche entro le quali si muove la genialità del Merisi con le sue opere (oltre 40), che si potranno ammirare in questi mesi a Fossano.

Oltre ad una preparazione culturale di indiscusso valore, Verdon riesce ad analizzare la simbologia che un artista adopera quando realizza un’opera, unitamente alla sua intenzione, con chiarezza e passione, e nel caso del Caravaggio farà emergere la sua singolare spiritualità, capace di accostare nel dipinto posto in una Chiesa, ambienti profani come un’osteria, ad una pagina evangelica.

Verdon proporrà non soltanto una lezione teorica ma un percorso spirituale all’interno delle opere del Caravaggio, coniugando la genialità dell’artista e le sue intuizioni: una pittura impastata di colore e di sangue, ma anche di lacrime e di risate, di cielo e di terra, per dire disagio esistenziale insieme alla gioia di vivere. Ne coglierà infine la disperazione alternata alla speranza, e l’esuberante carnalità accanto alla spiritualità più elevata; in termini cristiani, l’abisso del peccato sovrastato dal vertice della redenzione.

La serata, il cui ingresso è libero, è promossa in collaborazione tra il Comune di Fossano, la Diocesi di Fossano e ProgettoMondo Mlal.

 

COMUNICAZIONE BREVE

 

Con la presente vorrei invitarti giovedì 9 marzo alle ore 20.45 presso il cinema teatro “I Portici” a Fossano per la conferenza dal titolo “Il genio di Caravaggio. Una lettura delle sue opere”, a cura del prof. Timothy Verdon, direttore del Museo dell’Opera del Duomo di Firenze. Un ospite d’eccezione alla vigilia dell’apertura dell’esposizione “Caravaggio. La mostra impossibile”.

Scrivi commento

Commenti: 0

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE

VISITE: 97635

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi 30 giorni: 70

Dati aggiornati

al 11-06-2021

---------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2019
DATI SITO 2014-2019.pdf
Documento Adobe Acrobat 797.1 KB

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

---------------------------

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 

 

Francesca Mannocchi

Bianco è il colore del danno

Giulio Einaudi Editore

 

Il corpo di una scrittrice, in apparenza integro eppure danneggiato, diventa lo specchio della fragilità umana e insieme della nostra inarrestabile pulsione di vita. Francesca Mannocchi guarda il mondo attraverso la lente della malattia per rivelare, con una voce letteraria nuda, luminosa, incandescente, tutto ciò che è inconfessabile.


Quattro anni fa Francesca Mannocchi scopre di avere una patologia cronica per la quale non esiste cura. È una giornalista che lavora anche in zone di guerra, viaggia in luoghi dove morte e sofferenza sono all'ordine del giorno, ma questa nuova, personale convivenza con l'imponderabile cambia il suo modo di essere madre, figlia, compagna, cittadina. La spinge a indagare sé stessa e gli altri, a scavare nelle pieghe delle relazioni piú intime, dei non detti piú dolorosi, e a confrontarsi con un corpo diventato d'un tratto nemico. La spinge a domandarsi come crescere suo figlio correndo il rischio di diventare disabile all'improvviso e non potersi quindi occupare di lui come prima. Essere malata l'ha costretta a conoscere il Paese attraverso le maglie della sanità pubblica, e ad abitare una vergogna privata e collettiva che solo attraverso l'onestà senza sconti della letteratura lei ha trovato il coraggio di raccontare.

 

 

CLICCA QUI

-----------------------------------------------------------

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

Per visitare il blog

CLICCA QUI