Un Click per la casa del Quartiere Donatello (CQD, Cuneo)

Ciao  a tutti,
Stiamo partecipando ad un concorso con il progetto Dona Underground | HUB creato ed educativo
per questo vi chiediamo di sostenerci!
è semplice:
- cliccare sul link qui sotto
- registrarsi (si può accedere con account facebook)
- votare il progetto (10 voti a disposizione)

Grazie in anticipo a chi potrà farlo e a chi lo diffonderà 🤗

https://community-fund-italia.aviva.com/voting/progetto/schedaprogetto/16-572 



Il Dona Underground è un Hub aggregativo, educativo e creativo, all'interno della Casa del Quartiere Donatello che si rivolge a minori e giovani dai 6 ai 18 anni.
È un HUB che accoglie i minori e li supporta nelle dimensioni della socialità, della formazione e della cittadinanza.
Un Hub che promuove l'acquisizione di nuove competenze (video making, teatro, musica, arte, manualità) puntando sul protagonismo dei minori; accompagna i giovani in percorsi di cittadinanza attiva incoraggiandoli a proporre idee per altri giovani della propria città.
Un Hub presidiato da educatori che accolgono ed accompagnato bambini ed adolescenti che vivono sul quartiere, li supporta nello studio, provando a contrastare quei fenomeni di dispersione scolastica e povertà educativa presenti sul territorio.
Il Quartiere Donatello è caratterizzato da un tessuto sociale di periferia, popolare in cui convicono culture differenti. Vi sono molti bambini ed adolescenti di seconda generazione, figli di genitori immigrati. Per altri versi una popolazione anziana e in molti casi sola.

-- 
Direzione e Animazione Sociale CQD
389.7997866
fb: Casa Quartiere Donatello / www.casadelquartieredonatello.it

 

Scrivi commento

Commenti: 0
ATTIVITA' ASSOCIATIVA 2017
MIP - ATTIVITA' 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 138.4 KB
BILANCIO CONSUNTIVO 2017
MIP - B. CONSUNTIVO 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 353.7 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

 

Primo Levi

I SOMMERSI

E I SALVATI

Einaudi Edizioni

 

«Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario, perché ciò che è accaduto può ritornare, le coscienze possono nuovamente essere sedotte ed oscurate: anche le nostre».

Primo Levi

 

 

Quali sono le strutture gerarchiche di un sistema autoritario e quali le tecniche per annientare la personalità di un individuo? Quali rapporti si creano tra oppressori e oppressi? Chi sono gli esseri che abitano la "zona grigia" della collaborazione? Come si costruisce un mostro? Era possibile capire dall'interno la logica della macchina dello sterminio? Era possibile ribellarsi? E ancora: come funziona la memoria di un'esperienza estrema? Le risposte dell'autore di Se questo è un uomo nel suo ultimo e per certi versi piú importante libro sui Lager nazisti. Un saggio imprescindibile per capire il Novecento e ricostruire un'antropologia dell'uomo contemporaneo.