MEETING PER CONOSCERE IL LUPO (Istituto di Cinofilia Naturale - FICG, Federazione Italiana Cani da Guardia)

Sabato 29 Aprile, eccezionale meeting a Cuneo con lo scienziato dei lupi!

Il Prof. Dr. Kurt Kotrschal, scienziato austriaco di fama mondiale, considerato il successore di Konrad Lorenz, professore presso l’Università di Vienna e fondatore del Wolf Science Center di Ernstbrunn in Austria, dove studia da anni il comportamento e la psicologia dei lupi, sarà ospite dell’Istituto di Cinofilia Naturale della FICG per un meeting di un giorno, 
sabato 29 Aprile 2017 a Cuneo, presso il “Salone La Guida” di via Antonio Bono 3. Al meeting potranno partecipare sia studiosi che semplici appassionati, interessati a conoscere meglio la natura, il comportamento e la psicologia del lupo, antenato del nostro cane domestico. 
 
Titolo del meeting: LUPO-CANE-UOMO: come ci siamo incontrati e perché conviviamo   I lupi sono molto più tolleranti fra loro dei cani, più comunicativi e più cooperativi. Il rapporto del cane con l’uomo è stato ereditato dai lupi, appositamente modellato nel tempo durante il suo addomesticamento.

Il Prof. Kotrschal sostiene: “I lupi sono esseri estremamente evoluti e pacifici, molto meno aggressivi di un qualsiasi cane domestico! Il fatto che siano dei predatori carnivori, non significa assolutamente che, rapportarsi con loro in modo adeguato, possa manifestarsi più pericoloso di vivere con un cane, anzi, il rischio di essere morsicati è assolutamente di gran lunga inferiore”.
 

Orario: Dalle ore 9,30 alle ore 12,30 e dalle ore 14, 30 alle ore 17,30
 
Programma di sabato 29 Aprile 2017:
Dalle ore 09,30 alle ore 12,30 1a parte del meeting
Dalle ore 12,30 alle ore 14,30 pausa pranzo
Dalle ore 14,30 alle ore 17,30 2a parte del meeting
 
Costo: SCADE VENERDI’ 21 APRILE la possibilità della preiscrizione ridotta a Euro 100,00 + Euro 30,00 tessera annuale FICG per i non soci. Dal 22 Aprile la quota di partecipazione sarà di Euro 150,00 + Euro 30,00 tessera annuale FICG per i non soci.   Sconto del 50% sulla quota di adesione per i familiari dei partecipanti, gratuito per i figli dagli 8 ai 13 anni. Sconto particolare per studenti universitari e delle scuole superiori: Euro 50,00 compresa tessera FICG.

Il costo del corso comprende: diploma di partecipazione, servizio di traduzione in italiano e bevande durante il meeting.

ATTENZIONE: per aderire al meeting, con o senza preiscrizione ridotta, è necessaria la prenotazione che va effettuata con il relativo versamento di Euro 30,00 (tessera annuale FICG) sul c/c intestato a F.I.C.G. - Codice IBAN: IT07 R076 0110 2000 0101 4234 064 e il successivo invio della ricevuta a ficg@canidaguardia.comPer maggiori informazioni Tel. 346 21 40 450 - 349 33 35 668



Non lasciatevi scappare questa singolare occasione di poter incontrare in Italia il Prof. Kurt Kotrschal: riconosciuto dalla scienza come uno dei più grandi conoscitori al mondo della psicologia dei lupi e dei cani!

 

http://www.canidaguardia.com/news/dettaglio.aspx?id=236

Scrivi commento

Commenti: 0
ATTIVITA' ASSOCIATIVA 2017
MIP - ATTIVITA' 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 138.4 KB
BILANCIO CONSUNTIVO 2017
MIP - B. CONSUNTIVO 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 353.7 KB

 

IL PROGRAMMA 2017-2018

http://www.casadelquartieredonatello.it

Josè Saramago

SAGGIO SULLA LUCIDITA'

Feltrinelli

IV edizione, 2015

 

Leggere Saramago non è agevole; la sua scrittura è originale, come una lunghissima riflessione fatta a voce alta o meglio a voce stampata.

Pur essendo la punteggiatura volutamente anomala si capisce il senso dei dialoghi. Questo romanzo, pur ambientato a Lisbona, è molto attuale se si guarda l'esito delle ultime elezioni politiche in Italia.

Cosa potrebbe succedere di fronte ad una vera e propria rivolta dei votanti, pur nel rispetto del formalismo elettorale? Come potrebbe reagire il potere istituzionale?

Vorrei citare due frasi che ritengo paradigmatiche.

 

"Se avevano votato come avevano votato era perché erano delusi e non trovavano altro modo per far capire una volta per tutte fino a che punto arrivava la delusione".

(pag. 96)

 

"Si domandino davanti allo specchio se magari non siano di nuovo cieche, se questa cecità, assai più vergognosa dell'altra, non le stia deviando dalla giusta direzione, spingendole verso il disastro estremo che sarebbe il crollo forse definitivo di un sistema politico che, senza che ci fossimo accorti della minaccia, conteneva sin dall'origine, nel suo nucleo vitale, cioè, nell'esercizio del voto, il seme della propria distruzione o, ipotesi non meno inquietante, di un passaggio a qualcosa di completamente nuovo, sconosciuto, tanto diverso che, lì, allevati come siamo stati all'ombra di routine elettorali che per generazioni e generazioni sono riuscite a schivare quello che ora vediamo essere uno dei suoi assi più importanti...".

(pag. 165)

 

Le elezioni di cui parla l'Autore hanno dato un esito possibile ma significativo: una maggioranza schiacciante, attorno all'ottanta per cento, di schede bianche. Ciò determina reazioni esagerate da parte dei partiti, specie di quello al governo. 

Questo romanzo è da leggere dopo aver letto l'altra opera di Saramago, Cecità, poiche è praticamente la sua continuazione.

 

Gianfranco Conforti

 

Cosa succede a un paese se alle elezioni i cittadini decidono in massa di votare scheda bianca? Quali ingranaggi vengono sollecitati fino alla rottura, quali contromisure andranno messe in atto? Se lo chiede José Saramago con questo straordinario romanzo, avvincente come un giallo e penetrante come un’analisi (fanta)politica. L’ipotesi più accreditata è che ci sia un legame fra questa “rivolta bianca” e l’epidemia di cecità che, solo quattro anni prima, si era diffusa come la peste. Gli indimenticabili protagonisti di Cecità fanno quindi ritorno, per condurci in un viaggio alla scoperta delle radici oscure del potere. Un viaggio che ci fa gettare uno sguardo nuovo e spietato sui meccanismi del mondo nel quale esercitiamo (o crediamo di esercitare) ogni giorno la nostra libertà.