PROSSIMI APPUNTAMENTI DE "LE PAROLE RITROVATE" (Renzo De Stefani)

Carissime & carissimi

 

Il vostro segretario annaspa nel lavoro e manca da tempo agli appuntamenti del week end!

Me ne scuso anche perché avrei voluto raccontarvi dell’ultimo incontro nazionale di Parole ritrovate che si è tenuto il 5-6-7 ottobre.

Sono stati 3 giorni ricchi di presenze (cresciute rispetto agli ultimi 2-3 anni) nel consueto clima positivo e sorridente ricco naturalmente di ‘fiducia e speranza’.

Una citazione particolare al collegamento skype che abbiamo avuto venerdì con gli amici giapponesi e che ha colpito molto tutti. Non sono ovviamente mancati i consueti contributi di tanti utenti e familiari e anche di operatori, nuovi spesso all’esperienza che hanno apprezzato molto!

Pensando che qualcuno di voi che mi leggerà nelle prossime ore era a Trento in quei giorni, e magari ha voglia di raccontare cosa l’ha colpito di più … aspetto tante mail che come sempre farò girare.

Non bellissime le notizie sul fronte della Legge. Ormai siamo fuori tempo massimo. Il Parlamento non discuterà più leggi che non siano già in dirittura d’arrivo (e la nostra non lo è) e quindi tutto è rinviato alla prossima legislatura, incrociando tutte le dita possibili.

 

Venerdì al posto del pranzo il consueto incontro del coordinamento. Si è deciso di incontrarsi a Bologna sabato 18 novembre dalle ore 10 alle ore 17 in Via Canonica 18/20, Croce di Casalecchio di Reno (Bologna). Per arrivarci dalla Stazione ferroviaria bisogna prendere l’autobus N 20.

Per info logistiche si può telefonare a Roberto Cuni   3491673276  oppure a Fulvio Liverani, cell. 3348570881, Presidente del Centro Sociale sede dell’incontro.

Nelle prossime settimane vedrò di mandarvi una piantina dettagliata in modo da non costringervi a fare la caccia al tesoro!!

Obiettivo dell’incontro decidere cosa mettere in pista nei prossimi mesi sia sul fronte della Legge che di altre iniziative che riprendano il Giro d’Italia o altre avventure per rilanciare sempre di più e meglio il nostro movimento.

Venite numerosi perché l’incontro è particolarmente importante!!!!

 

Baci tanti

Renzo

Scrivi commento

Commenti: 4
  • #1

    Thesis writing service (mercoledì, 20 dicembre 2017 11:03)

    This is an awesome post. Really informative and creative content. This concept is a good way to enhance the knowledge. I like it and help me to development very well. Thank you for this brief explanation and very nice information

  • #2

    thesis writing service (lunedì, 22 gennaio 2018 09:35)

    Thanks for sharing amazing information !!!!!!
    Please keep up sharing.

  • #3

    https://exclusivethesis.com/ (lunedì, 29 gennaio 2018 10:42)

    You are interested in me, and I will continue to follow your blog.

  • #4

    Mergers and Acquisitions consultant (lunedì, 05 febbraio 2018 13:59)

    The blog article very surprised to me! Your writing is good.
    In this I learned a lot! Thank you!

    http://www.wordskshetra.com/mergers/

ATTIVITA' ASSOCIATIVA 2017
MIP - ATTIVITA' 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 138.4 KB
BILANCIO CONSUNTIVO 2017
MIP - B. CONSUNTIVO 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 353.7 KB

 

IL PROGRAMMA 2017-2018

http://www.casadelquartieredonatello.it

Josè Saramago

SAGGIO SULLA LUCIDITA'

Feltrinelli

IV edizione, 2015

 

Leggere Saramago non è agevole; la sua scrittura è originale, come una lunghissima riflessione fatta a voce alta o meglio a voce stampata.

Pur essendo la punteggiatura volutamente anomala si capisce il senso dei dialoghi. Questo romanzo, pur ambientato a Lisbona, è molto attuale se si guarda l'esito delle ultime elezioni politiche in Italia.

Cosa potrebbe succedere di fronte ad una vera e propria rivolta dei votanti, pur nel rispetto del formalismo elettorale? Come potrebbe reagire il potere istituzionale?

Vorrei citare due frasi che ritengo paradigmatiche.

 

"Se avevano votato come avevano votato era perché erano delusi e non trovavano altro modo per far capire una volta per tutte fino a che punto arrivava la delusione".

(pag. 96)

 

"Si domandino davanti allo specchio se magari non siano di nuovo cieche, se questa cecità, assai più vergognosa dell'altra, non le stia deviando dalla giusta direzione, spingendole verso il disastro estremo che sarebbe il crollo forse definitivo di un sistema politico che, senza che ci fossimo accorti della minaccia, conteneva sin dall'origine, nel suo nucleo vitale, cioè, nell'esercizio del voto, il seme della propria distruzione o, ipotesi non meno inquietante, di un passaggio a qualcosa di completamente nuovo, sconosciuto, tanto diverso che, lì, allevati come siamo stati all'ombra di routine elettorali che per generazioni e generazioni sono riuscite a schivare quello che ora vediamo essere uno dei suoi assi più importanti...".

(pag. 165)

 

Le elezioni di cui parla l'Autore hanno dato un esito possibile ma significativo: una maggioranza schiacciante, attorno all'ottanta per cento, di schede bianche. Ciò determina reazioni esagerate da parte dei partiti, specie di quello al governo. 

Questo romanzo è da leggere dopo aver letto l'altra opera di Saramago, Cecità, poiche è praticamente la sua continuazione.

 

Gianfranco Conforti

 

Cosa succede a un paese se alle elezioni i cittadini decidono in massa di votare scheda bianca? Quali ingranaggi vengono sollecitati fino alla rottura, quali contromisure andranno messe in atto? Se lo chiede José Saramago con questo straordinario romanzo, avvincente come un giallo e penetrante come un’analisi (fanta)politica. L’ipotesi più accreditata è che ci sia un legame fra questa “rivolta bianca” e l’epidemia di cecità che, solo quattro anni prima, si era diffusa come la peste. Gli indimenticabili protagonisti di Cecità fanno quindi ritorno, per condurci in un viaggio alla scoperta delle radici oscure del potere. Un viaggio che ci fa gettare uno sguardo nuovo e spietato sui meccanismi del mondo nel quale esercitiamo (o crediamo di esercitare) ogni giorno la nostra libertà.