DOVE SON FINITI I SOGNI DI BASAGLIA? Convegno a Torino

Il nostro paese è stato teatro di un evento storico che non ha eguali nel resto del mondo: la chiusura dei manicomi. Questo atto conclusivo di un lungo processo ha cambiato radicalmente l’immagine e il vissuto collettivo della malattia mentale. I processi di trasformazione successivi: legge 194 a tutela della maternità e per l’interruzione volontaria di gravidanza e la legge 833 istitutiva del Servizio Sanitario Nazionale, hanno contribuito a dare un volto nuovo all’insieme delle istituzioni sanitarie.

Il convegno, partendo da una analisi storica delle dimensioni sociali e politiche che hanno caratterizzato quell’epoca, propone una lettura della situazione attuale dei servizi, sottolineando criticità, risultati e prospettive future.

 

 

 

 

 

Programma

 

10 ottobre 2018

Giornata mondiale per la salute mentale - 9.00 – 17.00

Aula Magna Città della Salute e della Scienza AOU Molinette -

Corso Bramante, 88/90, Torino

 

Ore 9.00

Saluti della Direzione

Dr. Valerio Alberti

Dr. Roberto Testi

Dr.ssa Vilma Xocco

 

Ore 9.30

"Legge Basaglia e istituzione del SSN, cosa succedeva nel '78? Quali indicazioni e prospettive per il presente e il futuro dei servizi sanitari e sociosanitari"

Dr. Filippo Palumbo

 

Ore 10.15

Basaglia e le metamorfosi della psichiatria

Dr. Piero Cipriano

 

Ore 10.45

Intervallo

 

Ore 11.00

TSO: cosa potrebbe cambiare?

Dr. Vincenzo Villari

 

Ore 11.30

La parola ai famigliari e ai pazienti

Rossella Biagini

Roberto Rolli

 

Ore 12.00

Qualcosa di nuovo sul fronte occidentale

Piano d’azione per la salute mentale Regione Piemonte

Gianfranco Pomatto

Chiara Rivoiro

IRES. Piemonte

 

Ore 12.30

Dibattito

 

Ore 13.00

Pausa Pranzo

 

Ore 14.00

Radio OHM intermezzo

 

Ore 14.30

Tavola rotonda: L’integrazione tra i servizi per promuovere la salute mentale

- Dr. Carlo Romano (Direttore Distretto ASL Città di Torino)

- Dr.ssa Maria Rosa Giolito (Direttore Dipartimento Materno Infantile)

- Dr. Antonino Matarozzo (Direttore Dipartimento Dipendenze)

- Dr. Pirro Orazio/Dr.ssa Baiona Maria (NPI)

- Dr.ssa Vilma Xocco (Direttore Dipartimento Salute Mentale)

- Serena Vadrucci (SSD Coordinamento e Piano di Prevenzione)

 

Ore 16.00/17.00

Sintesi e prospettive a cura della Dr.ssa Vilma Xocco

 

MODALITA’ DI ISCRIZIONE

L’ iscrizione è gratuita e dovrà essere effettuate ECLUSIVAMENTE on line entro il 05/10/2018

• PERSONALE DEL S.S.R.:

L’iscrizione dovrà essere effettuata tramite il sito Regionale per la formazione con la seguente procedura: Collegarsi al sito www.formazionesanitapiemonte.it - Inserire nome Utente e Password nell’area riservata in alto a destra e cliccare su "login" - Selezionare “OFFERTA FORMATIVA” dalla pagina "utente".

Per il personale ESTERNO all’ASL Città di Torino: Selezionare "Corsi Regionali residenziali” ed impostare il filtro “fuori sede”

Per il personale INTERNO all’ASL Città di Torino: Selezionare "Corsi Regionali residenziali” e mantenere il filtro “in sede”

Individuare il titolo del convegno, e cliccare l’icona “Iscriviti” e, successivamente cliccare sull’icona per iscriversi - Seguire le procedure per l’iscrizione - Il sistema rilascia un modulo di pre-iscrizione - L’iscrizione sarà confermata via mail.

Se non si è ancora registrati - Collegarsi al sito www.ecmpiemonte.it - Selezionare in basso a sinistra il link “Registra Professionista” e seguire le istruzioni - Procedere con l’iscrizione.

PERSONALE ESTERNO AL S.S.R. (persone di qualsiasi profilo professionale e non) :

 

Collegarsi al sito www.formazionesanitapiemonte.it selezionando in basso a destra "Albo Provider Regione Piemonte" - Scegliere come organizzatore ASL Città di Torino - Selezionare "offerta formativa" - Individuare il titolo del convegno e proseguire con la procedura di iscrizione come "Esterno". - Il sistema rilascia un modulo di pre-iscrizione - L’iscrizione sarà confermata via mail

Scrivi commento

Commenti: 0

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

---------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2019
DATI SITO 2014-2019.pdf
Documento Adobe Acrobat 797.1 KB

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE VISITATORI:46620

 

TOTALE VISITE: 68002

 

MEDIA GIORNALIERA VISITATORI

negli ultimi 30 giorni: 51

 

MEDIA GIORNALIERAVISITE 

negli ultimi 30 giorni: 84

 

Dati aggiornati

al 29-03-2020

---------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

Anna Bravo Daniele Jalla 

LA VITA OFFESA

Storia e memoria dei Lager nazisti nei racconti di duecento sopravvissuti

 

Franco Angeli

 

"Raccontare poco non era giusto, raccontare il vero non si era creduti. Allora ho evitato di raccontare. Sono stato prigioniero e bon - dicevo".

Il cammino percorso dalia memoria dei Lager è in gran parte indicato da questa oscillazione tra il bisogno di verità e la difficoltà ad affermarla, tra lo sforzo di contrastare l'indifferenza del mondo e il silenzio come protesta; ma anche tra la spinta soggettiva a ricordare e quella opposta a dimenticare. Ostacoli esterni e interni non hanno interrotto questo cammino, facendo arrivare fino a noi un grande e inespresso patrimonio di esperienze.

A quarant'anni di distanza, la raccolta delle storie di vita degli ex deportati promossa dall'Aned in Piemonte, l'ha trasformato in racconto dando voce a tutti, in particolare a coloro - e sono la stragrande maggioranza - che non avevano mai trovato ascolto al di fuori della famiglia e del piccolo gruppo degli amici. Dalla stessa volontà nasce questo libro in cui parlano 200 sopravvissuti, in un montaggio di più di 900 brani tratti dalle 10.000 pagine di trascrizione delle loro testimonianze.

E' un accumulo enorme di notizie, episodi, giudizi, riflessioni ed emozioni; un coro che nasce dall'incontro di voci diverse, un primo abbozzo di memoria collettiva. E insieme, uno spaccato della deportazione italiana, con la sua fisionomia complessa e con i suoi tanti e diversi protagonisti: giovani partigiani e partigiane, intere famiglie ebree, antifascisti di vecchia data, militanti operai, soldati renitenti ai bandi, gente presa a caso nei rastrellamenti. Dalle loro voci - perché di voci si tratta in questa ricerca di storia orale - lo studio dei campi di sterminio può trarre moltissimi spunti capaci di allargarne radicalmente la conoscenza e di rimettere in discussioni valutazioni consolidate.

Ma oggi, in un panorama culturale e politico che inventa un volto umano al fascismo e tollera di convivere con prospettive di distruzione irreversibile, queste testimonianze hanno anche il valore di una denuncia e di un ammonimento.

 

Anna Bravo insegna storia sociale all'Università di Torino; si è occupata, tra l'altro, di resistenza, di cultura dei gruppi non omogenei e di storia orale, pubblicando diversi lavori su questi temi. Ha fatto parte del comitato scientifico che ha diretto la raccolta delle storie di vita promossa dall'Aned del Piemonte.

 

Daniele Jalla lavora presso la Regione Piemonte, dove si occupa di storia e culture locali. Ha svolto ricerche e pubblicato vari lavori di storia orale della cultura operaia.

 

Turismo
in Langa

 

Turismo in Langa
Corso Torino 4
12051 Alba (Cn)
Tel 0173.364030
SMS 331.9231050
info@turismoinlanga.it 

 

Clicca per visualizzare la home page dell'Associazione

http://www.turismoinlanga.it/it/

 Risotto allo zafferano con cook expert

Ricetta perfetta con Cook Expert Magimix!   Risotto allo zafferano

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

320 g di riso Arborio o Carnaroli 700 ml di brodo vegetale 1 cipolla 50 g di grana grattugiato 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva 1 noce di burro ghiacciato 1 bustina di zafferano in polvere o zafferano in pistilli 1 presa di sale grosso.

Per la ricetta clicca

https://unabloggerincucina.it/risotto-allo-zafferano-cook-expert/