Welcoming Europe – Per un’Europa che accoglie (Cooperativa Colibrì)

Il 2019 inizia per noi nel segno di un rinnovato impegno per il rispetto dei diritti umani, unendoci ad Altromercato nell’aderire alla campagna Welcoming Europe – Per un’Europa che accoglie per la quale potrete FIRMARE NELLE NOSTRE BOTTEGHE SABATO 12 GENNAIO (ore 9-12:30, 15:30-19:30)

CUNEO – corso Dante 33 
BORGO SAN DALMAZZO – via Garibaldi 19 
FOSSANO – via Garibaldi 8
MONDOVÍ – via S. Arnolfo 4
SALUZZO – via Volta 10

 

 

Sosteniamo “Welcoming Europe – così come abbiamo supportato la campagna “Ero straniero” – perché da anni sosteniamo un commercio equo che permetta a piccoli produttori del Sud del Mondo di mantenersi dignitosamente prevenendo la necessità di abbandonare la propria terra. Ci opponiamo ad un’economia globale ingiusta che obbliga a migrare e per questo sosteniamo un’accoglienza solidale.

La campagna si propone di raccogliere un milione di firme in 12 mesi in almeno 7 paesi membri entro febbraio 2019 per presentare una proposta legislativa si chiede alla Commissione europea di intervenire con urgenza su una materia fondamentale e delicata per il futuro dell’umanità 

DECRIMINALIZZARE LA SOLIDARIETÀ

CREARE PASSAGGI SICURI

 PROTEGGERE LE VITTIME DI ABUSI

Clicca qui per saperne di più: https://www.altromercato.it/it_it/welcomingeurope/

Scrivi commento

Commenti: 0

 

Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

TOTALE VISITATORI

28523

TOTALE VISITE

43527

Dati aggiornati

al 21-2-2019

---------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2018
DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE.pdf
Documento Adobe Acrobat 618.6 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

 

Mario Maffi

1957. UN ALPINO ALLA SCOPERTA DELLE FOIBE

Gaspari Editore

 

Cinquant’anni dopo, i ricordi della ”missione segreta” emergono dalla memoria di Mario Maffi e si trasformano in racconto scritto, inseriti in una rapida rivisitazione autobiografica a tutto campo. “Scendere” in una foiba è come scendere nella storia, cogliendola in uno dei suoi momenti più spietati: i crani mescolati alla ruggine di una bicicletta, le ossa sparse tra cocci di vetro e pagliericci, sono una visione infernale. Per metà tomba e per metà discarica, la foiba rappresenta il rovesciamento dei valori, l’umiliazione dei corpi morti che si aggiunge alla ferocia sui vivi. È una pagina in più che ci restituisce i contorni di una tragedia lontana, attorno alla quale c’è ancora tanto da studiare e da scoprire: una pagina che porta anche noi lettori al fondo della “foiba”, con la suggestione inquietante di un buio carico di significati e di simboli. (dalla Prefazione di Gianni Oliva).

 

Mario Maffi racconta interessanti aneddoti di storia cuneese nel periodo della seconda guerra mondiale sino al dopoguerra, a cui aggiunge la missione segreta nelle foibe, assegnatagli come alpino esperto in speleologia. 

 

Note biografiche sull'autore

 

Mario Maffi,
(Cuneo 1933-2017) ufficiale esperto di mine ed esplosivi, speleologo e fotografo, viene convocato nel 1957 dal ministero della Difesa per una missione segreta che lo porta a diventare inconsapevole testimone di una delle più atroci pagine del secondo dopoguerra: le foibe. Tale esperienza rimase per 50 anni solo nella sua memoria perché coperta dal segreto militare.
È autore di studi storico militari fra cui L’onore di Bassignano - il maggiore piemontese che non volle fucilare gli alpini del Val d’Adige (Gaspari 2010).