FUMO: E SE LE SIGARETTE COSTASSERO IL DOPPIO? (Cufrad.it news)

Ogni anno, solo in Italia, muoiono 70mila persone a causa del fumo. Fra le misure considerate più efficaci per limitare l'impatto devastante del tabagismo vi è l'aumento del prezzo del tabacco. Una recente indagine nazionale condotta da AstraRicerche sui fumatori italiani, le sigarette e il portafoglio, ha mostrato che: 
fuma il 42% per cento degli uomini e il 35% delle donne (e si rileva una tendenza preoccupante all'aumento del numero di sigarette quotidiane). 
la spesa mensile è elevata (sopra i 100 euro) per un terzo dei fumatori e in ben metà dei casi è più alta di quanto immaginato. Invitati a immaginare un impiego alternativo del denaro lasciato al tabaccaio, la maggioranza assoluta sceglie di premiarsi con un viaggio o una vacanza. 
Se i prezzi raddoppiassero il 46% smetterebbe. L'ipotesi vede favorevole il 46.5% della popolazione italiana e contrario il 35%. Ma se le entrate aggiuntive derivanti fossero investite in campagne antifumo e nella prevenzione e cura delle malattie fumo-correlate, i favorevoli sarebbero il 57.3% e i contrari il 21.2%.

Nel 2019 l'OMS dedica il World No Tobacco Day alle malattie respiratorie: il fumo non è solo causa di malattie respiratorie gravi e diffuse, come i tumori e la bronchite cronica; infatti in Italia oltre 30.000 persone soffrono di patologie rare legate al fumo come la fibrosi polmonare idiopatica, la bronchiolite respiratoria e l'istiocitosi polmonare a cellule di Langerhans. Condizioni che compromettono pesantemente la qualità di vita, e in molti casi la cessazione del fumo è la prima terapia per i malati.

IL FUMO È NEMICO DELLA BELLEZZA

Che nuoccia gravemente alla salute è scritto su tutti i pacchetti di sigarette ma che il fumo faccia molto male anche alla pelle non tutti lo sanno. Eppure anche se le cause patologiche di questo danneggiamento dell'epidermide da parte del tabacco, che rende la cute giallo-grigiastra, aumenta le rughe profonde - specie al lato degli occhi e delle labbra - e in alcuni punti la ispessisce, non sono note, gli effetti negativi del fumo possono essere sistemici e/o locali. Una brutta notizia per la bellezza  delle donne fumatrici che, secondo una recente indagine,  in Italia, sono 5,7 milioni con una percentuale più elevata al nord (21,6 per cento).

Continua a leggere

E SE SMETTESSI… SÌ, MA COME?

Il fumatore nervoso, quello rassegnato, l'ex tabagista di successo, l'indeciso, il pentito. Esistono tanti tipi di ex fumatori quante sigarette al mondo, o quasi. Fatto sta che il percorso di un tabagista è fatto di tappe importanti in cui ad un certo punto emerge il desiderio di smettere. Secondo il Centro Nazionale Dipendenze e Doping si inizia a fumare mediamente a diciotto anni e si smette a 42 con una dipendenza di durata ventennale alle spalle e ripetuti tentativi di smettere in cui la ricaduta è dovuta ai motivi più disparati: l'opposizione di un compagno, una necessità medica, la consapevolezza dei rischi, il decesso di un amico, la nascita di un figlio. Quale che sia, prima o poi un fumatore si pone almeno la domanda fatidica: «e se smettessi? Sì, ma come?».

Continua a leggere

(...omissis...)

copia integrale del testo si può trovare al seguente link: https://www.dica33.it/notizie/35505/fumo-sigarette-costassero-doppio.asp

(Articolo pubblicato dal CUFRAD sul sito www.cufrad.it)

Scrivi commento

Commenti: 0

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE

VISITE: 95373

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi 30 giorni: 70

Dati aggiornati

al 10-05-2021

---------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2019
DATI SITO 2014-2019.pdf
Documento Adobe Acrobat 797.1 KB

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

---------------------------

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 

 

Francesco De Filippo

Maria Frega

Filosofia per i prossimi umani

Come sarà la nostra vita tra vent'anni secondo

letterati, storici, antropologi e climatologi

 

Giunti Editore

 

Se vi chiedessero all'improvviso: pensate a un'immagine che possa rappresentare la nostra realtà occidentale contemporanea, cosa vi verrebbe in mente? Forse una risposta azzeccata potrebbe essere quella di una comunità nevrotica, instancabile, ebbra di miliardi di connessioni, relazioni, produzioni, che corre disperatamente, ma priva di meta e senza avere uno specifico obiettivo. Ciò che manca in questa immagine è un orientamento, una consapevolezza, un senso; in una parola, filosofia. È il paradosso che serpeggia nelle nostre società: scarseggia non la materia di Socrate e Kant, considerata oggi disciplina antica, lenta, apparentemente incompatibile con i social, la genetica, le neuroscienze, i viaggi spaziali; ma ciò che da essa scaturisce: la capacità di critica, di riflessione e comprensione delle dinamiche sociali e della relazione tra l'essere umano e il contesto in cui trascorre la propria esistenza. Siamo alla vigilia di una nuova rivoluzione tecnologica e la necessità di "avvolgere" tutti i cambiamenti in un reticolo di nuovo umanesimo, si fa ancora più urgente. Potremmo dire che abbiamo individuato il paradosso dopo aver terminato il precedente volume Prossimi umani, una fotografia del mondo come sarà dal punto di vista scientifico-tecnologico. Un'incoerenza che questo nuovo libro tenta di risolvere con un approccio umanistico, nella convinzione che non solo scienziati ma filosofi, sociologi, giornalisti e letterati siano chiamati a rispondere a domande sul ruolo degli esseri umani in un mondo di macchine e robot, all'organizzazione da dare a comunità composte da uomini frutto di modifiche genetiche o neuronali, alle cautele da adottare per difendersi da un pianeta controllato da quattro o cinque technocorporations.

 

 

CLICCA QUI

-----------------------------------------------------------

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

Per visitare il blog

CLICCA QUI