A PASSO DI FIABA (Associazione "Sentieri di Pace")

A PASSO DI FIABA

Rosbella di Boves,

 

 

 

L'Associazione "Sentieri di Pace" promuove per il sesto anno consecutivo la "Rassegna di spettacoli di lettura ad alta voce rivolti a famiglie con bambini e ragazzi nella frazione montana di Rosbella di Boves. 

 La VI edizione di "A Passo di Fiaba" si realizzerà prevedendo tre appuntamenti che avranno inizio come di consueto alle ore 16.


Il primo incontro sarà aperto a famiglie con bambini dai cinque anni di età.
Gli altri due sono rivolti anche a bambini dai tre anni.
Intende, attraverso le tematiche affrontate negli spettacoli, affermare valori quali la partecipazione, l'integrazione, la solidarietà e la coesione sociale, in relazione con il mondo emotivo dei bambini o ragazzi a cui si rivolgono.

In particolare, quest’anno, si inserisce in un progetto di più ampio respiro, «Vuoti d’aria: voci e visioni di coraggio», finanziato dal Centro Servizi per il Volontariato, che prevede anche alcune iniziative sul tema del coraggio, appunto, fissate a settembre ed ottobre, rivolte anche ad adolescenti ed adulti (un reading/ concerto con la compagnia Tecnologia Filosofica tratto dal «Diario di uno studente rivoluzionario», di James Simon Kunen, e un pomeriggio di scrittura creativa con la scrittrice e giornalista Francesca Rosso).

Gli appuntamenti di "A Passo di Fiaba" saranno:

Sabato 20 luglio "Mitico!" con la Compagnia Aedopop (Bergamo), Giorgio Personelli (voce) e Pierangelo Frugnoli (chitarra e voce, musiche originali) che proporranno un musical da fermi in cui il coraggio è declinato secondo i personaggi della mitologia. Racconti e canzoni tratti dal libro "Mitico!" di Annalisa Strada, gag comiche e  interazioni dirette con il pubblico.


Sabato 3 agosto, invece, sarà ospite la Compagnia Il Melarancio, come negli anni precedenti, con la lettura animata "Non scappare!!!" con Marina Berro e Paola Dogliani, un carosello di storie sul tema del coraggio, coraggio che chiama coraggio.  Dove si trova il coraggio? Nel cuore? E "se poi proprio il coraggio ti dovesse mancare non ti preoccupare! Siamo qui per fartelo trovare"... Il coraggio è da imparare!

Sabato 10 agosto si termina con "Sbuchi" di e con Elisa Dani, un omaggio a Leonardo Da Vinci, il suo "uomo vitruviano" oggi si traveste, si camuffa, si diverte, con noi, ed ha un buco nella pancia.
Son buchi per scoprire, per infilarci le dita, il naso, la lingua, per infilarcisi dentro e nascondersi. 
Son buchi per "ogni dentro ed ogni fuori", per uscire ed entrare dalla realtà, da riconoscere… e per riconoscersi, anche per guardarsi dentro.  Bisogna guardare i propri buchi, con coraggio, meravigliarsi delle meraviglie che contengono...


Gli appuntamenti avverranno anche in caso di pioggia.

L’ingresso e libero e gratuito. Per informazioni telefonare ad Elisa Dani, al 334.7334805.

Scrivi commento

Commenti: 0

 

Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

TOTALE VISITATORI

37834

TOTALE VISITE

55588

Dati aggiornati

al 21-08-2019

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2018
DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE.pdf
Documento Adobe Acrobat 618.6 KB

Referenti del Movimento “Le Parole Ritrovate”

a cui ci si può rivolgere per informazioni e collaborazioni

nelle regioni d’Italia dove il movimento è presente

 

vai anche alla pagina CONTATTI

Movimento LE PAROLE RITROVATE
Elenco Referenti regione per regione
elenco referenti regionali.pdf
Documento Adobe Acrobat 196.6 KB

----------------------------------------------

ATTIVITA' MENTEINPACE 2018
MIP - ATTIVITA' 2018.pdf
Documento Adobe Acrobat 129.6 KB
PROGETTO "STARE BENE INSIEME"
Relazione descrittiva presentata alla Fondazione CRC
PROGETTO STARE BENE INSIEME- RELAZIONE D
Documento Adobe Acrobat 405.0 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

Le ragazze sono cambiate

 

Le nuove adolescenti nel  mondo reale e virtuale

a cura di

Gustavo Pietropolli Charmet, Elena Paracchini,

Roberta Spiniello, 

Aurora Rossetti

 

Postfazione di

Davide Comazzi

 

Franco Angeli Edizione

 

Le ragazze di oggi sognano ancora il principe azzurro? Che ruolo hanno il gruppo dei pari e il web nell'affrontare i compiti evolutivi? Come si fa a crescere quando i limiti sono così sfuocati in seguito alla caduta del patriarcato? E perché le ragazze rimandano così a lungo il loro desiderio generativo? Queste sono alcune delle domande a cui il libro cerca di dare risposte o spunti di riflessione. Le ragazze oggi diventano donne attraverso percorsi diversi da quelli tracciati dalle loro mamme e dalle loro nonne. Seguendo queste impronte, gli autori - terapeuti del Consultorio Gratuito del Minotauro - ci propongono alcune riflessioni nate dal confronto con le adolescenti incontrate durante gli anni di attività clinica del Servizio. Dai racconti di digiuni, tagli e di altri importanti attacchi alla nascente corporeità pubere femminile è infatti nato il bisogno di capire cosa stia succedendo fuori dalla stanza della terapia, ovvero in che modo i cambiamenti avvenuti a livello familiare e sociale influenzino la costruzione della loro identità femminile. Il testo vuole essere un utile strumento per i terapeuti ma anche per tutte le altre figure - genitori, insegnanti, operatori - che si confrontano quotidianamente con le nuove adolescenti.

 

Luigi Ciotti

Lettera a un razzista del terzo millennio

Edizioni Gruppo Abele

 

Gli stranieri ci stanno invadendo? Chiudere i porti è una soluzione? Che cosa vuol dire «prima gli italiani»? Don Luigi Ciotti scrive una lettera a cuore aperto contro «l’emorragia di umanità alimentata dagli imprenditori della paura»: una presa di posizione salda contro tutti i razzismi da parte di chi ha fatto dell’accoglienza la propria missione da più di cinquant’anni. Una lettera indirizzata a un razzista del nuovo millennio ormai avvelenato da luoghi comuni e narrazioni tossiche. Per decostruire i pregiudizi e affermare i principi di una società più giusta.

 

 

Dall’indice: 

ingiustizie - razzismo - invasioni - «prima gli italiani» - diversi - memoria - muri - «aiutiamoli a casa loro» - un uomo solo al comando - speranza