NESSUNO CAMBIA DA SOLO (Michelangelo, "La Fenice: il giornale dal carcere", Ivrea)

Il cambiamento nasce dal confronto, da un incontro importante, dalla scoperta di passioni diverse da quelle che hanno fatto finire in carcere; cambiare per chi è in carcere non è un percorso lineare, la persona che vuole cambiare è sempre in bilico perchè tutti intorno la considerano quella di prima.
“Riuscire a cambiare” non è facile, specie per persone logorate da anni di galera (“Scoppiati di galera”). Come si fa poi a cambiare se le persone devono vivere con il codice in mano, tra istanze, reclami, ricorsi, se la loro vita è fatta di un’attesa spasmodica di una qualche decisione, del magistrato, della direzione, di chi deve declassificarti, di chi deve trasferirti?
Io oggi sono credente, ma sono sicuro che alle persone non basta dare una “seconda possibilità”, bisogna avere la forza di dare anche la terza, la quarta…
E a chi mi guarda con compatimento, rispondo che sono contento di crederci sempre e mi fa pena chi non crede nella possibilità di OGNI ESSERE UMANO di tirar fuori qualcosa di buono.
Il cambiamento non può avvenire senza cadute, ritorni indietro.
Nessuno cambia da solo se lasciato a oziare tutto il giorno in cella, è fondamentale che il detenuto possa confrontarsi con realtà diverse da quelle che lo hanno portato a determinate scelte di vita; il carcere chiuso porta a chiusura mentale; il cambiamento di un detenuto è prima di tutto un dovere verso se stessi e verso la società; ma se le istituzioni continuano a guardarlo e giudicarlo attraverso il suo fascicolo giudiziario, il passato si imporrà sempre sul presente.
I percorsi graduali e accompagnati di uscita dal carcere sono gli unici che ti permettono di metterti alla prova e di capire davvero cosa significa cambiare.
Il cambiamento significa anche ammettere la propria fragilità, ma questa in carcere rende la vita difficile, e rinunciare volontariamente a portare una maschera ti fa diventare ancora più vulnerabile.
Sono stato uno tra i tanti giovani a cui il carcere ha proposto poco o nulla come strumenti di cambiamento, ma anzi, nelle esperienze precedenti, non ha fatto che peggiorarmi e rendermi una persona che non faceva altro che sentirsi vittima di un sistema miope e sordo; negli anni questo ha fatto nascere in me una grande voglia di rivalsa nei confronti delle istituzioni e della società, che ritenevo complice perchè non faceva nulla per occuparsi di cambiare le cose.
Oggi ho imparato a dare una direzione alla mia rabbia, ma soprattutto ho cercato di farla diventare un punto di forza a mio favore, usandola come strumento di lotta per cambiare le cose attraverso la scrittura e la comunicazione. Sperando che domani non ci sia più un’operatrice che dica, a una persona poco più che ventenne, che è irrecuperabile, come fecero con me, tanto tanto tempo fa.

Michelangelo

 

Nella Casa Circondariale di Ivrea nasce una nuova redazione giornalistica: La Fenice.

Per contattare la Redazione La Fenice o commentare l’articolo scrivi a: redazione.lafenice@varieventuali.it

 

tratto da: Varieventuali News - 91/2019

http://lafenice.varieventuali.it/?p=328

Scrivi commento

Commenti: 0

 

Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

TOTALE VISITATORI

40387

TOTALE VISITE

58814

Dati aggiornati

al 14-10-2019

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2018
DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE.pdf
Documento Adobe Acrobat 618.6 KB

Referenti del Movimento “Le Parole Ritrovate”

a cui ci si può rivolgere per informazioni e collaborazioni

nelle regioni d’Italia dove il movimento è presente

 

vai anche alla pagina CONTATTI

Movimento LE PAROLE RITROVATE
Elenco Referenti regione per regione
elenco referenti regionali.pdf
Documento Adobe Acrobat 196.6 KB

----------------------------------------------

ATTIVITA' MENTEINPACE 2018
MIP - ATTIVITA' 2018.pdf
Documento Adobe Acrobat 129.6 KB
PROGETTO "STARE BENE INSIEME"
Relazione descrittiva presentata alla Fondazione CRC
PROGETTO STARE BENE INSIEME- RELAZIONE D
Documento Adobe Acrobat 405.0 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

Henry David Thoreau

 

Ascoltare gli alberi

Garzanti Classici 

 

«Una lontana betulla bianca, ritta su una collina contro il cielo bianco e brumoso, sembra, con i suoi ramoscelli sottili, così distinti e neri, un millepiedi che si arrampichi in paradiso.»
Righe come queste, tratte dal suo Diario, riassumono la visione filosofica e naturalistica di Henry Thoreau sul mondo vegetale. Precursore del pensiero ecologista, pone gli alberi al centro della propria vita intellettuale ed emotiva, instaurando con loro un profondo dialogo e tentando così di catturarne l’essenza. Ascoltare gli alberi propone una scelta di pagine suggestive dove gli alberi sono descritti come persone in carne e ossa, come amici fedeli che meritano il più grande rispetto, come compagni di vita che in ogni stagione offrono, per lo stupore di chi li contempli, l’immagine di una natura meravigliosa e in continuo mutamento.

 

Turismo
in Langa

ALBAROMATICA XIV

Erbe e spezie invadono il centro storico di Alba

Il 13 ottobre 2019, nel pieno della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, una domenica alla scoperta di altri generosi frutti della terra: la capitale delle Langhe si trasformerà in un immenso banchetto per celebrare la versatilità di erbe e spezie.

Organizzata da Turismo in Langa nell’ambito dell’89esima Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, con il sostegno attivo dell’Ente Fiera, “Albaromatica” – quest’anno alla XIV edizione – è una vera e propria kermesse pensata per illustrare ogni sfaccettatura dell’utilizzo di erbe e spezie.

Quaranta espositori divisi in aree tematiche inPiazza Risorgimento: Barolo chinato, amari, distillati, thè e tisane, caramelle, cioccolatini alle spezie, oli, unguenti, creme e profumi…

 

Oltre alle tradizionali bancarelle, sarà possibile prendere parte a laboratori esperienziali gratuiti a tema erbe e spezie, condotti dal Muses Accademia Europea delle Essenze di Savigliano, che approda ad Alba per svelare i segreti della profumeria, facendo scoprire la piramide olfattiva, le materie prime impiegate nelle fragranze e il meraviglioso potere dell’olfatto.

Per saperne di più

http://www.turismoinlanga.it/it/albaromatica-2019/

 

LA CUCINA LIGHT DI GELSO

 

STRUDEL VELOCE DI PASTA FILLO CON VERDURE

INGREDIENTI

  • 3 fogli di pasta fillo fresca
  • Verdure miste: 1 carota, 2 zucchine piccole, 1 cipollotto, asparagi, radicchio (o melanzane, o peperoni)
  • Grana grattugiato
  • Olio extra vergine di oliva
  • Sale, pepe

Per la preparazione e il video CLICCA SU:

https://unabloggerincucina.it/strudel-pasta-fillo-verdure/