NESSUNO CAMBIA DA SOLO (Michelangelo, "La Fenice: il giornale dal carcere", Ivrea)

Il cambiamento nasce dal confronto, da un incontro importante, dalla scoperta di passioni diverse da quelle che hanno fatto finire in carcere; cambiare per chi è in carcere non è un percorso lineare, la persona che vuole cambiare è sempre in bilico perchè tutti intorno la considerano quella di prima.
“Riuscire a cambiare” non è facile, specie per persone logorate da anni di galera (“Scoppiati di galera”). Come si fa poi a cambiare se le persone devono vivere con il codice in mano, tra istanze, reclami, ricorsi, se la loro vita è fatta di un’attesa spasmodica di una qualche decisione, del magistrato, della direzione, di chi deve declassificarti, di chi deve trasferirti?
Io oggi sono credente, ma sono sicuro che alle persone non basta dare una “seconda possibilità”, bisogna avere la forza di dare anche la terza, la quarta…
E a chi mi guarda con compatimento, rispondo che sono contento di crederci sempre e mi fa pena chi non crede nella possibilità di OGNI ESSERE UMANO di tirar fuori qualcosa di buono.
Il cambiamento non può avvenire senza cadute, ritorni indietro.
Nessuno cambia da solo se lasciato a oziare tutto il giorno in cella, è fondamentale che il detenuto possa confrontarsi con realtà diverse da quelle che lo hanno portato a determinate scelte di vita; il carcere chiuso porta a chiusura mentale; il cambiamento di un detenuto è prima di tutto un dovere verso se stessi e verso la società; ma se le istituzioni continuano a guardarlo e giudicarlo attraverso il suo fascicolo giudiziario, il passato si imporrà sempre sul presente.
I percorsi graduali e accompagnati di uscita dal carcere sono gli unici che ti permettono di metterti alla prova e di capire davvero cosa significa cambiare.
Il cambiamento significa anche ammettere la propria fragilità, ma questa in carcere rende la vita difficile, e rinunciare volontariamente a portare una maschera ti fa diventare ancora più vulnerabile.
Sono stato uno tra i tanti giovani a cui il carcere ha proposto poco o nulla come strumenti di cambiamento, ma anzi, nelle esperienze precedenti, non ha fatto che peggiorarmi e rendermi una persona che non faceva altro che sentirsi vittima di un sistema miope e sordo; negli anni questo ha fatto nascere in me una grande voglia di rivalsa nei confronti delle istituzioni e della società, che ritenevo complice perchè non faceva nulla per occuparsi di cambiare le cose.
Oggi ho imparato a dare una direzione alla mia rabbia, ma soprattutto ho cercato di farla diventare un punto di forza a mio favore, usandola come strumento di lotta per cambiare le cose attraverso la scrittura e la comunicazione. Sperando che domani non ci sia più un’operatrice che dica, a una persona poco più che ventenne, che è irrecuperabile, come fecero con me, tanto tanto tempo fa.

Michelangelo

 

Nella Casa Circondariale di Ivrea nasce una nuova redazione giornalistica: La Fenice.

Per contattare la Redazione La Fenice o commentare l’articolo scrivi a: redazione.lafenice@varieventuali.it

 

tratto da: Varieventuali News - 91/2019

http://lafenice.varieventuali.it/?p=328

Scrivi commento

Commenti: 0

MenteInPace

PANDEMIA, PANDE…NOSTRA

Emozioni e riflessioni in tempo di Covid-19

 

Edizioni NEROSUBIANCO

196 pag., formato A4, a colori

 

Il libro è fuori commercio ed è stato finanziato dal CSV, Centro Servizi per il Volontariato di Cuneo. Viene distribuito a chi volesse fare un’offerta libera alla nostra associazione. Per riceverlo inviate una mail a menteinpace@libero.it con recapito e numero di copie richiesto.

 

-------------------------------------

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE VISITATORI:57769

 

TOTALE

VISITE: 84468

 

MEDIA GIORNALIERA VISITATORI

negli ultimi 30 giorni: 

46

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi 30 giorni: 

65

 

Dati aggiornati

al 30-11-2020

---------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2019
DATI SITO 2014-2019.pdf
Documento Adobe Acrobat 797.1 KB

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB

---------------------------

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

 

Cristina Contini

Una vita, due vite.

Corso e percorso di voci

Editore: Capovolte

Collana: Ribelle

Anno edizione: 2019

CLICCA QUI

 

 

Sentire le voci può fare paura. Cristina Contini è una donna che da anni vive a contatto con le voci. La sua storia, la sua sensibilità, la sua decisione di mettersi a servizio delle persone in sofferenza e il suo lavoro in ambito psichiatrico, a disposizione degli ultimi, testimoniano quanto sia importante l'ascolto. L'ascolto per assumere consapevolezza, per affrontare e superare la paura, per far sì che tutte le parti di sé tornino a integrarsi, trovando una coerenza nell'agire e nell'essere. In "Una vita, due vite. Corso e percorso di voci", Cristina Contini si racconta, dall'esperienza del coma fino alla creazione dei primi gruppi di auto-mutuo-aiuto per uditori e alla fondazione dell'Associazione Nazionale Sentire le Voci, che oggi collabora con professionisti e operatori dei dipartimenti di salute mentale delle ASL di tutta Italia e offre accoglienza e aiuto agli uditori e alle loro famiglie. È il racconto di un percorso, la spiritualità, i silenzi, le scelte, la loro intensità, l'importanza delle parole, per arrivare a comprendere la necessità per ciascuno di noi di "sentire" la propria vita.

-------------------------------------

 

Cuneotrekking

 

Cuneotrekking è il principale portale dedicato alle escursioni nelle Alpi cuneesi. Nato nel 2007 dalla passione per la montagna di Elio e Valerio Dutto, padre e figlio, nel corso degli anni ha visto il team crescere e si è affermato come punto di riferimento per l’escursionismo, superando le 500 escursioni descritte e i 2 milioni di visitatori nei soli primi sei mesi del 2020.

 

Per visitare il sito

 

CLICCA QUI

----------------------------

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

Per visitare il blog

CLICCA QUI