Alcol: In Italia 80.000 persone in cura nei SERD (FeDerSerd)

Alcol: In Italia circa 80.000 persone sono in cura nei SERD

 

I numeri durante una sessione del Congresso nazionale di FeDerSerD a Milano. Al centro dei lavori le indicazioni operative per i trattamenti farmacologici personalizzati e sulle caratteristiche dei pazienti.  Presentato anche il manifesto dei professionisti di settore dal titolo “Riparliamo di alcol”, ricco di proposte operative che saranno al centro del confronto con le istituzioni.

 

10 OTT - In Italia circa 80.000 persone sono in cura per alcoldipendenza nei SERD. Sulla base di questa numeri si è svolta oggi una sessione dedicata ai problemi correlati alla dipendenza da alcolici al Congresso nazionale di FeDerSerD in corso a Milano
 
La sessione congressuale, si è aperta con il ricordo del prof. Gaspare Jean, maestro di medicina e pioniere dell’intervento alcologico. “L’alcolismo – si legge in una nota - è un viaggio che per tappe può durare anni prima di essere notato. Si parte da solitari, poi arrivano i problemi in famiglia, personali e sul lavoro. Oggi di alcol si parla poco, anche se nelle nostre cronache è spesso presente per gli incidenti stradali, domestici, sul lavoro, e sempre più vediamo ragazzi in pronto soccorso che arrivano intossicati. L’alcol è al centro di molte forme di dipendenza, non manca quasi mai nelle forme di abuso e consumi patologici.  L’abuso di alcol produce una serie di conseguenze che portano ad un disagio sanitario, psicologico e sociale. Il fenomeno dell’alcolismo risulta il terzo fattore di rischio per la popolazione europea e favorisce l’insorgere di molte malattie e morti premature”.

 
“Nel rapporto 2018 dell’Osservatorio nazionale alcol – ricorda FeDerSerDs si afferma che il consumo di alcol è problema di salute pubblica e appunto terza causa di morte in Europa dopo il fumo e la ipertensione arteriosa. I dati dell’OMS attestano ogni anno nel mondo almeno 3 milioni di morti dovuti all’alcol, 6 decessi ogni minuto. In Italia circa 80.000 persone sono in cura per alcoldipendenza nei SERD.
FeDerSerD ha ritenuto necessario proporre nel congresso nazionale 2019 analisi, riflessioni, buone prassi e stimolare il confronto tra gli esperti.
Le relazioni hanno affrontato temi centrali:
- Le basi neurobiologiche per il trattamento della dipendenza da alcol
- La presa in carico dei soggetti alcoldipendenti
- La valutazione dell’outcome nella pratica clinica
- Lo stato dell’arte della pratica clinica con sodio oxibato.
Nella discussione ci si è soffermati in particolare sulle indicazioni operative per i trattamenti farmacologici personalizzati e sulle caratteristiche dei pazienti. Infine, è stato presentato anche il manifesto dei professionisti di settore dal titolo “Riparliamo di alcol”, ricco di proposte operative che saranno al centro del confronto con le istituzioni.

 

tratto da quotidianosanità.it

http://www.quotidianosanita.it/lavoro-e-professioni/articolo.php?articolo_id=77695&fr=n

 

per maggiori informazioni su FeDerSerd vai al loro sito web

http://www.federserd.it/

Scrivi commento

Commenti: 0

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE

VISITE: 93817

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi 30 giorni: 66

Dati aggiornati

al 15-04-2021

---------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2019
DATI SITO 2014-2019.pdf
Documento Adobe Acrobat 797.1 KB

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

---------------------------

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 

 Elena Marchesini

Quando un bocciolo si sente gemma

Una favola per raccontare la disforia di genere

In Riga Edizioni

Il libro affronta, in modo delicato, il tema della disforia di genere dal punto di vista del bambino che la vive. È la storia di un piccolo che nasce bocciolo ma si sente gemma. Usando la metafora del mondo dei fiori e della natura, si entra nel cuore e nella mente di questo germoglio che inizia un percorso di ricostruzione della sua identità nel rispetto di sé stesso. Ogni personaggio che incontra sul suo cammino arriva al momento giusto per dare un insegnamento, stimolare una riflessione, ascoltare uno sfogo. Pagina dopo pagina, si comincia un viaggio dentro le emozioni dei personaggi e si scoprono alcune delle sensazioni che proviamo quotidianamente noi tutti. Una favola adatta per giovani adulti e grandi bambini, che sa insegnare come si possa essere felici in modo unico e speciale. La felicità non si copia dagli altri. Ognuno deve cercare la propria. I genitori che vogliono accompagnare i bambini in questo viaggio possono trovare in questo libro uno strumento per accedere, esplorare, accettare e gestire le emozioni e le diversità. Età di lettura: da 7 anni.

 

CLICCA QUI

 

 

-----------------------------------------------------------

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

Per visitare il blog

CLICCA QUI