ALCOL: ATTENZIONE ALLE FESTE (www.cufrad.it)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come evitare le abbuffate alcoliche

 

Cene, pranzi e poi di nuovo cene, pranzi. Questo ci aspetta nei prossimi giorni, e l’alcol è spesso protagonista della convivialità natalizia. Ma attenzione: “Il limite di consumo ormai accettato a livello internazionale è di due unità alcoliche al giorno per un uomo e di una per la donna. Una unità alcolica corrisponde a 125 ml di vino di media gradazione alcolica (sui 12 gradi), oppure a 40 ml di superalcolico, oppure a una birra da 33 ml a bassa gradazione (4-4,5 gradi). Ma durante le festività si arriva facilmente a consumare 4 o 5 unità alcoliche al giorno, una quantità che corrisponde al ‘binge drinking‘”. A spiegarlo all’Adnkronos Salute Maria Luisa Attilia, responsabile clinica del Centro di riferimento alcologico della Regione Lazio – Asl Roma 1.

“Non si pensi che sia difficile ad arrivare a quantità da ‘binge drinking’. Durante le feste ci si riunisce, si brinda e si possono superare in poco tempo i limiti di consumo alcolico“. C’è poi chi sotto Natale rischia ancora di più: “Le persone con un problema di alcolismo – evidenzia l’esperta – durante le festività ricadono più facilmente nella dipendenza, così come avviene anche durante l’estate: si sentono questi periodi dell’anno come momenti stressanti, di solitudine o di forzata vicinanza, e dunque a rischio di ricaduta. Ed è per questo che cerchiamo di non chiudere il nostro centro, per mettere a disposizione di chi ne ha bisogno anche in questi giorni un punto di riferimento”.

 

Quali sono i consigli da seguire a tutelare la nostra salute?

 

“Il primo consiglio è che chi guida non deve bere. Bisogna poi evitare sempre di assumere alcolici a stomaco vuoto perché, bevendo senza aver mangiato, l’assorbimento dell’alcol è massimo. Ecco perché i nostri nonni mangiavano del pecorino con il vino, e in Sud America le donne usano assumere un po’ di olio prima di consumare alcolici”, sottolinea Attilia.

Attenzione poi a “chi non è abituato a bere: farlo all’improvviso, magari in grandi quantità – spiega Attilia – provoca ancora più danni e, ad esempio, un giovane che beve molto all’improvviso rischia molto più facilmente il coma etilico. Ormai sono sempre più comuni i ricoveri per questi motivi: il fegato di un adolescente non ha potenziato le sue capacità enzimatiche di metabolizzazione dell’alcol ed è per questo che i giovani rischiano di andare incontro a questo terribile evento”.

Importante anche “l’aspetto della differenza di genere: le donne sono più suscettibili al danno tossico da alcol e, per questo, le dosi da non superare dettate dalle autorità sanitarie internazionali sono più basse per le donne.

 

(...omissis...)

copia integrale del testo si può trovare al seguente link:

https://www.laleggepertutti.it/350752_come-evitare-le-abbuffate-alcoliche

 

(Articolo pubblicato dal CUFRAD sul sito www.cufrad.it)

Scrivi commento

Commenti: 0

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB

---------------------------

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE VISITATORI:54716

 

TOTALE

VISITE: 80106

 

MEDIA GIORNALIERA VISITATORI

negli ultimi

30 giorni: 31

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi

30 giorni: 42

 

Dati aggiornati

al 18-09-2020

---------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2019
DATI SITO 2014-2019.pdf
Documento Adobe Acrobat 797.1 KB

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

 

a cura di 

GIUSEPPE TIBALDI

prefazione di 

don LUIGI CIOTTI

 

LA PRATICA QUOTIDIANA DELLA SPERANZA

 

Mimesis Edizioni

 

Quali sono i fattori che favoriscono i percorsi positivi in situazioni che appaiono disperate, come molte esperienze esistenziali dolorose e poco comprensibili, come quelle psicotiche? Chi ha scandagliato i racconti di centinaia di “sopravvissuti” (G. Hornstein), ha indicato una risposta chiarissima: disporre di almeno una persona che creda fermamente alla possibilità della tua “guarigione”

 

Turismo
in Langa

 

Turismo in Langa
Corso Torino 4
12051 Alba (Cn)
Tel 0173.364030
SMS 331.9231050
info@turismoinlanga.it 

 

Clicca per visualizzare la home page dell'Associazione

http://www.turismoinlanga.it/it/

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

 

VISITA IL BLOG

 https://unabloggerincucina.it/