QUELLO CHE È DIFFICILE RACCONTARE (lafenice.varieventuali.it)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Probabilmente voi lettori, di questa redazione, volete prendere conoscenza. Sapere come si vive, come si sta tra queste mure, cosa succede.
Beh, io direi che dipende dal lettore, sono così anche io, curioso.
Qual’è la vostra vicinanza o distanza da un carcere? Quali sono state le vostre più grandi sofferenze? Quelle che non avete saputo affrontare, talvolta neanche raccontare? Quelle sofferenze da cui non potete liberarvi?
Credo ci siano tante persone che abbiano passato brutti periodi nella vita, credo che ci siano cose peggiori al carcere.
Credo anche che a molti la vita abbia sempre sorriso, contraccambiata; molti che non hanno mai dovuto affrontare un dolore che li segnasse a vita, per la vita.
Come poter scrivere, raccontando ciò che non si può spiegare?
Direi quel sorriso, che tanti nelle carceri non hanno, che forse non hanno mai avuto, a cui nessuno ha saputo donare vita, o a cui non hanno saputo contraccambiare.
Un sorriso, a volte già spento da tanto tempo, o che non è nato a suo tempo, che il carcere ha chiuso per sempre in una cella.
Sì, una vita spenta, che nessun articolo di giornale può realmente raccontare.
Sono mediamente 750 sorrisi in vite spente all’anno, spente per sempre, nelle nostre celle, in un qualsiasi carcere italiano, vita ormai dissolta per sempre.
La maggior parte sono detenuti in custodia cautelare, giudicabili, o in attesa di processo.
Ciò che succede, quello che si prova, tra le mura di un carcere, resta nel carcere.
Non lo si può descrivere, raccontare, cosi da far prendere conoscenza al lettore.
Come si potrebbe dire, scrivere, che l’unica via di uscita è un cordino legato al collo o del gas, con cui potersi spegnere o liberare. Spenti, come il loro sorriso, come una luce di una candela appesa, ormai spenta.
Non tutti nelle carceri riescono a rinascere come L’Araba Fenice, volatile biblico, che risorge dalle proprie ceneri.
Molti trovano fine alle loro sofferenze, alla loro mancanza di sorriso, alla loro ricercata libertà.
Prigionieri o fuori dal carcere, la Fenice li porta con sé in cenere, in libertà, e non sappiamo se avrebbero potuto trovare il risorgere di quel sorriso.

 

Robert M.

 

 

Per contattare la Redazione La Fenice o commentare l’articolo scrivi a   redazione.lafenice@varieventuali.it

Scrivi commento

Commenti: 0

----------------------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2019
DATI SITO 2014-2019.pdf
Documento Adobe Acrobat 797.1 KB

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE VISITATORI:45080

 

TOTALE VISITE: 65436

 

MEDIA GIORNALIERA VISITATORI

negli ultimi 30 giorni: 37

 

MEDIA GIORNALIERAVISITE 

negli ultimi 30 giorni52

 

Dati aggiornati

al 27-02-2020

PROGETTO "STARE BENE INSIEME"
Relazione descrittiva presentata alla Fondazione CRC
PROGETTO STARE BENE INSIEME- RELAZIONE D
Documento Adobe Acrobat 405.0 KB

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

NON SOLO MIMOSE

Edizioni Paoline
Il volume presenta brani, prevalentemente poetici, sul tema della donna. Autori e autrici di tutti i tempi e di tutti i luoghi (tra gli altri, Alda Merini, Antonia Pozzi, Etty Hillesum, Elisa Kidané, Francesco d’Assisi, Michelangelo, Leopardi, García Lorca) le hanno dedicato i loro componimenti, cantando amore, dolore, affetto materno, spiritualità.

 

Turismo
in Langa

   Caccia al          Tesoro        1 maggio

2020

Organizzata da Turismo in Langa, la Caccia al Tesoro è un gioco non competitivo con il classico formato di percorso ad indizi. L’itinerario si snoda tra le magnifiche colline delle Langhe, Patrimonio dell’Umanità UNESCO e andrà percorso in automobile o in motocicletta, per permettere ai partecipanti di visitare un’ampia fetta del territorio delle Langhe.

I giocatori, divisi in squadre da massimo 5 persone, seguiranno itinerari differenziati, ma omogenei per caratteristiche, lunghezza, tour e location. Si visiteranno paesi, cantine e castelli e in ogni location sarà possibile cimentarsi in una prova di gioco, degustando vini e prodotti del territorio.

Costo di partecipazione: 25 euro a persona
Per acquistare l’esperienza, scrivi a info@turismoinlanga.it o chiamaci al numero 0173 364030

Clicca qui per vedere il trailer dell’evento! 

 

LA CARBONARA PERFETTA

 

Gli spaghetti alla carbonara sono, insieme alla torta di mele, la prima ricetta che abbia mai realizzato tutta da sola. L’imperativo, secondo mio padre, era di non scaldare assolutamente il composto di uova, pena la coagulazione delle stesse e l’effetto “uova strapazzate” che tanto non ci piace! Ecco alcuni, semplici, accorgimenti per non sbagliare e per ottenere una carbonara a regola d’arte!

 

Per la ricetta ed il video tutorial clicca su:

https://unabloggerincucina.it/la-carbonara-perfetta/