QUELLO CHE È DIFFICILE RACCONTARE (lafenice.varieventuali.it)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Probabilmente voi lettori, di questa redazione, volete prendere conoscenza. Sapere come si vive, come si sta tra queste mure, cosa succede.
Beh, io direi che dipende dal lettore, sono così anche io, curioso.
Qual’è la vostra vicinanza o distanza da un carcere? Quali sono state le vostre più grandi sofferenze? Quelle che non avete saputo affrontare, talvolta neanche raccontare? Quelle sofferenze da cui non potete liberarvi?
Credo ci siano tante persone che abbiano passato brutti periodi nella vita, credo che ci siano cose peggiori al carcere.
Credo anche che a molti la vita abbia sempre sorriso, contraccambiata; molti che non hanno mai dovuto affrontare un dolore che li segnasse a vita, per la vita.
Come poter scrivere, raccontando ciò che non si può spiegare?
Direi quel sorriso, che tanti nelle carceri non hanno, che forse non hanno mai avuto, a cui nessuno ha saputo donare vita, o a cui non hanno saputo contraccambiare.
Un sorriso, a volte già spento da tanto tempo, o che non è nato a suo tempo, che il carcere ha chiuso per sempre in una cella.
Sì, una vita spenta, che nessun articolo di giornale può realmente raccontare.
Sono mediamente 750 sorrisi in vite spente all’anno, spente per sempre, nelle nostre celle, in un qualsiasi carcere italiano, vita ormai dissolta per sempre.
La maggior parte sono detenuti in custodia cautelare, giudicabili, o in attesa di processo.
Ciò che succede, quello che si prova, tra le mura di un carcere, resta nel carcere.
Non lo si può descrivere, raccontare, cosi da far prendere conoscenza al lettore.
Come si potrebbe dire, scrivere, che l’unica via di uscita è un cordino legato al collo o del gas, con cui potersi spegnere o liberare. Spenti, come il loro sorriso, come una luce di una candela appesa, ormai spenta.
Non tutti nelle carceri riescono a rinascere come L’Araba Fenice, volatile biblico, che risorge dalle proprie ceneri.
Molti trovano fine alle loro sofferenze, alla loro mancanza di sorriso, alla loro ricercata libertà.
Prigionieri o fuori dal carcere, la Fenice li porta con sé in cenere, in libertà, e non sappiamo se avrebbero potuto trovare il risorgere di quel sorriso.

 

Robert M.

 

 

Per contattare la Redazione La Fenice o commentare l’articolo scrivi a   redazione.lafenice@varieventuali.it

Scrivi commento

Commenti: 0

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB

---------------------------

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE VISITATORI:47355

 

TOTALE VISITE: 69178

 

MEDIA GIORNALIERA VISITATORI

negli ultimi 30 giorni: 64

 

MEDIA GIORNALIERAVISITE 

negli ultimi 30 giorni: 107

 

Dati aggiornati

al 08-04-2020

---------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2019
DATI SITO 2014-2019.pdf
Documento Adobe Acrobat 797.1 KB

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

Luis Sepulveda

STORIA DI UNA GABBIANELLA E DEL GATTO CHE LE INSEGNO' A VOLARE

 

 

Recensione di 

CHIARA MARINI

 

Il libro si intitola “ Storia di una gabbianella e di un gatto che le insegnò a volare”. Questo libro parla di un gatto nero grande e grosso che deve insegnare a una gabbiana dalle piume argentate. Il gatto nero grande grosso va in cerca di aiuto dai suoi amici gatti. Alla piccola gabbiana piace essere un gatto quando è piccola, man mano che cresce il gatto nero grande e grosso le spiega che lei nn è un gatto ma diventerà una gabbiana bella forte e dalle piume argentate e che le piacerà volare al sole nei cieli immensi, sotto l’acqua. I gatti amici del gatto nero grande e grosso lo aiutano in tutti i modi e quando vedono che la gabbiana vola i gatti sono tutti contenti. Questo è un po’ il riassunto del libro che ho letto spero si capisca e molto bello e facile da capire.

Chiara Marini

 

Turismo
in Langa

 

Turismo in Langa
Corso Torino 4
12051 Alba (Cn)
Tel 0173.364030
SMS 331.9231050
info@turismoinlanga.it 

 

Clicca per visualizzare la home page dell'Associazione

http://www.turismoinlanga.it/it/

 Risotto allo zafferano con cook expert

Ricetta perfetta con Cook Expert Magimix!   Risotto allo zafferano

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

320 g di riso Arborio o Carnaroli 700 ml di brodo vegetale 1 cipolla 50 g di grana grattugiato 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva 1 noce di burro ghiacciato 1 bustina di zafferano in polvere o zafferano in pistilli 1 presa di sale grosso.

Per la ricetta clicca

https://unabloggerincucina.it/risotto-allo-zafferano-cook-expert/