ESSERE GRUPPO NELLA RELAZIONE DI AIUTO (Gruppo Abele)

Data: 26/03/2020 - 27/03/2020

Torino – Fabbrica delle “e”, corso Trapani 91/b

 

L’Università della Strada del Gruppo Abele organizza un ciclo di tre incontri formativi per operatori sociali sul tema del lavoro di équipe. Lavoro che comporta la capacità di fare parte di una squadra impegnata a raggiungere un obiettivo comune. Il primo dei tre moduli, Il gruppo come luogo di produzione di senso, si terrà a Torino presso la Fabbrica delle “e”, il 26 e 27 marzo 2020.


Il lavoro sociale comporta un fisiologico accumulo di fatica: il nostro quotidiano impegno vede presentarsi nella relazione di aiuto momenti critici, in cui accompagniamo le persone attraverso fasi di sofferenza, siamo esposti ad un’emotività spesso intensa e perturbante, diventiamo collettori della tensione che spesso caratterizza le persone incontrate e che trova nella nostra disponibilità di aiuto un’occasione di sfogo. Tutto questo carico rischia di essere alla lunga destinato a logorarci emotivamente, se non manteniamo un costante presidio del senso del nostro operare.


L’équipe di lavoro è lo spazio dove possiamo ritrovare il significato, attraverso il confronto con i colleghi, la revisione del nostro operato e l’approfondimento dei temi che più riguardano l’intervento sociale.

 

Il modulo si propone di ragionare sull’équipe e sulle sue possibilità di pensiero: si tratta di un’occasione per rileggere l’esperienza gruppale alla luce della sua capacità riflessiva, bilanciando continuità e apertura alla novità, valorizzazione dei risultati raggiunti e considerazione critica delle fatiche riscontrate, rivedendo l’operato quotidiano come occasione di apprendimento e di crescita comune.

 

Conducono il corso Ezio Farinetti, psicologo e formatore dell’Università della Strada e Kristian Caiazza, formatore dell’Università della Strada.

 

L’Associazione Gruppo Abele Onlus è ente accreditato per la formazione presso il MIUR, per cui la partecipazione al corso formativo da diritto ai crediti formativi per insegnanti.

Questo seminario rientra tra le possibilità previste per l’utilizzo del Bonus di 500 euro introdotto dalla legge 107/2015 “Buona Scuola”.

Il corso è accreditato per la Carta del Docente

Il percorso formativo è composto da due giornate. Il costo è 150 € (280€ per due moduli, 400€ per tutti e tre i moduli). L’iscrizione è obbligatoria.

Scarica il programma e le modalità d’iscrizione

Informazioni:

 

Segreteria Università della Strada: tel: 011 3841073 – cell: 3315753828 – 
mail: formazione@gruppoabele.org

 

Tratto da: https://www.gruppoabele.org/event/il-gruppo-come-luogo-di-produzione-di-senso/

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE

VISITE: 115.714

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi 30 giorni: 101

Dati aggiornati

al 05-12-2021

---------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2020
DATI SITO 2014-2020.pdf
Documento Adobe Acrobat 798.9 KB

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

---------------------------

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 

Umberto Galimberti 

Il libro delle emozioni

Feltrinelli, 2021

 

La mente e il cuore. Platone invita a privilegiare la mente razionale capace di governare le passioni del cuore. Ma noi non possiamo dimenticare che anche il cuore ha le sue ragioni. Anzi, prima che la mente giungesse a guidare la vita dell’uomo, per i nostri antenati la vita era governata dal cuore, che con le sue sensazioni giungeva a capire, come peraltro fanno gli animali, in modo rapido e senza riflettere, che cosa è vantaggioso e che cosa è pericoloso per il mantenimento della vita. Il cuore promuove le azioni più rapidamente della ragione e senza troppo indugiare sul da farsi, perché il mondo non è ospitale e i pericoli, che sono a ogni passo, richiedono decisioni immediate. Le decisioni del cuore sono promosse dalle emozioni come la paura che il cuore avverte di fronte al pericolo, o come il desiderio che approda all’accoppiamento per la preservazione della specie. Tutto questo senza riflettere, perché la luce della ragione ancora non c’è. La nostra è un’epoca di spaventosa espansione della razionalità tecnica. Da un lato, questa espansione impone la rimozione delle emozioni e dall’altro innesca una reazione di ritirata emotiva nel proprio sentimento, assunto come unica legge di vita. A questo si aggiungono la ricerca costante di visibilità e di notorietà, che trasformano le nostre emozioni in merci. Ma allora siamo ancora capaci di riconoscere che cosa sia un’emozione? Umberto Galimberti costruisce un cammino straordinario nelle profondità del nostro vissuto e ci insegna a ritrovare il nostro spazio intimo, cioè lo spazio che si nega al pubblico per concederlo a chi si vuol fare entrare nel proprio segreto profondo e spesso ignoto a noi stessi.

 

 

CLICCA QUI

-----------------------------------------------------------

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

Per visitare il blog

CLICCA QUI