ESSERE GRUPPO NELLA RELAZIONE DI AIUTO (Gruppo Abele)

Data: 26/03/2020 - 27/03/2020

Torino – Fabbrica delle “e”, corso Trapani 91/b

 

L’Università della Strada del Gruppo Abele organizza un ciclo di tre incontri formativi per operatori sociali sul tema del lavoro di équipe. Lavoro che comporta la capacità di fare parte di una squadra impegnata a raggiungere un obiettivo comune. Il primo dei tre moduli, Il gruppo come luogo di produzione di senso, si terrà a Torino presso la Fabbrica delle “e”, il 26 e 27 marzo 2020.


Il lavoro sociale comporta un fisiologico accumulo di fatica: il nostro quotidiano impegno vede presentarsi nella relazione di aiuto momenti critici, in cui accompagniamo le persone attraverso fasi di sofferenza, siamo esposti ad un’emotività spesso intensa e perturbante, diventiamo collettori della tensione che spesso caratterizza le persone incontrate e che trova nella nostra disponibilità di aiuto un’occasione di sfogo. Tutto questo carico rischia di essere alla lunga destinato a logorarci emotivamente, se non manteniamo un costante presidio del senso del nostro operare.


L’équipe di lavoro è lo spazio dove possiamo ritrovare il significato, attraverso il confronto con i colleghi, la revisione del nostro operato e l’approfondimento dei temi che più riguardano l’intervento sociale.

 

Il modulo si propone di ragionare sull’équipe e sulle sue possibilità di pensiero: si tratta di un’occasione per rileggere l’esperienza gruppale alla luce della sua capacità riflessiva, bilanciando continuità e apertura alla novità, valorizzazione dei risultati raggiunti e considerazione critica delle fatiche riscontrate, rivedendo l’operato quotidiano come occasione di apprendimento e di crescita comune.

 

Conducono il corso Ezio Farinetti, psicologo e formatore dell’Università della Strada e Kristian Caiazza, formatore dell’Università della Strada.

 

L’Associazione Gruppo Abele Onlus è ente accreditato per la formazione presso il MIUR, per cui la partecipazione al corso formativo da diritto ai crediti formativi per insegnanti.

Questo seminario rientra tra le possibilità previste per l’utilizzo del Bonus di 500 euro introdotto dalla legge 107/2015 “Buona Scuola”.

Il corso è accreditato per la Carta del Docente

Il percorso formativo è composto da due giornate. Il costo è 150 € (280€ per due moduli, 400€ per tutti e tre i moduli). L’iscrizione è obbligatoria.

Scarica il programma e le modalità d’iscrizione

Informazioni:

 

Segreteria Università della Strada: tel: 011 3841073 – cell: 3315753828 – 
mail: formazione@gruppoabele.org

 

Tratto da: https://www.gruppoabele.org/event/il-gruppo-come-luogo-di-produzione-di-senso/

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE

VISITE: 91105

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi 30 giorni: 63

Dati aggiornati

al 04-03-2021

---------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2019
DATI SITO 2014-2019.pdf
Documento Adobe Acrobat 797.1 KB

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB

---------------------------

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

#PIJANSACHET

Domenica 7 marzo 2021,

ore 10 (salvo annullamenti per maltempo).

Due punti di ritrovo: al Rondò Garibaldi o al Bar Dotta (Piazza della Libertà vicino alla Stazione ferroviaria) a Cuneo. Munirsi di guanti e sacchetti della spazzatura.

-------------------------------------

 Mario Nicola Rosso

La primavera di San Martino

   

Araba Fenice Editore

 

Il romanzo è ambientato a Cuneo, fra il 1854 e il 1859, dove vivono i giovani protagonisti prima di essere chiamati a combattere nella battaglia di San Martino: una battaglia sanguinosissima, nella quale ebbe un ruolo determinante la Brigata Cuneo, formata oltre che da cuneesi, da emigrati di ogni parte d'Italia, e a cui parteciparono, ignorate dalle cronache ufficiali, molte donne nei ruoli di infermiere e di vivandiere.

Gli anni che precedettero la Seconda Guerra di Indipendenza, anni che cambiarono il volto del Regno Sardo e della città di Cuneo, sono visti attraverso gli occhi dei protagonisti. Fu un'epoca di grandi trasformazioni, un'autentica primavera, che aprì il nostro Paese al progresso economico e allo sviluppo sociale: dal treno e dall'illuminazione a gas, alla costituzione delle prime casse di risparmio.
Il romanzo, che si conclude con la battaglia di San Martino, vuole anche essere un rispettoso omaggio alla povera gente, dimenticata dalla retorica ufficiale e quasi sempre inconsapevole degli ideali ispiratori dell'unificazione italiana, cui diede un fondamentale contributo di sangue.

 

CLICCA QUI

-----------------------------------------------------------

 

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

Per visitare il blog

CLICCA QUI