ANTIFRAGILE. Prosperare nel disordine. (solitamente.it)

Se vi chiedessi di pensare al contrario di fragile probabilmente penserete a robusto, resistente o durevole. Tutti questi aggettivi descrivono però solamente un’entità che riesce a superare lo stress.  In realtà il contrario di fragile è antifragile.

Antifragile è un neologismo inventato da Nassim Taleb che descrive ciò che non solo è capace di resistere allo stress e di sopportare il caos, ma anche di migliorare sotto lo stress di agenti esterni. Uno degli esempi che Taleb usa per spiegare meglio questo concetto è l’Idra, il mostro della mitologia greca: infatti ogni volta che Ercole tagliava una delle sue nove teste, ne ricrescevano due.

 

“Qualunque cosa tragga più vantaggi che svantaggi dagli eventi casuali o da alcuni shock è antifragile; in caso contrario è fragile”(Nassim Taleb).

 

L’antifragilità va al di là della resilienza e della robustezza. Ciò che è resiliente resiste agli shock e rimane identico a se stesso; l’antifragile migliora.

Instabilità, variabilità, caos e incertezza sono componenti costanti delle nostre vite; è per questo che è necessario diventare antifragile. E’ per questo che dobbiamo imparare a trarre vantaggio dalle difficoltà e dai problemi, che invariabilmente incontreremo nelle nostre vite.

Il corpo umano è un esempio perfetto per spiegare cosa voglia dire essere antifragile. Quando andiamo in palestra e facciamo sollevamento pesi sottoponiamo i nostri muscoli a stress ed è proprio grazie a questo stress che i nostri muscoli possono crescere. Quindi possiamo dire che il nostro corpo cresce grazie allo stress, ovvero ne trae vantaggio. Se invece di andare in palestra fossimo rimasti comodamente seduti sul divano di casa, il nostro corpo non sarebbe stato sottoposto a stress del sollevamento pesi, ma non ne avrebbe neanche ricavato i benefici.

Nella nostra società la comodità è venerata, viene visto come un obiettivo allettante da raggiungere, mentre le sfide e lo stress che ne deriva sono percepite come assolutamente da evitare. Non c’è nulla di male di per sé nella comodità, il problema è che a volte esageriamo. A volte ci manca il coraggio di prendere delle decisioni difficili che però infondo sappiamo essere giuste. Infatti è più comodo continuare a fare un lavoro insoddisfacente che cercare di mettersi in proprio. E’ più comodo continuare una relazione negativa che rischiare di rimanere soli. E’ più comodo continuare ad ignorare i propri errori invece di prendersi le proprie responsabilità.

E’ sempre più comodo rimanere chi siamo invece di cambiare.

Possiamo crescere, migliorare e avanzare nel nostro percorso, qualunque esso sia, solamente quando siamo sotto stress, quando abbiamo a che fare con l’ignoto, con il nuovo, con ciò che non conosciamo.

Sono le difficoltà che ci costringono a migliorare, che ci costringono a superare i nostri limiti, che ci costringono a diventare delle persone migliori.

 

Tratto da: http://www.solitamente.it/2018/11/28/antifragile/

 

Nassim Nicholas Taleb

Antifragile

Prosperare nel disordine

IL SAGGIATORE

 

pagine: 552, € 24,00

Scrivi commento

Commenti: 0

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE

VISITE: 95455

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi 30 giorni: 70

Dati aggiornati

al 11-05-2021

---------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2019
DATI SITO 2014-2019.pdf
Documento Adobe Acrobat 797.1 KB

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

---------------------------

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 

 

Francesco De Filippo

Maria Frega

Filosofia per i prossimi umani

Come sarà la nostra vita tra vent'anni secondo

letterati, storici, antropologi e climatologi

 

Giunti Editore

 

Se vi chiedessero all'improvviso: pensate a un'immagine che possa rappresentare la nostra realtà occidentale contemporanea, cosa vi verrebbe in mente? Forse una risposta azzeccata potrebbe essere quella di una comunità nevrotica, instancabile, ebbra di miliardi di connessioni, relazioni, produzioni, che corre disperatamente, ma priva di meta e senza avere uno specifico obiettivo. Ciò che manca in questa immagine è un orientamento, una consapevolezza, un senso; in una parola, filosofia. È il paradosso che serpeggia nelle nostre società: scarseggia non la materia di Socrate e Kant, considerata oggi disciplina antica, lenta, apparentemente incompatibile con i social, la genetica, le neuroscienze, i viaggi spaziali; ma ciò che da essa scaturisce: la capacità di critica, di riflessione e comprensione delle dinamiche sociali e della relazione tra l'essere umano e il contesto in cui trascorre la propria esistenza. Siamo alla vigilia di una nuova rivoluzione tecnologica e la necessità di "avvolgere" tutti i cambiamenti in un reticolo di nuovo umanesimo, si fa ancora più urgente. Potremmo dire che abbiamo individuato il paradosso dopo aver terminato il precedente volume Prossimi umani, una fotografia del mondo come sarà dal punto di vista scientifico-tecnologico. Un'incoerenza che questo nuovo libro tenta di risolvere con un approccio umanistico, nella convinzione che non solo scienziati ma filosofi, sociologi, giornalisti e letterati siano chiamati a rispondere a domande sul ruolo degli esseri umani in un mondo di macchine e robot, all'organizzazione da dare a comunità composte da uomini frutto di modifiche genetiche o neuronali, alle cautele da adottare per difendersi da un pianeta controllato da quattro o cinque technocorporations.

 

 

CLICCA QUI

-----------------------------------------------------------

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

Per visitare il blog

CLICCA QUI