LA SANITÀ DOPO L'EMERGENZA CORONAVIRUS (Fondazione promozione sociale, Torino)

31/3/2020 19:27

DA (info@fondazionepromozionesociale.it)

A menteinpace@libero.it

 

Persone malate/con disabilità, non autosufficienti - La sanità dopo l'emergenza coronavirus

 

Gentili tutti,

   Pur in un momento difficile, in cui vi spero in buona salute con i vostri cari, pensiamo utile continuare a tenerci informati per essere pronti alla ripresa.

Inoltro per opportuna conoscenza la nota inviata al Ministro della salute e altri, ma con richieste mirate al Ministro Speranza.

   È necessario cominciare a pensare al dopo: contributi della Sanità per le cure domiciliari, potenziamento e riorganizzazione delle Rsa; centri diurni.

   Il documento che si allega, ha questo scopo. Passato il Corona-virus riprendiamo in mano il Sistema sanitario e ripristiniamo il diritto alle cure per tutti i malati cronici, autosufficienti e non autosufficienti e le persone con disabilità con gravi limitazioni dell’autonomia,  a partire da una legge per la priorità delle cure domiciliari con un contributo della Sanità per tutti i malati e le persone con disabilità non autosufficienti.

Conviene al Servizio sanitario, ma anche all'economia, perchè si evita l'impoverimento dei nuclei familiari e delle generazioni future.

   La situazione di emergenza che stiamo vivendo ha fatto esplodere il problema dei malati non autosufficienti, in prevalenza anziani ma non solo, perché i provvedimenti riguardano anche  tutte le persone con disabilità con gravi limitazioni dell’autonomia.

Tutti sono stati letteralmente scaricati dal Servizio sanitario in questi anni di tagli ai posti letto ospedalieri e trasferimento di fondi al settore privato, come è purtroppo emerso. Non sono stati fatti i necessari investimenti nei servizi e nelle prestazioni territoriali per cui  le famiglie delle persone malate e/o con gravi disabilità non autosufficienti sono state lasciate alla mercè dei privati.

E’ stato negato il diritto della continuità delle cure sancito dalla legge 833/1978 e la titolarità del Servizio sanitario senza limiti di durata per qualunque patologia e/o disabilità invalidante; sono state operate discriminazioni di ogni genere, dalla valutazione economica all’età, che purtroppo è ricomparsa in questo frangente mettendo a nudo, anche per chi non voleva vedere, l'eugenetica sociale in corso da tempo nei confronti dei malati inguaribili e delle persone con disabilità non autosufficienti, che sono invece  sempre curabili.

Confidando in Vostre iniziative, anche interessando i Parlamentari con i quali siete in relazione e i Consiglieri regionali,  resto a disposizione e  invio cordiali saluti.

 

Maria Grazia Breda

 

Fondazione promozione sociale onlus
Via Artisti 36 – 10124 Torino
Tel. 011 8124469 Fax 011 8122595
info@fondazionepromozionesociale.it  
www.fondazionepromozionesociale.it

Scrivi commento

Commenti: 0

TOTALE VISITE AL SITO

www.menteinpace.it 

139.609

Dati aggiornati al 04-10-2022

---------------------------------

Video Spot di MENTEINPACE

ADRENALINA PURA!!

regia di 

Andrea Castellino

---------------------------------------

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

----------------------------------------------

ZONA FRANCA,

Per comunicare 

emozioni/interessi/passioni

con vari linguaggi, specie i video,  con l’obiettivo di costituire una redazione di una rivista crossmediale.

 

Il progetto è condotto da Silvia Bongiovanni dell’Associazione culturale Kosmoki. Rientra nel più ampio progetto Restart & Recovery che ha come capofila la Cooperativa sociale “Proposta 80”. Partecipa anche la Cooperativa sociale “Momo” e l’Associazione “MenteInPace”.

----------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 

Ivan Cavicchi

Oltre la 180
 
Castelvecchi editore

 

Sono passati più di quarant’anni da quando Franco Basaglia, coraggioso riformatore, ha realizzato il sogno di curare la malattia mentale senza i manicomi. La “sua” legge 180 doveva rivoluzionare l’intera cultura psichiatrica, ma la riforma del 1978 si è presto incagliata in ostacoli culturali, sociali, ideologici e organizzativi ed è ormai inadeguata nel fronteggiare i problemi della società contemporanea e dei nuovi malati. Ivan Cavicchi spiega perché il progetto di Basaglia è in realtà incompiuto e come la psichiatria sia ancora in larga parte da riformare, e propone di andare “oltre la 180”, rimuovendone le contraddizioni interne e sfondando il muro dell’apologia per evitare il rischio di regressività o di controriforma. Particolare attenzione va riservata ai professionisti sanitari che si occupano delle esistenze delle persone e dei loro “equilibri” nei contesti di vita e di lavoro, di ogni età e di ogni condizione sociale: un’adeguata riforma delle prassi degli operatori della salute mentale è infatti la più grande sfida del futuro della psichiatria e di tutta la medicina.

 

L’Autore

Ivan Cavicchi è filosofo della medicina, sociologo e antropologo; insegna all’Università Tor Vergata di Roma. 

 

 

CLICCA QUI

-----------------------------------------------------------