LA MONTAGNA - liberi pensieri di un montanaro (video di Luca Galfrè e Simone Mondino)

Un video bellissimo, che sta diventando virale e che probabilmente sarà tradotto anche in francese.

 

È  un messaggio potente sulla Montagna, quella con la M maiuscola, "che insegna a lasciare il superfluo, che ti fa capire quando fermarsi, come sta facendo ora l'Italia".

 

"Tutto è nato da un messaggio su whatsapp, tutto è nato per caso e forse lo rende ancora più vero ed autentico"Luca Galfrè, uno dei gestori del rifugio Paraloup, sta trascorrendo la quarantena in isolamento lassù. E' sua la voce "narrante". Riprese e montaggio sono di Simone Mondino

Lassù, a Paraloup, Luca ci sta da due anni, in fondo la sua vita non è cambiata molto. Ma quella che, a detta di tanti suoi coetanei, perché Luca in fondo ha solo 29 anni, appare come una scelta estrema, in un momento come questo diventa ricchezza.

"Adesso, forse, gli svantaggiati, quelli che vivono in montagna, sono i più fortunati. Io lavoro nei rifugi o li gestisco da dieci anni. Non potrei vivere in altri posti. Ho deciso di rimanere qui, avevo tutto quello che mi serviva, con me c'è il mio cane; quando avrò finito le provviste scenderò a Rittana, dove c'è un negozio di generi alimentari. Sono libero, circondato dalle montagne, posso stare all'aperto senza vedere nessuno", ci racconta al telefono. 

Come è nata l'idea del video? Lo spiega Simone Mondino, l'autore delle immagini e del montaggio, su Facebook.

"Durante una soleggiata giornata (Luca ndr) ci invia un audio: sono parole, pensieri liberi ed emozioni autentiche... la vera protagonista? La Montagna.
Già durante il primo ascolto ci commuoviamo, perché quelle parole ci toccano dentro e fanno venire voglia di fare qualcosa di bello. Ecco l'idea di montare un video che possa ulteriormente valorizzare quei "liberi pensieri". Le riprese sono state realizzate tutte in territorio italiano negli ultimi 8 mesi: provincia di Cuneo (Valle Gesso, Varaita e Stura) e Trentino (Val Rendena, Val di Fassa e Passo Rolle) per sottolineare ancora una volta la bellezza indiscussa della "nostra" Montagna
.

Lo condividiamo con i nostri lettori.  

 

 

Per visualizzare il video clicca su: https://www.menteinpace.it/foto-video/videogallery/

 

 

Tratto da: http://www.targatocn.it/2020/04/03/leggi-notizia/argomenti/targato-curiosita/articolo/la-montagna-e-cio-che-sa-insegnare-lemozionante-videomessaggio-di-luca-galfre-e-simone-mondino.html

 

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE

VISITE: 120.650

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi 30 giorni: 100

Dati aggiornati

al 26-1-2022

---------------------------------

DATI SITO www.menteinpace.it
2014-2021
DATI SITO 2014-2021.pdf
Documento Adobe Acrobat 848.8 KB

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

---------------------------

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 Claudio Giunta

«Ma se io volessi diventare una fascista intelligente?»

L'educazione civica, la scuola, l'Italia

Rizzoli, 2021

 

Agile, ironico, allo stesso tempo equilibrato e tagliente, ma soprattutto profondamente antimanicheo, questo libro riflette con intelligenza sugli spazi, i tempi, i metodi e i contenuti di un approccio alla scuola che non sembra più in grado di intercettare i veri bisogni educativi dei ragazzi italiani, e osserva secondo una prospettiva nuova un insegnamento cruciale che fin qui è stato affrontato in maniera sconclusionata, retorica e persino controproducente.

«Ma se io volessi diventare una fascista intelligente, perché mai la scuola e lo Stato dovrebbero impedirmelo?» Claudio Giunta se l'è sentito chiedere da una studentessa alla fine di una lezione in un liceo. Una domanda niente affatto banale – anzi, acuta e attualissima – che avrebbe meritato una risposta chiara e articolata, se un insegnante non l'avesse subito bollata come «provocazione», troncando ogni possibilità di dialogo. Questo libro nasce anche dal desiderio di dare una risposta sensata al quesito che la studentessa ha posto con ovvio intento polemico: «Lo Stato e la scuola» osserva Giunta «non dovrebbero impedirle di diventare una fascista intelligente, ma dovrebbero agire in modo tale da non fargliene venire la voglia, e prima della voglia l'idea».

CLICCA QUI

 

-----------------------------------------------------------

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

Per visitare il blog

CLICCA QUI