SUBURBIA AT HOME - per portare musica in ogni casa (Casa del Quartiere Donatello, Cuneo)

 

 

SUBURBIA

AT HOME

 

 

Nonostante l'emergenza che stiamo vivendo, SUBURBIA, il non locale musicale della Casa del Quartiere del Donatello, ha trovato il modo di fare arrivare la musica anche a casa con la formula SUBURBIA AT HOME.

 

Con alcune variazioni, i gruppi previsti per la stagione di quest' anno si esibiranno in diretta streaming sulla pagine Facebook e Instagram di SUBURBIA.


La programmazione sarà la seguente:

 

sabato 2 maggio

h.18.30 si esibirà Andrea Monda dei CHEAP che, come suggerisce il nome, porterà qualcosa di grande con i pochi mezzi a disposizione.

A seguire, alle h. 19.00 Paolo Longhini degli SLWJM: quartetto astigiano future soul.

 

Il secondo appuntamento sabato 16 Maggio h. 18.30 ospiterà Pietro Parola dei RADIO RÀVOT: gruppo del cuneese che non si etichetta in un unico genere proponendo sonorità variegate che spaziano dal folk al reggae al soul...
Alle h.19.00 si esibirà  Sergio Pozzi dei  MONSIEUR DE RIEN: progetto nato nel 2003 da un gruppo di musicisti del cuneese che propone musica popolare e folk.

Un modo alternativo e sicuro per continuare a   realizzare gli obiettivi che da anni questo progetto persegue : aggregare, intrattenere e far conoscere nuove realtà musicali.

 

Le dirette sosterranno la campagna di raccolta fondi per il progetto “Anche io resto a casa”. Si tratta di un' iniziativa nata dalla collaborazione tra il Comune di Cuneo e diverse realtà del terzo settore di Cuneo, tra cui la Casa del Quartiere, dove abitualmente si svolge Suburbia.

 

Il progetto ha preso avvio dal momento dell'attuazione del decreto che ha imposto il lockdown in tutto il Paese con lo scopo di dare una casa a chi di fatto non ce l'ha, durante il giorno in cui i dormitori sono chiusi.  Attualmente gli spazi sono stati messi a disposizione gratuitamente  dalla Parrocchia Cuore Immacolato di Cuneo, dall'Oratorio Salesiano di Cuneo e dall’Associazione Casa del Quartiere Donatello; si sono attrezzati per accogliere 25 senza fissa dimora, per permettere loro di vivere questo particolare periodo in una condizione di sicurezza.

I ragazzi di Suburbia  volevano farsi sentire ed entrare nelle case di tutti quelli che negli anni ci hanno sostenuto per cercare di alleviare la noia e le preoccupazioni date dal periodo. Vi aspettiamo sulle nostre pagine social con la promessa che torneremo ancora a proporre buona musica dal vivo, arte e cultura.

Per sostenere il progetto "Anche io resto a casa" puoi inviare donazioni attraverso Satispay all'account A.P.S. Casa del Quartiere Donatello con la causale Progetto Anche io resto a casa.

 

 

Direzione e Animazione Sociale CQD – Casa del Quartiere Donatello

Via Rostagni, 27 – Cuneo, 0171.697649

Cell. 389.7997866

fb: Casa Quartiere Donatello 

www.casadelquartieredonatello.it

Scrivi commento

Commenti: 0

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE

VISITE: 94193

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi 30 giorni: 68

Dati aggiornati

al 21-04-2021

---------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2019
DATI SITO 2014-2019.pdf
Documento Adobe Acrobat 797.1 KB

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

---------------------------

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 Matteo Spicuglia

Noi due siamo uno

Storia di Andrea Soldi, morto per un Tso

add editore

 

Il 5 agosto 2015 la città è caldissima, qualcuno è già in vacanza, altri cercano un po’ d’aria nei giardini del quartiere.

Anche Andrea Soldi è seduto su una panchina, ma quella è la “sua” panchina sempre, in ogni stagione. Lì si rifugia quando i pensieri lo assalgono, lì trova conforto e si sente a casa. Andrea soffre da anni di schizofrenia, la madre, il padre e la sorella sono il suo sostegno e piazza Umbria il posto del cuore.

Ha quarantacinque anni, non è violento, non è mai stato pericoloso, eppure, quel 5 agosto morirà a causa di un Trattamento sanitario obbligatorio eseguito da alcuni vigili urbani e dal personale medico. Il processo è arrivato ora alla fase d’appello, ma questa forse è la cosa meno importante della storia.

Dopo la morte, la famiglia Soldi ha trovato alcune pagine che erano il diario di Andrea in cui la trascrizione lucidissima della sofferenza illumina il percorso psicologico e i silenzi che per anni lo avevano avvolto.

Matteo Spicuglia è un giornalista che ha seguito il caso e che non ha voluto fermarsi alla cronaca: a partire da quel diario allarga lo sguardo dalla panchina su cui è morto Andrea alla realtà dei TSO, dalla sua esistenza difficile al mondo della malattia psichica, dalla famiglia torinese alle tante altre che si trovano a convivere con pregiudizi e inadeguatezza dei servizi medici e sociali nella gestione di patologie che soffrono ancora lo stigma sociale.

Nel diario Andrea aveva scritto di sperare che la sua fatica e il suo dolore non passassero invano; questo libro è il motivo per cui ciò non avverrà.

 

Per visualizzare il sito della casa editrice e la pagina dedicata al libro

CLICCA QUI

 

-----------------------------------------------------------

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

Per visitare il blog

CLICCA QUI