PROPOSTA di COOPERAZIONE (Monica Mano, Associazione Youth4Youth)

DA info@youth4youth.it

 

26/8/2020 13:34

 

A  menteinpace@libero.it

 

Gentile responsabile,

sono Monica, responsabile di “Youth4youth”, associazione giovanile cuneese che opera ormai dal 2008 nel campo della progettazione europea.

Il prossimo anno (2021) inizia il nuovo periodo di 7 anni di programma Europeo e vogliamo farci trovare pronti.

A Cuneo il volontariato internazionale sostenuto con fondi europei è, ad oggi, molto poco conosciuto se non sconosciuto e utilizzato come possibilità per integrare l’organico di volontari delle associazioni locali.

Spesso la motivazione risiede nell’assenza di persone preparate alla gestione della progettazione e dei progetti stessi o nell'impossibilità di impiegare personale su ulteriori attività.

Noi crediamo fortemente nell'importanza di questa iniziativa (io per prima, nel 2000, ho sfruttato questa possibilità con un’esperienza di 6 mesi in UK) e vorremmo che anche Cuneo potesse beneficiarne, sia a livello di associazioni che possano ricevere volontari, sia di giovani cuneesi che possano partire per un'esperienza importante e…"life changing".

La nostra proposta prevede degli incontri con le associazioni per definire i passi da fare, a partire dall'ACCREDITAMENTO dell'associazione presso l'Agenzia Nazionale, alla STESURA PROGETTO fino alla GESTIONE VOLONTARI (negli spazi non impegnati in servizio attivo presso l’associazione) e del CONTRIBUTO (le associazioni ricevono un contributo spese per la gestione volontari).

Nella proposta ci occupiamo anche della selezione del/la candidat* insieme ai responsabili dell'associazione e seguiamo passo-passo l'iter di progetto.

Sperando di poter condividere la possibilità di ospitare dei volontari europei, o almeno di valutarne insieme la fattibilità, rimaniamo a disposizione per chiarimenti.

Qualsiasi domanda può essere indirizzata a info@youth4youth.it (Monica) 3921476800.
Grazie

 

Monica Mano

 


Associazione YOUTH4YOUTH www.youth4youth.it

 

IndirizzoVia Brusaporcello, 8, 12012 Boves CN

 

Telefono392 147 6800

Scrivi commento

Commenti: 0

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE

VISITE: 91177

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi 30 giorni: 60

Dati aggiornati

al 06-03-2021

---------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2019
DATI SITO 2014-2019.pdf
Documento Adobe Acrobat 797.1 KB

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB

---------------------------

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

#PIJANSACHET

Domenica 14 marzo 2021,

ore 10 (salvo annullamenti per maltempo).

Due punti di ritrovo: al Rondò Garibaldi o al Bar Dotta (Piazza della Libertà vicino alla Stazione ferroviaria) a Cuneo. Munirsi di guanti e sacchetti della spazzatura.

-------------------------------------

 

Valeria Alpi

A Capo Nord bisogna andare due volte

Storia di un viaggio accessibile tra limiti e risorse

 

Edizioni La Meridiana

 

Può una persona disabile andare a Capo Nord? Può, in generale, viaggiare? Certo che può. Anzi: deve. Tuttavia per arrivare ad avere un po’ di autonomia personale, che spinga una persona con una qualche disabilità a desiderare un viaggio e che le consenta di progettarlo, occorre anche un’autonomia di contesto di vita, di educazione, di crescita che permetta l’uscita da casa. Il cosiddetto “contesto di fiducia” come lo chiamano al Centro Documentazione Handicap di Bologna. Un contesto, a partire dalla famiglia, che infonda fiducia anche nella pur minima capacità residua, un contesto in cui, per esempio, se tu riesci a muovere un solo dito di una mano, si possa credere che tu con quel dito potrai sollevare il mondo, senza sentirti limitato e incapace. Ma come si costruisce un contesto di fiducia?
A Capo Nord, Valeria Alpi c’è stata, non una ma due volte. E quello è stato il primo di una serie di viaggi che lei, con la sua disabilità, ha fatto da sola.
Questo libro, attraverso il racconto dei suoi viaggi, accompagna il lettore non disabile e disabile – quindi ogni persona – a generare il contesto di fiducia necessario perché viaggiare sia un diritto accessibile a ciascuno.

 

 

CLICCA QUI

-----------------------------------------------------------

 

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

Per visitare il blog

CLICCA QUI