I GUARITI DAL COVID 19 CON DISTURBI POST-TRAUMATICI DA STRESS (Marco Landucci)

(Reuters Health) –

Secondo uno studio condotto dall’ospedale San Raffaele di Milano, i sopravvissuti al COVID-19 presentano tassi elevati di disturbi psichiatrici, tra cui stress post-traumatico (PTSD), ansia, insonnia e depressione.

 

Guido Vigna - dubbio sull'equilibrio mentale (raku)

 

L’indagine ha mostrato che oltre la metà dei 402 pazienti monitorati, dopo essere stati trattati per il virus, manifestavano almeno uno di questi disturbi in proporzione alla gravità dell’infezione.

I pazienti, 265 uomini e 137 donne, sono stati valutati durante il follow-up a distanza di un mese dal ricovero ospedaliero. Lo studio è stato pubblicato dalla rivista scientifica Brain, Behavior and Immunity.

“È stato immediatamente chiaro che l’infiammazione causata dalla malattia poteva anche avere ripercussioni a livello psichiatrico”, dice Francesco Benedetti, group leader dell’Unità di ricerca in psichiatria e psicobiologia clinica del San Raffaele.

Lo studio
Sulla base di colloqui clinici e questionari di auto-valutazione, i medici hanno diagnosticato PTSD nel 28% dei casi, depressione nel 31% dei soggetti, ansia nel 42% dei pazienti, insonnia nel 40% e infine sintomi ossessivo-compulsivi nel 20%.

Le donne – nonostante tra di esse sia state registrate una complessiva minore gravità dell’infezione – hanno sofferto maggiormente di ansia e depressione. “Ipotizziamo che questo aspetto possa essere riconducibile al differente funzionamento del sistema immunitario”, osserva Francesco Benedetti.

Marco Landucci

Fonte: Reuters Health News
(Versione Italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

 

Tratto da: http://www.popsci.it/studio-italiano-stress-post-traumatico-ansia-insonnia-e-depressione-le-conseguenze-del-covid.html

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Silvana Palleria (mercoledì, 02 settembre 2020 17:11)

    ...e intanto parecchi reparti psichiatrici trasformati in reparti covid durante l'emergenza continuano a rimanere chiusi e rischiano di non riaprire più.

TOTALE VISITE AL SITO

www.menteinpace.it 

146.978

Dati aggiornati al 6-2-2023

---------------------------------

Video Spot di MENTEINPACE

ADRENALINA PURA!!

regia di 

Andrea Castellino

---------------------------------------

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

----------------------------------------------

 

 

ZONA FRANCA 

è un laboratorio di inclusione sociale, in cui si sperimentano forme alternative di partecipazione, protagonismo ed espressione.

 

È ideato e prodotto dalla Cooperativa Proposta 80 

in collaborazione con l’Associazione Culturale Kosmoki 

e dagli

utenti del Servizio di Salute Mentale del Dipartimento di Salute Mentale di Cuneo.

 

Collaborano al progetto la Città di Cuneo, la Cooperativa MomoMenteInPaceDiAPsi Cuneo e la Casa del Quartiere Donatello.                       

VISITA IL SITO DI “ZONAFRANCA”

CLICCA QUI

ZONAFRANCA

è anche su FACEBOOK

CLICCA QUI

--------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 

Diego Anghilante

Abeio Abeio

Neo-ruralismo e follia

 

Editore Araba Fenice

 

Louren, un occitano di ritorno, carico di illusioni, incapace di vivere l’oggi, che prepara ieri il domani, cadendo nella trappola di un’equazione da principiante “Occitania = ruralità a tutti i costi” con tutto il suo corollario di equivoci e forzature, carico di sfiga, che è riuscito a nascere e a vivere nel posto e nel tempo sbagliati. (...)

Lui, che si confronta con i reires, guarda tra lo stranimento e l’ammirazione gli ultimi eredi cialtroni di una formidabile tradizione magliara, viene calpestato dalle pantofole stantie dei condannati all’ergastolo villeggiante. Louren, che scambia insulti pirotecnici con l’ultimo portatore di “berretto a sonagli”, che viene risucchiato lentamente non dai vortici di un torrente in piena, ma dal gorgo di un lavandino domestico, con l’acqua sporca dei piatti accumulati, verso un orizzonte nei tubi, scuro e difficile.

 

Dalla Prefazione di Sergio Berardo

 

CLICCA QUI

-----------------------------------------------------------