PROGRAMMA RADIOFONICO HUMANITY (Samuel Lerda)

DA integrazione.protetto@gmail.com

27/9/2020 22:56

A   menteinpace@libero.it  

 

 

Buon giorno,

mi chiamo Samuel Lerda e sono vicepresidente di Pro-tetto migranti ODV (https://www.facebook.com/ProgettoProtetto/), una associazione che si è organizzata per supportare stranieri che abbiano già ottenuto il permesso di soggiorno e che escono dal sistema di accoglienza.

Essenzialmente, grazie al contributo dei nostri volontari, offriamo una sistemazione temporanea a queste persone, li aiutiamo con l'apprendimento della lingua e l'orientamento formativo permettendo loro di potersi rendere autonomi economicamente.

Usufruiamo di locale parrocchiale con 15 posti letto e sotto il nostro tetto, in circa 3 anni, sono passate quasi 50 persone.


Ultimamente, abbiamo sentito forte il peso del pregiudizio e spesso notiamo un goffo tentativo di discriminare le attività di volontariato cercando di suddividerle e classificarle.

Basti pensare alle frequenti infondate contrapposizioni tra immigrati e terremotati, senza fissa dimora italiani o stranieri fino ad arrivare alla più bassa delle distinzioni, ossia quella sul colore, indipendentemente dalla nazionalità.

Noi siamo convinti, invece, che il mondo del volontariato sia eccezionalmente "solidale" e ne abbiamo le prove; una buona percentuale dei nostri volontari ad esempio, presta il proprio tempo anche in altre associazioni.
Nessuno in Pro-tetto, come nelle altre associazioni che conosciamo, si sognerebbe mai di negare aiuto ad un bisognoso basandosi sul nome impresso sulla carta d'identità, anzi, sempre più spesso ci appoggiamo gli uni agli altri per poter aiutare un maggior numero di persone collaborando con più associazioni possibili.

 

Da qua è nato il progetto HUMANITY, in collaborazione con l'emittente "Bra On The Rocks" ( https://www.braontherocks.it/ ).  

Da febbraio infatti, il martedì sera, ogni due settimane, la stazione radiofonica sarà a nostra disposizione per raccontare le realtà cuneesi di volontariato, con l'obiettivo di coinvolgere gli ascoltatori e dimostrare che tutte queste realtà collaborando tra loro e lottando per non escludere nessuno, costituiscono una parte fondamentale della società. Nonostante siamo tutti diversi per età, sesso, nazionalità, credo politico o religioso, abbiamo tutti l'obiettivo di rendere un po' più umano il mondo che ci circonda.  

Vorremmo presentare una associazione per puntata, ospitando uno o più volontari ed eventualmente anche uno o più destinatari di quella associazione.
Lo faremo seguendo una "playlist" di 5/7 brani scelti e motivati da chi parteciperà. Ci sarà possibilità di ricevere domande dagli ascoltatori e potremo approfittare di questo tempo per conoscerci e farci conoscere meglio.

Chiunque di voi fosse interessato a partecipare, mi contatti e gli invierò il file con un modulo da compilare per descrivere l’attività della propria associazione. In seguito fisseremo insieme un martedì per partecipare! Dato che siamo veramente in tanti, procederemo in base all'ordine di arrivo delle email di disponibilità.


Non mi resta altro da fare che salutarvi calorosamente a nome di Pro-tetto e Bra On The Rocks!

A presto

 

--

Samuel Lerda

area " Attività d'integrazione " 

PRO-TETTO Migranti ETS-ODV

tel. 3401992605  e-mail integrazione.protetto@gmail.com  

 

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE

VISITE: 94254

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi 30 giorni: 67

Dati aggiornati

al 22-04-2021

---------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2019
DATI SITO 2014-2019.pdf
Documento Adobe Acrobat 797.1 KB

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB
PROGETTO RESTART AND RECOVERY. Una rete di comunità per la salute mentale
Cooperativa Proposta 80
PROGETTO Restart and Recovery.pdf
Documento Adobe Acrobat 1'011.6 KB

---------------------------

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

---------------------------------------------------------

 Matteo Spicuglia

Noi due siamo uno

Storia di Andrea Soldi, morto per un Tso

add editore

 

Il 5 agosto 2015 la città è caldissima, qualcuno è già in vacanza, altri cercano un po’ d’aria nei giardini del quartiere.

Anche Andrea Soldi è seduto su una panchina, ma quella è la “sua” panchina sempre, in ogni stagione. Lì si rifugia quando i pensieri lo assalgono, lì trova conforto e si sente a casa. Andrea soffre da anni di schizofrenia, la madre, il padre e la sorella sono il suo sostegno e piazza Umbria il posto del cuore.

Ha quarantacinque anni, non è violento, non è mai stato pericoloso, eppure, quel 5 agosto morirà a causa di un Trattamento sanitario obbligatorio eseguito da alcuni vigili urbani e dal personale medico. Il processo è arrivato ora alla fase d’appello, ma questa forse è la cosa meno importante della storia.

Dopo la morte, la famiglia Soldi ha trovato alcune pagine che erano il diario di Andrea in cui la trascrizione lucidissima della sofferenza illumina il percorso psicologico e i silenzi che per anni lo avevano avvolto.

Matteo Spicuglia è un giornalista che ha seguito il caso e che non ha voluto fermarsi alla cronaca: a partire da quel diario allarga lo sguardo dalla panchina su cui è morto Andrea alla realtà dei TSO, dalla sua esistenza difficile al mondo della malattia psichica, dalla famiglia torinese alle tante altre che si trovano a convivere con pregiudizi e inadeguatezza dei servizi medici e sociali nella gestione di patologie che soffrono ancora lo stigma sociale.

Nel diario Andrea aveva scritto di sperare che la sua fatica e il suo dolore non passassero invano; questo libro è il motivo per cui ciò non avverrà.

 

Per visualizzare il sito della casa editrice e la pagina dedicata al libro

CLICCA QUI

 

-----------------------------------------------------------

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

Per visitare il blog

CLICCA QUI