DONNE E UOMINI AI MARGINI DEL PRESENTE (Gruppo Abele)

DA sostieni@gruppoabele.org

 

A  menteinpace@libero.it  

 

Tre donne sotto la pensilina della fermata di un autobus, due carrozzine al loro fianco e un bambino, più grande, tra di loro. Intorno, la periferia di una città industriale, in un giorno d’inverno, con quelle strade che quando scende la neve non fanno cartolina: piuttosto diventano scivolose, insidiose per chi cammina e per le ruote delle macchine.

In occasione della Giornata Mondiale dei Poveri, vogliamo presentarvi e raccontarvi il presepe del Gruppo Abele e i personaggi che lo abitano. 

Nell’anno trascorso a lungo all’interno delle nostre case, un anno che ci ha ovattati rispetto ai rumori del mondo con il rischio di farci dimenticare degli altri, abbiamo scelto di raccontare la vita che c’è fuori. Quella vita quotidiana che, ai margini delle nostre città, di tutte le nostre città, scorre sempre identica, passa con le stesse dinamiche, e anzi con qualche fatica in più. Così, l’immagine del nostro Natale 2020 è l’immagine di un presepe affaticato. Un presepe vivente, di carne, abitato di persone reali, che soffrono freddo vero, che patiscono ristrettezze vere.

E se il presepe è una raffigurazione sacra, noi abbiamo voluto prenderne piuttosto in prestito la sua visione umana e universale: quella che narra la storia antica di un uomo e di una donna in viaggio spinti ai margini di un villaggio. Che è una storia di respingimento e accoglienza negata a due persone dai piedi stanchi e con tanta fatica nelle gambe. In questo presepe contemporaneo, c’è lo stesso patire, lo stesso migrare, lo stesso soffrire. Come se non fossero bastati due millenni di storia umana per spiegare che la dignità è di ogni uomo e di ogni donna e che privare gli uni e le altre è un affronto alla giustizia umana, prima ancora che a quella divina.

Oggi, vediamo tanti silenziosi Giuseppe ai margini della strada: padri che, con tutta la forza che hanno, a costo di enormi sacrifici, provano a dare un futuro ai propri figli, cosa non sempre facile quando hai perso un lavoro e nessuno intorno può darti una mano.

Ci sono tracce di Maria nelle donne in fuga che scelgono di ribellarsi alla violenza, come in quelle che non hanno il coraggio di farlo ancora; nelle donne straniere che studiano l’italiano per darsi un’opportunità, come in quelle italiane che, rimaste senza casa per le tempeste della vita, di notte trovano un pasto caldo e un letto nei dormitori.

E i ragazzi ritirati sociali, chiusi in pochi metri di stanza a contatto con i soli strumenti digitali, i giovani di periferia che non hanno luoghi di incontro se non i parchi abbandonati e con l’erba male rasata, i bambini figli di donne maltrattate: sono loro i nostri bambinelli, insieme fragili per la condizione di vulnerabilità e potenti per il carico di futuro che hanno addosso.

Persone che non scendono dalle stelle, come succede in quella famosa canzone di Natale. Che non arrivano nel nostro mondo per sbaglio, da un momento all’altro. Ma che sono in strada, che lo abitano questo grande presepe in movimento perenne che è il nostro presente. Corpi reali, non statuine d’argilla, che il Gruppo Abele incontra da 55 anni: per strada, nel nostro Drop in, in tutte comunità, girando con i furgoni di giorno e di notte: con loro, lavoriamo per costruire insieme percorsi di riappropriazione di dignità smarrita. E allora, come loro, anche a Natale, noi non scendiamo dalle stelle. 

Per dare sempre risposta ai bisogni, alle necessità, alle sofferenze degli ultimi: di chi vive, pandemia o non pandemia, un’esistenza di continua emergenza. 

 

SE VUOI AIUTARCI

 

CLICCA QUI

Scrivi commento

Commenti: 0

MenteInPace

PANDEMIA, PANDE…NOSTRA

Emozioni e riflessioni in tempo di Covid-19

 

Edizioni NEROSUBIANCO

196 pag., formato A4, a colori

 

Il libro è fuori commercio ed è stato finanziato dal CSV, Centro Servizi per il Volontariato di Cuneo. Viene distribuito a chi volesse fare un’offerta libera alla nostra associazione. Per riceverlo inviate una mail a menteinpace@libero.it con recapito e numero di copie richiesto.

 

-------------------------------------

 Questo sito è iniziato

il 02-06-2014

 

TOTALE VISITATORI:57857

 

TOTALE

VISITE: 84610

 

MEDIA GIORNALIERA VISITATORI

negli ultimi 30 giorni: 

45

 

MEDIA 

GIORNALIERA

VISITE 

negli ultimi 30 giorni: 

66

 

Dati aggiornati

al 2-12-2020

---------------------------------

DATI COMPLETI SITO MENTEINPACE
anni 2014-2019
DATI SITO 2014-2019.pdf
Documento Adobe Acrobat 797.1 KB

PROGETTO

"COSA SI FA DI BELLO?"

anni 2020-2021

PROGETTO: "COSA SI FA DI BELLO?"
anni 2020-2021
cosa si fa di bello.pdf
Documento Adobe Acrobat 523.8 KB

PROGETTO

"ANCORA INSIEME" Relazione finale

PROGETTO "ANCORA INSIEME"
Relazione finale
ANCORA INSIEME - REL. FINALE.pdf
Documento Adobe Acrobat 83.2 KB

---------------------------

---------------------------------------------

NEWSLETTER DI MENTEINPACE

per riceverla

     scrivi una mail a      menteinpace@libero.it

----------------------------------------------

 

GUARDA LE NOVITA' della

CASA DEL QUARTIERE DONATELLO

http://www.casadelquartieredonatello.it

 

Cristina Contini

Una vita, due vite.

Corso e percorso di voci

Editore: Capovolte

Collana: Ribelle

Anno edizione: 2019

CLICCA QUI

 

 

Sentire le voci può fare paura. Cristina Contini è una donna che da anni vive a contatto con le voci. La sua storia, la sua sensibilità, la sua decisione di mettersi a servizio delle persone in sofferenza e il suo lavoro in ambito psichiatrico, a disposizione degli ultimi, testimoniano quanto sia importante l'ascolto. L'ascolto per assumere consapevolezza, per affrontare e superare la paura, per far sì che tutte le parti di sé tornino a integrarsi, trovando una coerenza nell'agire e nell'essere. In "Una vita, due vite. Corso e percorso di voci", Cristina Contini si racconta, dall'esperienza del coma fino alla creazione dei primi gruppi di auto-mutuo-aiuto per uditori e alla fondazione dell'Associazione Nazionale Sentire le Voci, che oggi collabora con professionisti e operatori dei dipartimenti di salute mentale delle ASL di tutta Italia e offre accoglienza e aiuto agli uditori e alle loro famiglie. È il racconto di un percorso, la spiritualità, i silenzi, le scelte, la loro intensità, l'importanza delle parole, per arrivare a comprendere la necessità per ciascuno di noi di "sentire" la propria vita.

-------------------------------------

 

Cuneotrekking

 

Cuneotrekking è il principale portale dedicato alle escursioni nelle Alpi cuneesi. Nato nel 2007 dalla passione per la montagna di Elio e Valerio Dutto, padre e figlio, nel corso degli anni ha visto il team crescere e si è affermato come punto di riferimento per l’escursionismo, superando le 500 escursioni descritte e i 2 milioni di visitatori nei soli primi sei mesi del 2020.

 

Per visitare il sito

 

CLICCA QUI

----------------------------

 UNA BLOGGER IN CUCINA

 

Federica Giuliani, Gelso nella vita e nel web, la cucina nel DNA e tante cose da raccontare, tra una ricetta e l’altra! Nella mia cucina convivono ordine, precisione e il caos della creatività, citazioni classiche e poeti maledetti, accostamenti insoliti e ricette base, racconti vicini e lontani, dal mito alla leggenda, a volte tristi, a volte dal finale lieto, innaffiati di buon vino e buoni propositi. 

 

Cucini insieme a me?

 

Per visitare il blog

CLICCA QUI